Firmata la convenzione per la distribuzione gas nell’Atem Torino 2

È stato firmato il contratto di servizio per la distribuzione del gas naturale nell’Ambito territoriale “Torino 2 – Impianto di Torino”. Vinta da Italgas Reti, la gara bandita da Città Metropolitana di Torino, in qualità di stazione appaltante, interessa la gestione del servizio nei 49 comuni di prima e seconda cintura del capoluogo piemontese, con circa 190.000 utenze, per i prossimi 12 anni. Gara che, con l’atto dell’apposizione della firma, è l’unica svoltasi con il metodo degli Atem attualmente conclusa in tutti i suoi aspetti.

L’assegnazione consente a Italgas Reti di incrementare già a partire dal mese di gennaio di 3500 unità il numero delle utenze servite. Nella sua offerta di gara, Italgas ha presentato investimenti per 200 milioni di euro, prevedendo l’ammodernamento di 180 chilometri di reti e l’installazione di circa 1000 impianti intermedi di nuova generazione dotati di sistemi di monitoraggio e telecontrollo. Inoltre, ha programmato la posa di oltre 150 chilometri di nuove condotte per raggiungere aree non ancora servite dall’infrastruttura esistente e l’installazione dei contatori di ultima generazione in sostituzione di quelli tradizionali.

Italgas si è anche impegnata a perseguire l’efficientamento energetico di una novantina tra scuole, uffici municipali e biblioteche di proprietà dei comuni. «L’atto della firma è l’epilogo di una complessa procedura di aggiudicazione della gestione del servizio, che è stata gestita dalla Centrale unica appalti e contratti, dalla Direzione azioni integrate con gli enti locali e dalla Direzione risorse idriche e tutela dell’atmosfera della Città Metropolitana – ha commentato il vicesindaco metropolitano Marco Marocco -. È il primo esempio in Italia di un ente di area vasta in grado di accompagnare il territorio in una procedura così complessa, giocando un ruolo importante di coordinamento per il territorio».


Leggi anche

Assegnata a Italgas la gara per la distribuzione gas nell’Atem Valle d’Aosta, che comprende 74 comuni e circa 20.000 punti di riconsegna. La società ha superato le concorrenti Megareti ed Energie des Alpes grazie a un’offerta che prevede il raddoppio della rete, attualmente di 350 km, e del numero delle utenze e diversi interventi di innovazione tecnologica su tutta l’infrastruttura…

Leggi tutto…

Presidente Acque Bresciane Gianluca Delbarba

Presa d’atto del Consiglio Comunale di Ghedi circa il subentro del gestore unico nei servizi di acquedotto, depurazione e fognatura. L’operatività dal 1 gennaio 2020. Saliranno così a 93 i Comuni gestiti da Acque Bresciane…

Leggi tutto…

Il Tar della Lombardia ha annullato la gara aggiudicata a Unareti, società del gruppo A2A, per la concessione per 12 anni del servizio di distribuzione del gas a Milano e in sei comuni della sua provincia. Il Tribunale amministrativo regionale ha dunque accolto il ricorso di 2i Rete Gas, come aveva già accolto quello di A2A proprio contro 2i Rete gas: da rifare dunque la mega gara del valore di 1,3 miliardi di euro e la prima, tra le poche, che erano state assegnate …

Leggi tutto…

Dopo tanti rinvii, l’assemblea dei sindaci ha finalmente approvato la convenzione che dà il via all’iter per la gara per aggiudicare il servizio di distribuzione gas nell’Atem 146, che comprende 117 comuni irpini. Il nuovo concessionario sarà scelto con bando europeo, gestirà per 12 anni un’infrastruttura che si sviluppa in totale per 1541 km, del valore di circa 10 milioni di euro di fatturazione all’anno …

Leggi tutto…

La gara riguarda il completamento per il secondo lotto dell’importante infrastruttura che permetterà di raccogliere e convogliare le acque bianche e nere tra la zona di via Leonardo Da Vinci fino al depuratore di Acqua dei Corsari, raccogliendo i reflui di diversi quartieri. L’importo a base gara è di quasi 27 milioni di euro e il termine per la presentazione delle offerte è fissato al 15 gennaio 2020…

Leggi tutto…