Gaia avvia il maxi intervento sulle reti della Lunigiana

Superare le criticità di approvvigionamenti idrico. È con questo obiettivo che Gaia, il gestore del servizio idrico in 46 comuni toscani, ha dato il via ai lavori sulle adduttrici idriche del comune di Fivizzano, in provincia di Massa Carrara.

Lavori suddivisi in due diversi cantieri per un investimento complessivo di circa 1,5 milioni di euro. Il primo, del valore di 435.000 euro, interessa la sistemazione dell’acquedotto di Collegnano e prevede la sostituzione di parte delle due condotte adduttrici in esercizio a Fivizzano con un’unica condotta di diametro adeguato. Un intervento, della durata di circa 4 mesi, reso indispensabile dalle notevoli criticità che presentano le condotte esistenti per via dello stato di degrado nel quale versano e che, insieme alla posa della condotta, vedrà l’installazione di dispositivi di regolazione della pressione.

Di portata ben maggiore il secondo intervento in programma. Questo sarà realizzato con un investimento di oltre un milione di euro e ha come obiettivo la creazione e la messa in sicurezza del sistema acquedottistico di una parte della Lunigiana. Il progetto prevede infatti la realizzazione dell’interconnessione dei sistemi acquedottistici di Aulla e Fivizzano. In questo modo Gaia conta di migliorare il sistema di gestione della risorsa idrica a disposizione, per soddisfare la domanda idropotabile della popolazione. Nello specifico, l’intervento collegherà i campi pozzi di Serricciolo e il serbatoio di Cavanon, rinnovando anche la rete di distribuzione esistente, ormai prossima al fine vita utile, e gli allacciamenti alle utenze. I lavori, della durata di 5 mesi, comprendono anche l’installazione di strumentazione di misura delle portate in uscita dal pozzo e in ingresso ai serbatoi, di idrovalvole di regolazione del livello ai serbatoi e di organi di manovra sulle condotte.

«Le opere che stiamo per avviare a Fivizzano hanno come obiettivo di migliorare soprattutto la costanza dell’erogazione dell’acqua e superare tutte le criticità di questa parte del territorio, con molta responsabilità per il mantenimento della qualità dell’ambiente e dell’uso sostenibile delle fonti dalle quali si prelevano le risorse idriche – ha dichiarato il presidente di Gaia, Vincenzo Colle -. La Lunigiana non è una zona periferica, anzi è centrale nella nostra gestione».


Leggi anche

La multiutility del Nord della Lombardia ha perfezionato con la Banca europea per gli investimenti un prestito, a 16 anni, a sostegno del suo Piano di investimenti 2019-2023. Le risorse serviranno a sostenere progetti nei diversi campi di attività del gruppo, dall’ambiente alle reti idriche, da quelle elettriche al teleriscaldamento, dall’illuminazione pubblica all’efficienza energetica dalle smart city alla sicurezza informatica, interessando circa 900.000 abitanti…

Leggi tutto…

La nuova adduttrice avrà uno sviluppo complessivo di 47 chilometri e metterà a disposizione di alcuni quartieri di Bari e di tre comuni del suo l’hinterland le acque potabilizzate provenienti dall’impianto del Locone, in provincia di Barletta-Andria-Trani. Le procedure di gara per la sua realizzazione, per la quale è previsto un investimento di 80 milioni di euro, partiranno il prossimo anno …

Leggi tutto…

Delle risorse, parte delle quali provenienti dal ministero dell’Ambiente, che saranno investite in un arco di 5 anni, beneficeranno 105 comuni della regione per portare avanti interventi di efficientamento della rete di distribuzione, con particolare attenzione alla lotta alle perdite idriche, potenziamento delle fognature e realizzazione di depuratori …

Leggi tutto…

Oltre 22 Km di nuova condotta Ponso-Montagnana-Pojana Maggiore e un serbatoio da 10.000 mc, per un investimento di 25 milioni di euro. Pubblicato il bando di gara per realizzare le opere che porranno fine all’emergenza PFAS per Montagnana e l’area berica …

Leggi tutto…

Saranno conclusi entro la prossima estate i lavori di sostituzione delle condotte avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno e della Valdelsa nel centro storico del comune in provincia di Siena. Si tratta di due diversi interventi finalizzati a eliminare le perdite di rete su una porzione di infrastrutture datata. Nel complesso saranno sostituiti più 2 chilometri di rete, con un investimento di oltre 550.000 euro…

Leggi tutto…