Gaia rinnova il collettore di Viareggio

Si farà ricorso anche alla tecnologia no-dig nell’intervento messo a punto da Gaia per sostituire un tratto di condotta fognaria a Viareggio (Lucca). L’intervento, appena approvato dal Consiglio di Amministrazione del gestore idrico del Nord della Toscana, interessa una delle principali condotte in pressione che riguardano la zona di Migliarina, ormai da sostituire perché obsoleta.

Un tratto, più nello specifico, che si estende per circa 1,5 chilometri, sarà sostituito da nuove condotte con un diametro maggiore, che permetteranno anche di smaltire portate superiori. La nuova condotta collegherà una stazione di sollevamento all’impianto di depurazione a servizio di Viareggio seguendo un tracciato diverso da quello delle tubazioni esistenti.

L’intervento permetterà di rendere più efficiente il lavoro dell’impianto di pompaggio e garantirà, al tempo stesso, una drastica riduzione dei consumi energetici dello stesso impianto.

Andando un po’ più in dettaglio, 1,4 chilometri del nuovo collettore in pressione saranno realizzati con condotte in ghisa da DN 400. Nel suo percorso la nuova rete incrocerà la SS Via Aurelia e l’autostrada A12. Per l’attraversamento delle due arterie stradali verranno utilizzate tubazioni in PEAD che saranno posate con la tecnica senza scavo della Trivellazione Orizzontale Controllata (TOC). Un altro attraversamento, invece, quello del Fosso Farabola, sarà realizzato mediante una tubazione in ghisa DN 350 opportunamente staffata.

Le condotte saranno posate a una profondità di 1,5 m, profondità che arriverà a 2 m quando il tracciato dovrà evitare interferenze con altri sottoservizi già presenti, quali la rete distribuzione gas, quella di distribuzione idrica, un elettrodotto Enel, la linea per l’illuminazione pubblica, la rete telefonica e le condutture delle acque bianche.

Insieme alla posa della nuova condotta fognaria, sarà rinnovato anche un tratto della rete acquedotto, per un valore complessivo dell’intervento di circa 900.000 euro.

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

protezione

Quanto è importante la protezione meccanica delle tubazioni? Soprattutto in condizioni estreme, come quelle che si verificano durante gli attraversamenti trenchless, diventa una priorità inderogabile garantire alla tubazione una protezione che ne preservi la sua integrità nel tempo. In questo tipo di posa, infatti, le condotte sono suscettibili a graffi e abrasioni che possono comprometterne la protezione anticorrosiva. È anche necessario che la protezione meccanica aderisca perfettamente così da evitare che gli sforzi subiti possano staccarla dal tubo….

Leggi tutto…

Dopo una fase pilota, limitata lo scorso anno ad alcune strade, il progetto Aquarius per la ricerca delle dispersioni si estende a tutta la città. Già installati 170 sensori che monitorano le reti rilevando il rumore di eventuali fuoriuscite di acqua, così da individuare le tubazioni ammalorate. Un’attività che nel prossimo quinquennio toccherà 1700 km di tubazioni di Brescia e di alcuni comuni della sua provincia….

Leggi tutto…

È la tecnologia no-dig della Trivellazione Orizzontale Controllata la soluzione scelta dal gestore idrico del Lazio meridionale per rinnovare parte della rete di distribuzione dell’acqua a servizio della città in provincia di Latina. I lavori vedranno la posa di 1,5 chilometri di rete principale e di 2 chilometri di condotte di distribuzione e saranno realizzati in 6 mesi….

Leggi tutto…

L’intervento di riqualificazione interessa un tratto di 2 chilometri del sistema di collettamento dei reflui che passa sotto due delle principali arterie della città, viale Stucchi e viale delle Industrie. Per effettuarlo, il gestore idrico ha scelto la tecnica no-dig del relining, in modo da minimizzare l’impatto sulle tante attività economiche dell’area. I lavori andranno avanti per 3/5 mesi e saranno realizzati con un investimento di 3,6 milioni di euro…

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2020, 28-29 Ottobre 2020 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Il risanamento di condotte tramite i giunti di riparazione in due pezzi senza interruzione del servizio”
Per saperne di più…

Leggi tutto…