Gas fondamentale per la transizione energetica. Parola di Arera

Gas naturale: vettore di transizione verso le rinnovabili

Il gas naturale rappresenta «un ineludibile vettore di transizione verso le fonti rinnovabili per la capacità di assistere i sistemi energetici nella conversione da tecnologie più emissive e in questo contesto Arera ritiene che le infrastrutture gas rappresenteranno anche nel medio termine un investimento rilevante e strategico». È quanto dichiarato da Stefano Besseghini, presidente dell’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera), intervenendo alla presentazione della Relazione annuale 2019 dell’Autorità a Palazzo Montecitorio. Si tratta della prima presentazione della quarta Consiliatura dell’Autorità, iniziata ad agosto dello scorso anno, con l’insediamento del nuovo Collegio presieduto, appunto, da Besseghini.

E il presidente non ha mancato di sottolineare come lo sviluppo del gas naturale sia in grado di garantire quella stabilità e diversificazione della fornitura che costituisce ancora un elemento di sicurezza per ogni sistema energetico.

Elettrificazione dei consumi: non mancheranno le difficoltà

Besseghini ha inoltre dichiarato che Arera riconosce che il processo di elettrificazione dei consumi determinerà una notevole pressione in termini di switching tecnologico, soprattutto in quelle situazioni dove condizioni climatiche e difficoltà logistiche nella realizzazione delle reti di distribuzione gas renderanno sfavorevole il bilancio costi-benefici.

Obiettivo trasporto gas: allinearsi con l’Europa

Per quanto riguarda il trasporto, il contesto di riferimento è quello europeo e l’Autorità intende superare le barriere esistenti per allineare sempre più stabilmente il prezzo del mercato italiano con quello delle principali borse del Continente, promuovendo corrispettivi di trasporto più efficienti e rispondenti ai costi. In questo senso, l’implementazione del Regolamento istitutivo del Codice di rete relativo a strutture tariffarie armonizzate per il trasporto del gas deve avvenire coerentemente con il comune obiettivo di contribuire all’integrazione del mercato, a migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento e a promuovere l’interconnessione tra le reti del gas. «L’Autorità ha recentemente osservato che il comportamento di alcuni Stati sembrerebbe portare alla formazione di barriere di entrata nei rispettivi sistemi di trasporto, operando così scelte opposte rispetto agli auspici richiamati», ha sottolineato Besseghini. Per questo Arera ha avviato le necessarie interlocuzioni e intende contribuire attivamente allo sviluppo del dibattito istituzionale sul prossimo “pacchetto gas”.


Leggi anche

Il gas 100% green prodotto dalla multiutility piemontese sarà immesso nella rete di distribuzione gas del comune di Pinerolo. Si tratta di biogas che l’azienda, pioniera del settore, produce nel suo Polo ecologico dal trattamento anaerobico della parte organica dei rifiuti urbani. Entro marzo 2020, inoltre, sarà pronto un secondo impianto, sempre realizzato in collaborazione con Hysytech Srl…

Leggi tutto…

Le due società, tra i principali operatori della distribuzione gas in Italia e Francia, hanno siglato una partnership per lo scambio di esperienze nella gestione delle reti. Diversi i temi sui quali collaboreranno, dallo sviluppo e digitalizzazione delle infrastrutture alla sicurezza, dal potenziamento del biometano alla ricerca sulle tecnologie power-to-gas, dall’iniezione di idrogeno nelle reti alla mobilità sostenibile a metano/biometano.

Leggi tutto…

L’intervento prenderà il via a breve. Prevede la posa in totale di 4300 metri di nuove condotte e ha come obiettivo di completare la metanizzazione del comune della provincia di Bari, garantendo il servizio a quelle porzioni della cittadina che ancora ne sono prive. Inoltre, saranno posati anche 1200 metri di tubazioni in media pressione per sostituire quelle esistenti in uscita dalla cabina Remi…

Leggi tutto…

I due gruppi hanno sottoscritto un term sheet per il riassetto delle attività di distribuzione gas e lo sviluppo di una società di commercializzazione dell’energia nei territori di Veneto, Friuli e Lombardia. Grazie a questa operazione, Ascopiave cresce nella distribuzione gas, diventando il primo operatore del Nord-Est, mentre Hera supera il target dei 3 milioni di clienti energy…

Leggi tutto…

Il gestore della rete gas nazionale ha ottenuto un finanziamento di 25 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti per alcuni progetti nel campo della mobilità sostenibile a gas e biometano. Le risorse serviranno a realizzare 101 stazioni di rifornimento di gas naturale compresso e 9 di gas liquefatto e compresso in tutta Italia…

Leggi tutto…