Geal pubblica il bando per un nuovo collegamento fognario a Lucca

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea l’avviso di gara di Geal per la realizzazione del collegamento fognario Nozzano – Pontetetto, a Lucca. L’opera è stata progettata dall’azienda, che gestisce il servizio idrico nella città Toscana, per superare il grave problema della mancanza di fognature nella zona dell’Oltreserchio. Ora si spera di poter affidare i lavori entro qualche mese, in modo da avviarne la realizzazione entro l’anno per concluderla nel giro di circa 24 mesi.

Quella in programma è una delle più rilevanti opere ambientali per il territorio lucchese. Il collegamento Nozzano – Pontetetto, dimensionato per circa 9000 abitanti, una volta concluso permetterà di procedere con ulteriori estensioni della rete fognaria nelle località dell’Oltreserchio. Inoltre, consentirà di mettere in funzione la rete già realizzata in località Nozzano, ma ancora priva di collegamento con il sistema di depurazione.

Più nello specifico, il progetto prevede il collettamento dalla centrale delle Cateratte sino alla stazione denominata Santeschi che a sua volta conferisce i reflui al depuratore di Pontetetto. Per raggiungere tale obiettivo verranno costruite una nuova condotta di fognatura e 4 nuove stazioni di sollevamento, oltre a procedere con il potenziamento di una centralina esistente e il relining di una porzione della condotta a gravità che proprio dalla centrale Santeschi arriva al depuratore di Pontetetto. I 4 nuovi impianti di sollevamento fognario saranno realizzati in posizioni strategiche nell’ottica di una gestione globale dell’intero sistema. Le stazioni infatti saranno utilizzate quali punti di raccolta di piccoli bacini di fognatura nera limitrofi alle centrali stesse.

Rilevante è anche l’importo previsto, circa 10 milioni di euro, parzialmente finanziati con i fondi dell’Accordo di programma quadro tutela delle acque e gestione integrata delle risorse idriche del 28 gennaio 2006.


Leggi anche

Le opere interessano le marine di Taviano e Racale, in provincia di Lecce, e prevedono la posa di 16 chilometri di rete fognaria, 9 di collettori fognari e 5 di connessione ai 5 impianti di sollevamento. I lavori, finanziati da regione Puglia, saranno completati entro il prossimo giugno, in tempo per l’avvio della stagione balneare…

Leggi tutto…

L’investimento supporterà una serie di interventi finalizzati a garantire l’approvvigionamento idrico della cittadina in provincia di Firenze e a rendere efficiente il sistema di raccolta e trattamento dei reflui. I lavori, che saranno realizzati in un arco temporale di 5 anni, prevedono il rinnovo di parte della rete di distribuzione, l’ammodernamento dell’impianto di depurazione e della rete fognaria e la costruzione del collettore…

Leggi tutto…

Il CdA del gestore idrico della Puglia ha deliberato una nuova tornata di appalti per opere nel campo della depurazione e delle reti idriche e fognarie. Tra le più significative, l’ammodernamento dell’impianto di depurazione di Martina Franca, in provincia di Taranto, dove si parte da una base d’asta di 11 milioni di euro, e il completamento de sistema di raccolta dei reflui a Salve, nel Salento…

Leggi tutto…

Avviati i lavori per la realizzazione e la razionalizzazione del sistema fognario di San Pierino, frazione del comune in provincia di Firenze. L’opera, del valore di 1,2 milioni di euro, nasce per porre fine agli scarichi in ambiente. Prevede infatti la costruzione di 4 nuovi chilometri di condotte alle quali verranno allacciate le utenze esistenti, che consentiranno di far confluire i reflui verso il depuratore Cuoiodepur che sorge a San Miniato…

Leggi tutto…

Conclusi i lavori, per un valore di 2,2 milioni di euro, del secondo lotto del progetto La Vettola-San Piero, avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno per dotare le due frazioni di una rete fognaria e garantire il collettamento di tutti i reflui fognari provenienti dalla zona sud-est della città verso il sistema depurativo…

Leggi tutto…