Gesam estende la rete gas nel lucchese


Al via i lavori per l’estensione delle reti di distribuzione del metano a Capannori, in provincia di Lucca. I lavori riguardano, nello specifico, le frazioni di San Ginese di Compito e Castelvecchio di Compito e saranno eseguiti da Gesam, azienda che gestisce la distribuzione gas in alcuni comuni del lucchese.
Per quanto riguarda San Ginese di Compito i lavori prevedono la posa, in totale, di oltre 3,5 chilometri di condotte, per un investimento di poco inferiore ai 700.000 euro. A Castelvecchio di Compito l’estensione della rete del metano riguarderà alcune strade, per la posa complessiva di circa 2 chilometri di condotte con una spesa di 300.000 euro. Il termine dei lavori è previsto per la fine del prossimo gennaio a San Ginese di Compito ed entro l’anno per Castelvecchio di Compito.
Interventi importanti che permetteranno di raggiungere con il servizio numerose abitazioni del Compitese, che attendono da tempo, e vanno a completare un piano che l’azienda e il Comune stanno portando avanti da qualche anno. I nuovi lavori si aggiungono, infatti, a quelli già realizzati per estendere la rete di distribuzione del metano, sempre nel Compitese, lungo la via Sarzanese Valdera a Colle, Pieve e Castelvecchio di Compito per un tratto di circa 4,5 chilometri.


Leggi anche

Annunciata a giugno, l’operazione riguarda l’acquisizione da Cpl Concordia del 60% European Gas Network, alla quale fanno capo indirettamente 37 concessioni in Sicilia, Calabria e Campania, e del 100% di Fontenergia, concessionaria della distribuzione nel Bacino 22 della regione Sardegna, e di Naturgas, attiva a San Giuseppe Vesuviano (Napoli)…

Leggi tutto…

La società del gruppo Gas Plus, quarto produttore nazionale di gas, si è aggiudicata la gara bandita dal Comune per la vendita di Rete Gas Fidenza, la municipalizzata che si occupa della distribuzione gas nella cittadina e proprietaria della rete. Gp Infrastrutture ha vinto il bando con un’offerta di 14 milioni di euro, accompagnata da un programma di espansione dell’infrastruttura …

Leggi tutto…

All’incontro con gli stakeholder, la società ha presentato tre iniziative sui temi dell’innovazione e transizione energetica e dell’impresa sociale: il progetto Snamtec, nel quale investirà 850 milioni di euro entro il 2022 per costruire l’azienda energetica del futuro, rinnovabile, tecnologica e digitale; la Social Supply Chain, per coinvolgere le imprese sociali nella catena di fornitura; la piattaforma Snam Up, che consentirà a ognuno di proporre nuovi progetti e sviluppare imprenditorialità…

Leggi tutto…

I risultati consolidati al 30 settembre vedono l’utile netto crescere del 6,1% a 226,4 milioni, e di quasi il 9% l’utile operativo. Sui ricavi, che ammontano a 880,7 milioni, generati soprattutto dalle attività di distribuzione gas. Nello stesso periodo sono stati investiti 349 milioni di euro, dei quali la quota maggiore per l’installazione degli smart meter: 1.386 milioni quelli posati nei 9 mesi, portando il totale a 4.283 milioni, pari al 53,2% dell’intero parco contatori …

Leggi tutto…

La multiutility, attiva nella distribuzione gas in 90 comuni veneti, sta valutando l’ipotesi di uscire dalla vendita di energia e gas per concentrarsi sul servizio di distribuzione gas. In tale strategia entrerebbe l’alleanza con Italgas, una delle possibili soluzioni allo studio, che porterebbe alla nascita di una nuova realtà locale del valore di un miliardo di euro …

Leggi tutto…