GORI estende la rete fognaria di Nocera Inferiore

Continuano le azioni per il risanamento del bacino idrografico del fiume Sarno. Hanno appena preso il via i lavori di un’altra importante tappa del grande progetto Energie per il Sarno, finalizzato alla bonifica del fiume campano, tristemente noto per i suoi elevati livelli di inquinamento. Progetto frutto della sinergia tra Regione Campania, Ente Idrico Campano (EIC) e GORI, il gestore idrico di 76 comuni tra le province di Napoli e Salerno.

 

L’estensione della rete

I lavori appena partiti interessano la cittadina di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno. Prevedono:

  1. l’eliminazione di una serie di scarichi inquinanti nei canali di bonifica
  2. la costruzione della rete fognaria in una zona che ne è completamente sprovvista.

Nello specifico, le opere consentiranno la realizzazione di una nuova rete fognaria della lunghezza di 3,6 km. Questo permetterà di estendere il servizio di raccolta e depurazione dei reflui a 2600 abitanti che prima non potevano beneficiare di tale servizio. Un tassello importante che si aggiunge al grande obiettivo della bonifica del fiume da concludere entro il 2025.

I costi dei lavori sono pari a 2,5 milioni di euro e sono finanziati nell’ambito del Piano Operativo Ambiente Fsc 2014-2020 del quale EIC è soggetto beneficiario.

 

Un grande progetto di risanamento ambientale

L’intervento si inserisce tra le opere di risanamento ambientale e igienico- sanitario del bacino idraulico sotteso al versante occidentale del Monte Citola. Queste, insieme a quelle in corso nel territorio Agro Nocerino-Sarnese, perseguono l’ambizioso obiettivo del potenziamento del servizio e del superamento dell’emergenza ambientale che affligge il fiume Sarno e i suoi affluenti.

Un progetto, del quale GORI è soggetto esecutore, che complessivamente prevede:

  • ammodernamento degli impianti di depurazione
  • estensione delle reti fognarie
  • realizzazione dei collettamenti tra queste e gli impianti di trattamento dei reflui.

Un’opera tra le più imponenti in Europa, del valore totale di 247 milioni di euro, che sta già portando a un netto miglioramento delle acque nel Golfo di Castellammare.

 

Una sfida da vincere

«A Nocera Superiore è stato lanciato un altro segnale importante nella direzione della concreta risoluzione delle principali criticità ambientali della Campania – ha commentato Luca Mascolo, presidente dell’EIC -. In questo territorio la sinergia con la Regione Campania e il gestore del servizio idrico Gori sta producendo risultati concreti. Risultati sia per il risanamento delle reti idriche e fognarie sia nella battaglia per la bonifica integrale del bacino idrografico del Sarno che vogliamo vincere entro il 2025».

 


Leggi anche

La multiutility con Enea e l’Università di Bologna ha sperimentato presso il depuratore di Cesena un innovativo sistema smart che consente di gestire e ottimizzare il riuso delle acque trattate in base alle caratteristiche qualitative e alle esigenze idriche e nutrizionali delle singole colture in campo. Con risultati molto positivi sia in termini di risparmi di acqua e concimi sia di sicurezza dei prodotti, delle colture e del suolo …

Leggi tutto…

Saranno realizzati con un investimento di 2,3 milioni di euro i lavori per l’adeguamento dell’impianto, il principale dei due, a servizio del comune in provincia di Pisa. Lavori indispensabili per superare alcune carenze impiantistiche e per aumentare la capacità di trattamento del depuratore in vista di nuovi allacciamenti alla rete fognaria. Tra le principali opere che saranno realizzate un nuovo comparto di ossidazione e una nuova vasca di sedimentazione biologica…

Leggi tutto…

Molto positivi i risultati del bilancio di esercizio relativo al 2021, con il valore economico generato pari a 650,8 milioni di euro, con un incremento dell’8% rispetto all’anno precedente e investimenti per circa 223,8 milioni. La quota maggiore di risorse, circa 79,3 milioni, è andata all’acquedotto, seguito da depurazione, 63,7 milioni, e fognature, 62,4 milioni…

Leggi tutto…

L’esposizione ai fenomeni meteorologici incide sulla funzionalità, efficienza e sicurezza infrastrutturali della gestione del servizio idrico integrato. Utilizzare strumenti avanzati, ma intuitivi, di monitoraggio meteorologico consente di prevedere e mitigare questo impatto. Ma quali sono oggi le piattaforme, le applicazioni e le soluzioni digitali per il monitoraggio meteo-climatico e il supporto decisionale nei processi delle Utility?…

Leggi tutto…

Xylem, leader mondiale nelle tecnologie per gestione dell’acqua, ha presentato alla fiera internazionale IFAT Monaco, « Xylem Vue », una piattaforma di soluzioni digitali integrate che – combinando tecnologie, sistemi e servizi intelligenti all’esperienza di oltre 100 anni nella risoluzione dei problemi legati all’acqua – consente alle utility di ottenere risultati rivoluzionari nel servizio alle loro comunità….

Leggi tutto…