Gori potenzia le reti idriche e fognarie di Mercato San Severino

Sono partiti i lavori di Gori per il potenziamento delle reti idriche e fognarie a servizio del comune di Mercato San Severino, in provincia di Salerno. Due diversi interventi che puntano, rispettivamente, a migliorare la qualità della distribuzione dell’acqua potabile e a completare l’infrastruttura di raccolta delle acque reflue.

Interventi sulle reti idriche: cantiere di Oscato

Per quanto riguarda le reti idriche, due i cantieri avviati nel comune di Mercato San Severino dal gestore del ciclo idrico dell’ambito Sarnese-Vesuviano. Il primo interessa la località Oscato e consiste nella posa di nuove condotte in ghisa sferoidale per circa 300 metri. A questo si aggiunge la costruzione di una camera di manovra con all’interno una idrovalvola che permetterà di effettuare la regolazione idrica della località Oscato, migliorando così il servizio non solo in questa frazione, ma anche nelle località Corticelle e Monticelli.

Interventi sulle reti idriche: cantiere di via Campi

Il secondo cantiere interessa invece via Campi, dove saranno posati circa 2,3 chilometri di nuove tubazioni. L’intervento che la società sta realizzando in sinergia con la Provincia di Salerno consentirà di migliorare la distribuzione dell’acqua nella stessa strada, ma anche di potenziare il servizio idrico nella località Corticelle, un’area particolarmente in quota rispetto al resto del territorio comunale, ponendo fine al problema della bassa pressione. I due cantieri verranno realizzati con un investimento complessivo di circa 600.000 euro.

Interventi sulle reti fognarie

Sempre in collaborazione con la provincia di Salerno la società sta eseguendo anche le opere sulle reti fognarie. Opere che riguardano il completamento della rete e che si inseriscono nell’ambito del più vasto progetto P.O.R. Campania Risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali della provincia di Salerno, finalizzato al corretto collettamento dei reflui e al loro recapito a depurazione. I lavori al momento sono partiti da due strade del centro di Mercato San Severino. Saranno poi estesi alla frazione Sant’Eustachio per completare l’intero schema dell’infrastruttura fognaria. Con questo intervento dunque il servizio di raccolta dei reflui verrà esteso all’intero territorio comunale, verranno inoltre rifunzionalizzate le condotte esistenti e ricostruiti e riabilitati i recapiti. In questo modo Gori chiuderà ed eliminerà definitivamente tutti gli scarichi superficiali in ambiente, con un grande beneficio sotto il profilo igienico e ambientale.


Leggi anche

Lavori Acque Veronesi

La società riapre i cantieri ripartendo da due opere strategiche per il territorio. La prima riguarda gli interventi conclusivi per la messa in sicurezza idraulica della Veronetta, quartiere di Verona che sorge sulla sponda sinistra dell’Adige. La seconda la realizzazione della dorsale Belfiore-Lonigo, che approvvigionerà con acqua pura e di qualità i territori della provincia di Verona, Vicenza e Padova colpiti dall’emergenza Pfas…

Leggi tutto…

I lavori, avviati a metà marzo e conclusi un mese dopo, hanno interessato un tratto fuori terra della condotta del Mille che approvvigiona la città. L’intervento si è reso necessario perché la condotta, già molto deteriorata, ha subito un ulteriore danneggiamento in una sua curva, che metteva a rischio la continuità del servizio. I tecnici sono intervenuti realizzando dei pezzi speciali su misura che poi hanno applicato alla tubazione mettendola in sicurezza…

Leggi tutto…

Grazie al protocollo messo a punto nell’ambito del consorzio Viveracqua, che prevede lo sviluppo di un piano anti-contagio per ogni singolo intervento, riprendono in piena sicurezza i lavori bloccati per via dell’emergenza sanitaria. Si tratta in totale di 62 interventi, tra i cantieri da riavviare e quelli in consegna per un valore complessivo di oltre 59 milioni di euro…

Leggi tutto…

I 12 gestori idrici pubblici del consorzio hanno sbloccato le procedure di gara rallentate per l’emergenza: si tratta di spese per più di 100 milioni che includono lavori e forniture. Per garantire la massima sicurezza dei cantieri che si apprestano a ripartire, inoltre, hanno messo a punto un piano coordinato che prevede controlli a tutti i livelli e l’adozione di specifiche misure anti-contagio…

Leggi tutto…

È quanto prevede lo studio, Manuale della Siccità, presentato dalla Federazione in occasione della Giornata mondiale dell’acqua. La quota maggiore, 3,9 miliardi, sarebbe da destinare a Sud e isole, seguite dal Centro, 1,9 miliardi e dal Nord, 1,3 miliardi. Tra le opere da realizzare, nuovi serbatoi, approvvigionamenti, interconnessioni tra acquedotti, ma essenziale è la lotta alle dispersioni e il riutilizzo delle acque reflue trattate…

Leggi tutto…