Grandi attrezzi per grandi raccordi

 
 
Il peso è senz’altro il primo aspetto che condiziona il modo di gestire un raccordo piuttosto che un altro, ma ad esso si aggiungono altri due aspetti: la qualità del giunto saldato e la sicurezza sul lavoro.

In questa sede approfondiremo solo il primo punto: la qualità del giunto saldato, considerato che la questione relativa alla sicurezza sul lavoro necessita di un maggiore approfondimento.

 

Il processo di saldatura di raccordi di grande diametro, per esempio dal diametro 630 mm in poi, è uguale a quello necessario alla saldatura di raccordi di piccole dimensioni? Ovviamente no!  L’esperienza sul campo dimostra che l’utilizzo dei giusti attrezzi è di fondamentale importanza per ottenere una giunzione affidabile nel tempo.

Plastitalia ha sviluppato una serie di attrezzi per tubazioni di grande diametro, che aiutano le imprese e gli installatori nel lavoro quotidiano fornendo loro i mezzi per il raggiungimento di due obbiettivi: una giunzione affidabile e il risparmio di tempi di lavoro.

Tra le azioni fondamentali da compiere durante l’installazione di raccordi di grande diametro (e non solo) vi è l’eliminazione dello strato esterno ossidato dai tubi in PE prima di inserirli nel bicchiere del raccordo ove è presente l’area di fusione. Molti attrezzi sono disponibili sul mercato per raccordi di “piccole” dimensioni ma solo pochi prodotti sono stati progettati per operare su tubi di grande diametro. Plastitalia ha progettato e sviluppato il raschiatore per un lavoro veloce e affidabile in cantiere. Esso può essere utilizzato su tubi di differente SDR con diametri compresi tra 900 e 1.200 mm. Un sistema di auto-centraggio assicura che la lama agisca sull’intera superficie esterna del tubo con la medesima forza dovuta al precarico e dando garanzia che la giusta quantità di materiale degradato sia asportata (circa 0.2 mm) in maniera uniforme. L’utilizzo è molto semplice e una robusta madrevite e barra filettata sono in grado di garantire una lunga vita di servizio all’attrezzo rendendo soddisfatto, al contempo, l’utilizzatore.

 

Certamente i tubi di grande diametro sono anche pesanti e l’uso di specifici rulli progettati per alzare, spostare di lato o abbassare i tubi possono rendere semplice la vita degli addetti negli scavi.

Questa è la ragione per cui il reparto di Ricerca e Sviluppo di Plastitalia ha speso tempo e risorse nel progettare questo tipo di rulliere/allineatori in cui i pistoni idraulici, comandati manualmente, possono essere usati per regolare la posizione dei tubi che vi sono appoggiati sopra.

Sono disponibili per tubi di diametro da 400 a 1.200 mm e per ogni classe di SDR.

Duttilità e flessibilità sono due caratteristiche fondamentali nel mondo delle tubazioni in PE. Per questi grandi vantaggi, a volte, c’è un prezzo da pagare. Il più comune, a causa della flessibilità, è l’ovalizzazione del tubo.

Un tubo che mostra questo tipo di difetto (che per una certa quantità è previsto nella norma di prodotto) potrebbe non essere facilmente utilizzato con i raccordi elettrosaldabili ma, in ogni caso, le dimensioni dei tubi sono progettate per resistere alle forze interne dovute all’applicazione della pressione quando sono perfettamente circolari.

Allo scopo di aiutare gli operatori in cantiere a far scivolare facilmente i tubi nel bicchiere dei raccordi elettrosaldabili, Plastitalia ha preparato uno speciale riarrotondatore fatto in acciaio zincato.

La struttura è veramente robusta e rende questo attrezzo utilizzabile su tubi aventi SDR 11 e superiore e con un diametro esterno da 800 a 1.200 mm. Sono necessari solo una normale chiave inglese e la forza umana per riportare alla loro forma originale tubi che non si presentano più circolari.


Leggi anche

L’Azienda RITMO S.P.A. fondata nel 1979 da Renzo Bortoli, ha offerto agli oltre 100 dipendenti una serata di festa con una cena all’aperto, musica e cabaret. Una cornice incantevole per una foto ricordo, ma soprattutto per gioire e ricordare tanti aneddoti. …

Leggi tutto…

Comunicato stampa – I cittadini di Cava Manara potranno presto beneficiare di un significativo miglioramento della qualità dell’acqua che arriva nelle loro case. E’ infatti imminente l’entrata in esercizio della nuova vasca di compenso realizzata a supporto dell’impianto di potabilizzazione comunale. …

Leggi tutto…

La società ha acquisito la partecipazione residua del precedente gestore Giemme Gestione Multiservice, e ora è il gestore unico del servizio nel comune lombardo. La rete di teleriscaldamento di Cinisello serve 18.000 abitanti, fornendo circa 50 GWh termici all’anno, garantendo una riduzione di oltre il 25% di emissioni di CO2 e NOx rispetto alle tradizionali caldaie…

Leggi tutto…

La società, che gestisce la distribuzione gas in una ventina di comuni tra Campania e Basilicata, ha completato lo sviluppo di una rete che consentirà di portare il servizio nelle due località montane in provincia di Salerno. La rete, cofinanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico, si sviluppa per oltre 22 chilometri e a breve sarà completata delle ultime diramazioni…

Leggi tutto…

L’azienda del Gruppo Maggioli ha siglato con Vodafone un accordo che prevede il completamento della copertura della nuova rete cellulare NB-IoT su tutto il territorio nazionale. Il sistema, denominato SMAQ, in corso di installazione in alcuni zone della provincia ovest di Milano e nella provincia di Roma, consentirà ai gestori delle reti idriche di adempiere a quanto ARERA ha imposto per ottimizzare il servizio in termini di trasparenza verso il consumatore e risparmio della risorsa idrica…

Leggi tutto…