sede AQP

Grandi risultati per Acquedotto Pugliese nel 2019

Anno di grandi risultati il 2019 per Acquedotto Pugliese. A dirlo i numeri del bilancio relativo allo scorso esercizio, appena approvato dal Consiglio di amministrazione del gestore idrico della Puglia.

Bilancio chiuso con un valore della produzione salito a 563,5 milioni di euro, 15,3 milioni in più rispetto a quello del 2018, e con un utile netto di 29,5 milioni, anche questo in crescita di 7 milioni sull’esercizio precedente. Utile che per volontà dell’azionista, ovvero Regione Puglia, resterà nelle casse dell’azienda per il costante miglioramento del sistema idrico e a sostegno degli investimenti.

Palazzo dell'acquaE a proposito di investimenti, anche questi sono cresciuti nel corso dello stesso anno: ben 160 milioni di euro rispetto ai 146,8 milioni dei 12 mesi precedenti. La quota maggiore di tali risorse, per l’esattezza ben 65 milioni, è andata a sostegno dei piani di potenziamento e ammodernamento degli impianti di depurazione.

Seguono gli investimenti sulle infrastrutture idriche, pari a 44 milioni, e sulle reti fognarie, con una somma simile, 42 milioni di euro, mentre 9 milioni sono stati destinati alla copertura di altre spese.

Attività che hanno generato un valore aggiunto distribuito agli stakeholder pari a 241 milioni di euro, anche questo in crescita di 8 milioni sullo scorso anno.

«Acquedotto Pugliese si conferma punto di riferimento della comunità servita e si consolida come motore a sostegno della crescita sociale ed economica del territorio, promuovendo modelli virtuosi di gestione ecosostenibile – ha commentato Simeone di Cagno Abbrescia, presidente della società -. Tali risultati sono stati raggiunti nonostante una tariffa tra le più basse d’Europa e stabilita da un’Autorità terza e indipendente. A fare la differenza è, dunque, la qualità del lavoro svolto. Un ringraziamento speciale, pertanto, a tutte le persone di Acquedotto Pugliese».


Leggi anche

Il nuovo impianto permetterà di fare fronte al picco di produzione che si verifica nei mesi estivi, quando nel comune della Costa verde, nella parte sudoccidentale dell’isola, si concentrano i flussi turistici. Entro l’estate il via ai lavori che si concluderanno in 5 mesi …

Leggi tutto…

Inaugurato e in funzione l’impianto realizzato dal gestore idrico della provincia di Monza e Brianza presso il depuratore San Rocco di Monza. Realizzato con un investimento di 4,6 milioni di euro, è frutto della partnership con Acsm Agam e produce elettricità, interamente utilizzata per alimentare le linee dello stesso depuratore e calore, che viene immesso nella rete di teleriscaldamento cittadina …

Leggi tutto…

Il documento di previsione e programmazione per l’anno in corso, approvato dal Consiglio di amministrazione del gestore idrico della provincia di Lecco, prevede investimenti per 25,6 milioni, concentrati soprattutto nel settore depurazione. 5,5 milioni sono dedicati alle manutenzioni, mentre l’installazione di misuratori smart verrà estesa a nuovi comuni …

Leggi tutto…

Il gestore idrico della Puglia ha presentato il progetto di un impianto di sollevamento da realizzare nella città di Bari. Il nuovo impianto sorgerà sul lungomare sud della città, nei pressi di quello esistente, che raccoglie i reflui di diversi quartieri cittadini per convogliarli al depuratore Bari Est, e potenziarne le performance. L’investimento previsto è di 20,4 milioni di euro…

Leggi tutto…

Infrastrutture, sostenibilità e innovazione al centro del documento, presentato a Grosseto nella sede del gestore idrico dell’Ato 6 Toscana. Insieme al potenziamento di reti e impianti previsto un forte impegno nella digitalizzazione dei servizi, alla quale è destinato l’11% del budget, con l’installazione di 130.000 smart meter, nella riduzione dei fanghi di depurazione e nello sviluppo di progetti di economia circolare…

Leggi tutto…