Gruppo CAP è campione di sostenibilità ed entra nelle “green stars 2021”

Gruppo CAP è “green star” d’Italia, campione di sostenibilità 2021. Seconda classificata nella categoria “Reti Energia e Acqua”, tra giganti come Snam e Terna Rete Italia, la water utility lombarda che gestisce il servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano è stata inserita tra le 200 realtà italiane che si sono distinte per le strategie e l’impegno sviluppato in 5 ambiti specifici: innovazione, tecnologia, sostenibilità ecologica, green economy, sostenibilità sociale.

A stabilirlo è la più grande ricerca mai realizzata in Italia sulla sostenibilità, condotta dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza (ITQF) in collaborazione con l’Istituto Management e Ricerca Economica (IMWF) di Amburgo, che ha analizzato più di 2.000 aziende italiane per stilare la classifica delle “Green Stars – Sostenibilità 2021” in occasione dell’Earth Day, la giornata mondiale della Terra celebrata lo scorso 22 aprile.
 

La certificazione Green Star per Gruppo CAP

La certificazione “Green Star” conquistata insieme a colossi dell’industria mondiale come Ikea, Gucci, FCA, Pfizer Italia o Amazon, solo per citarne alcuni, ci dà la l’ulteriore consapevolezza di quanto sia stato importante adottare una strategia di sostenibilità in ogni ambito della nostra attività, commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP. Un riconoscimento che prende in considerazione la voce degli stakeholder e degli utenti, e quindi ancora più prezioso”.

Utilizzando il metodo del “social listening“, l’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza ha raccolto oltre un milione di citazioni sul web su 2.000 imprese monitorate nell’arco del 2020, così da valutare la loro reputazione online in materia di sostenibilità.

Parliamo di imprese che operano in tutti i settori chiave: alimentari e bevande; automotive, meccanica ed elettronica; beni di consumo; commercio; finanza; materiali e materie prime; servizi e trasporti. Solo un decimo di queste, 200 in tutto, ha ricevuto il bollino “Green Star – Sostenibilità 2021“. Dopo un’attenta analisi processata attraverso 5 sfere di competenza: innovazione, tecnologia, sostenibilità ecologica, green economy, sostenibilità sociale.
 

Secondo posto nella categoria “Reti Energia e Acqua”

Seconda classificata, tra Snam e Terna, nella categoria “Reti Energia e Acqua”, Gruppo CAP è l’unica azienda premiata nel settore del servizio idrico integrato. La certificazione “Green Star – Sostenibilità 2021” testimonia l’impegno di Gruppo CAP nell’ambito della transizione energetica secondo il Piano di Sostenibilità adottato nel 2019, che ha delineato una strategia di importanti investimenti di lungo termine che guardano al 2033.

Non ultimo quello della Biopiattaforma, progetto di simbiosi industriale che entrerà in funzione a Sesto San Giovanni nel 2023. Sarà un hub capace di coniugare in un unico impianto un termovalorizzatore e un depuratore. La biopiattaforma convertirà i fanghi di depurazione in energia pulita e bio-fertilizzanti, e trasformare la FORSU (frazione umida organica) in biometano. FORSU: combustibile green che riduce le emissioni di anidride carbonica del 97%.

Si tratta del primo impianto di termovalorizzazione autorizzato in Italia da quasi 10 anni a questa parte, che prevede un investimento di 47 milioni di euro.


Leggi anche

La società, con Gruppo G.I.V.A. e Rina, ha sperimentato la miscela per alimentare i forni per la lavorazione dell’acciaio nello stabilimento di Forgiatura A. Vienna a Rho, in provincia di Milano. Il test si è concluso con successo, non richiedendo nessuna modifica impiantistica e senza alcun impatto sulle apparecchiature e sulle caratteristiche del prodotto finale. Una soluzione che apre la strada a un futuro più green per l’industria siderurgica….

Leggi tutto…

Oltre 70 le realtà della distribuzione gas europee firmatarie di una lettera aperta alla Commissione Europea. Lettera nella quale si chiede di consentire la distribuzione nelle reti esistenti di miscele di idrogeno e gas naturale. Una soluzione fondamentale per accelerare la transizione energetica e per favorire lo sviluppo dell’offerta di idrogeno sul mercato….

Leggi tutto…

Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, ha spento il forno del termovalorizzatore. L’impianto, costruito negli anni ’80, verrà demolito per procedere alla realizzazione della Biopiattaforma, innovativo impianto green carbon neutral. I lavori inizieranno ad aprile. Presente alla cerimonia l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo e Riccardo Pase, presidente Commissione Ambiente della Regione…

Leggi tutto…

Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano prosegue sulla strada dell’economia circolare aderendo al progetto NO.W! “NO Waste” e permettendo alle persone dell’azienda di acquistare a prezzo scontato prodotti buoni ma non più vendibili nei circuiti della grande distribuzione e provvedendo a trasformare in energia quelli ormai giunti a fine ciclo…

Leggi tutto…

Sarà completato nel 2022 l’impianto di biodigestione che consentirà ad Alia Servizi Ambientali, che gestisce i servizi di igiene ambientale nell’ATO Toscana Centro, di produrre biometano dalla frazione organica dei rifiuti. L’impianto, che sarà il più grande d’Italia con questa tecnologia, sarà realizzato con un investimento di 30 milioni e permetterà di ottenere 11 milioni di metri cubi di gas green all’anno, attraverso il trattamento di 160.000 tonnellate di rifiuti organici….

Leggi tutto…