Gruppo CAP legge i consumi di acqua con i droni


Da sempre attento a tutte le opportunità di utilizzo di tecnologie innovative nella gestione del servizio idrico, Gruppo CAP, il gestore del servizio nei comuni dell’area della Città metropolitana di Milano, si appresta a utilizzare i droni per la lettura dei contatori.

Il progetto sperimentale prende il via in questo mese da Cinisello Balsamo, per essere esteso prossimamente ad altri nove comuni, con l’obiettivo di arrivare entro il 2019 a oltre 100 mila contatori installati con un investimento di 18 milioni di euro.

L’iniziativa, la prima del genere in Italia, permetterà così, grazie alla combinazione di droni e smart meter, di effettuare letture dei consumi effettivi a cadenza mensile, anziché annuale, e non più porta a porta, ma a distanza, nel totale rispetto della privacy degli utenti. I droni, ne verranno utilizzati due, pilotati a distanza sorvoleranno le case e, grazie a speciali sensori, cattureranno i segnali emessi dai contatori. In soli 10 minuti e con soli due voli, i droni raccoglieranno tutte le letture che il sistema computerizzato assocerà in tempo reale al codice cliente, in modo da generare una fatturazione più trasparente e precisa possibile, con l’ulteriore vantaggio di raggiungere anche le zone difficilmente accessibili.

Il progetto, realizzato con la collaborazione di Archon Technologies, Smart Metering e Watertech, aziende specializzate rispettivamente nella progettazione di droni e nella produzione di sistemi smart meter, prevede l’uso di velivoli senza pilota ultraleggeri del peso di 300 grammi, conformi all’impiego nei centri abitati, che sorvoleranno le abitazioni a un’altezza di 120 metri, nel rispetto delle norme di sicurezza.


Didascalia foto 1: Alessandro Russo, presidente Gruppo CAP


Leggi anche

Con una spesa complessiva di oltre 1,1 milioni di euro, il progetto prevede la realizzazione di circa 4km di rete adduttrice che dal campo pozzi di Ponte Priverno (nel Comune di Roccagorga) arriverà sino al serbatoio San Francesco (a Priverno). Nei giorni scorsi, il Sindaco di Priverno, Anna Maria Bilancia, ha incontrato lo staff di Acqualatina per fare il punto sui lavori in corso sulla condotta di collegamento Roccagorga-Priverno, sui pozzi di Roccagorga, sul recupero delle perdite di rete e sugli altri interventi previsti dal Piano degli Investimenti…

Leggi tutto…

I lavori, appena avviati, hanno come obiettivo la realizzazione di una nuova condotta, dell’estensione di 1,7 chilometri, che collega il vettore Casamassima-Canosa al nuovo serbatoio in modo da potenziare l’erogazione di acqua. La condotta sarà in ghisa sferoidale, con un diametro di 300 mm, e sostituirà il vecchio collegamento in calcestruzzo armato…

Leggi tutto…

Entro fine anno partirà la gara per la realizzazione di una nuova condotta dell’infrastruttura che garantisce parte dell’approvvigionamento idrico di Palermo. Una frana nel 2009 aveva spezzato un tratto della dorsale, da allora mai riparato per mancanza di risorse. Ora la svolta, grazie alla collaborazione tra Regione e Amap che finanziano l’intervento con 5,3 milioni di euro…

Leggi tutto…

Con il via libera della Conferenza unificata il governo può sbloccare circa 250 milioni per il Piano straordinario invasi multiobiettivo e il risparmio di acqua per usi civili e agricoli destinati a 30 grandi opere. Tra queste l’adeguamento del sistema idrico nell’area Flegreo Domiziana, in Campania, e il completamento della derivazione dall’invaso di Castagnara, in Calabria…

Leggi tutto…

Il progetto del gestore del servizio idrico in 69 comuni della provincia di Vicenza prevede la posa di 8,5 chilometri di condotte per realizzare una nuova linea alternativa a quella esistente e garantire la continuità di approvvigionamento a un territorio di 100.000 abitanti. I lavori, sostenuti da un investimento di 13 milioni di euro, saranno eseguiti tra il 2020 e il 2022, e accompagnati dall’adeguamento della rete fognaria …

Leggi tutto…