Gruppo CAP sulla strada della sostenibilità: progettati i primi due cantieri green

 


Dario Sechi, Luca Covre – Gruppo CAP
Giorgio Marzanati – Martoni Spa

 

Sempre più cantieri green nel programma di Gruppo CAP

Terminato il cantiere di Magnago, con una riduzione della Carbon Footprint intorno al 30% e azzeramento delle emissioni di CO2 grazie alle piantumazioni. È in partenza ora il cantiere di Robecchetto con Induno.

L’azienda idrica milanese ha scelto di applicare ai cantieri di potenziamento delle reti fognarie i criteri green enunciati nel Piano di Sostenibilità.

Il Piano guiderà l’azienda – che gestisce il Servizio Idrico Integrato nella Città di Milano – in una serie di azioni organizzate intorno a tre pilastri concettuali: Sensibili, Resilienti e Innovatori. Fungeranno da cornice per tutte le attività, che vedono la sostenibilità concretamente integrata nel business aziendale.

Il cantiere green prevede di:
  • porre attenzione ai mezzi utilizzati in cantiere e alle piantumazioni che dovranno compensare le emissioni di CO2
  • utilizzare tubazioni realizzate in PVC riciclato
  • realizzare parte dei ripristini con bitume riciclato
  • eseguire i rinterri con materiale proveniente dallo scavo stesso o dal recupero di materiali provenienti da demolizioni edili

Tuttavia, la novità più interessante è la possibilità di utilizzare le sabbie estratte dal processo di depurazione dell’impianto di Robecco sul Naviglio. Gruppo CAP nello scorso mese di luglio ha infatti ottenuto da Città metropolitana di Milano l’autorizzazione al recupero di tale materiale. Si tratta della prima autorizzazione in Italia con la nuova legge sull’End of Waste.

CAP comincerà quindi a recuperare e riutilizzare 2.532 tonnellate di sabbia (circa 9,8 tonnellate al giorno) proveniente sia da rifiuti da dissabbiamento, che derivano dal ciclo di depurazione dei reflui, sia dai rifiuti generati dalla pulizia delle acque di scarico, frutto dei lavori di manutenzione su caditoie e tombini effettuati nei comuni del territorio. 

I tubi in PVC  Martoni Green Fox SN 16 sono stati utilizzati da Gruppo Cap sia nel cantiere di Magnago che di Robecchetto con Induno contribuendo alla riduzione delle emissioni di CO2. La tecnologia  della coestrusione  utilizzata da Martoni nella produzione dei tubi a triplo strato Green Fox SN 16 permette l’uso di PVC riciclato nello strato centrale del tubo e la conformità alla norma EN 13476-2.
 

 


Leggi anche

La più grande ricerca mai realizzata in Italia sul tema della sostenibilità, condotta dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, ha inserito la water utility lombarda tra le 200 società italiane più virtuose. Seconda solo dopo SNAM nella categoria “Reti Energia e Acqua”. 5 gli ambiti banco di prova: innovazione, tecnologia, sostenibilità ecologica, green economy, sostenibilità sociale. …

Leggi tutto…

Sono 31 i Comuni che hanno aderito al grande progetto di rinnovamento dell’illuminazione pubblica promosso dalla Comunità Montana di Valle Sabbia. Un piano, da 46 milioni di investimento in 16 anni, che, partendo dalla riqualificazione degli impianti, porterà all’implementazione di innovativi servizi di smart city. A realizzarlo sarà Citelum, tra le maggiori realtà internazionali del settore…

Leggi tutto…

Per ogni gestore è oggi necessario adeguarsi ai concetti di sostenibilità ed economia circolare nell’utilizzo di risorse come acqua, gas ed energia. Non solo per un dovere morale e civico, ma anche per allinearsi alle delibere imposte da ARERA. Come sappiamo, il costo dell’energia per un gestore del SII è ingente e pesa in buona percentuale sul bilancio finale. Quali sistemi e tecnologie è possibile adottare al fine di efficientare a livello energetico le proprie infrastrutture ed evitare il più possibile sprechi?…

Leggi tutto…

Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, ha spento il forno del termovalorizzatore. L’impianto, costruito negli anni ’80, verrà demolito per procedere alla realizzazione della Biopiattaforma, innovativo impianto green carbon neutral. I lavori inizieranno ad aprile. Presente alla cerimonia l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo e Riccardo Pase, presidente Commissione Ambiente della Regione…

Leggi tutto…

La multiutility ha approvato il piano industriale 2021-2024, che ha nella sostenibilità e nel miglioramento e nell’evoluzione dei servizi i suoi focus. Tra i principali target l’incremento della generazione di energia rinnovabile, l’ulteriore sviluppo del teleriscaldamento a Verona e Vicenza, la digitalizzazione delle reti gas ed elettriche. Senza dimenticare lo sviluppo dei servizi ambientali in un’ottica di energia circolare….

Leggi tutto…