Gruppo CAP sulla strada della sostenibilità: progettati i primi due cantieri green

 

 


Dario Sechi, Luca Covre – Gruppo CAP
Giorgio Marzanati – Martoni Spa

 

Sempre più cantieri green nel programma di Gruppo CAP

Terminato il cantiere di Magnago, con una riduzione della Carbon Footprint intorno al 30% e azzeramento delle emissioni di CO2 grazie alle piantumazioni. È in partenza ora il cantiere di Robecchetto con Induno.

L’azienda idrica milanese ha scelto di applicare ai cantieri di potenziamento delle reti fognarie i criteri green enunciati nel Piano di Sostenibilità.

Il Piano guiderà l’azienda – che gestisce il Servizio Idrico Integrato nella Città di Milano – in una serie di azioni organizzate intorno a tre pilastri concettuali: Sensibili, Resilienti e Innovatori. Fungeranno da cornice per tutte le attività, che vedono la sostenibilità concretamente integrata nel business aziendale.

Il cantiere green prevede di:
  • porre attenzione ai mezzi utilizzati in cantiere e alle piantumazioni che dovranno compensare le emissioni di CO2
  • utilizzare tubazioni realizzate in PVC riciclato
  • realizzare parte dei ripristini con bitume riciclato
  • eseguire i rinterri con materiale proveniente dallo scavo stesso o dal recupero di materiali provenienti da demolizioni edili

Tuttavia, la novità più interessante è la possibilità di utilizzare le sabbie estratte dal processo di depurazione dell’impianto di Robecco sul Naviglio. Gruppo CAP nello scorso mese di luglio ha infatti ottenuto da Città metropolitana di Milano l’autorizzazione al recupero di tale materiale. Si tratta della prima autorizzazione in Italia con la nuova legge sull’End of Waste.

CAP comincerà quindi a recuperare e riutilizzare 2.532 tonnellate di sabbia (circa 9,8 tonnellate al giorno) proveniente sia da rifiuti da dissabbiamento, che derivano dal ciclo di depurazione dei reflui, sia dai rifiuti generati dalla pulizia delle acque di scarico, frutto dei lavori di manutenzione su caditoie e tombini effettuati nei comuni del territorio. 

I tubi in PVC  Martoni Green Fox SN 16 sono stati utilizzati da Gruppo Cap sia nel cantiere di Magnago che di Robecchetto con Induno contribuendo alla riduzione delle emissioni di CO2. La tecnologia  della coestrusione  utilizzata da Martoni nella produzione dei tubi a triplo strato Green Fox SN 16 permette l’uso di PVC riciclato nello strato centrale del tubo e la conformità alla norma EN 13476-2.
 

 


Leggi anche

Lavori teleriscaldamento Comocalor

La società ha dato il via a un programma di opere per efficientare l’infrastruttura che comincia a risentire dei suoi 30 anni di età. Lo ha fatto con un ambizioso piano, supportato da 2,5 milioni di investimenti, che prevedono la sostituzione delle condotte preisolate nei punti chiave della rete o in quelli tecnicamente o logisticamente più complessi…

Leggi tutto…

Taglio paglia di riso per teleriscaldamento Gal Risorsa Lomellina

Sfruttare un sottoprodotto della filiera del riso per teleriscaldare gli edifici pubblici. È l’idea della società, costituita da enti pubblici, aziende private e associazioni della Lomellina, per aiutare i comuni a spendere meno e gli agricoltori ad aumentare gli incassi valorizzando una fonte rinnovabile a km zero. Progetto sostenuto con un bando, in scadenza il 6 luglio, che copre fino al 90% delle spese per la progettazione e realizzazione dell’infrastruttura …

Leggi tutto…

Il primo di una serie di incontri digitali su temi caldi del settore dei sottoservizi.

 
Gestione da remoto e automazione sono temi dibattuti da lungo tempo e ogni realtà li ha affrontati e applicati fino ad oggi con diversi livelli di impegno e di interesse. Ma la situazione attuale richiede, giocoforza, un’attenzione maggiore verso il futuro imponendo un passo accelerato di evoluzione.

Leggi tutto…

investimenti

Gli investimenti in infrastrutture crescono del 13% rispetto al 2018, EBITDA a quota 109 milioni. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano registra un anno da record che gli ha consentito di scendere in campo per fronteggiare la crisi economica supportando territorio e stakeholder. Sensibilità, Resilienza e Innovazione i punti cardine grazie ai quali l’azienda realizzerà una vera e propria rivoluzione green nel territorio puntando su economia circolare, innovazione, ricerca scientifica e digitalizzazione…

Leggi tutto…

Linea Group Holding

La società, attiva nei comparti energia e ambiente nelle province del Sud Lombardia, ha presentato il nuovo Piano industriale al 2024. Al centro lo sviluppo di iniziative nel campo dell’economia circolare e dell’efficienza energetica, con l’obiettivo di porsi sempre più come una utility green. Altri filoni di sviluppo il potenziamento delle sinergie con A2A e nuove aggregazioni e acquisizioni sul territorio…

Leggi tutto…