Posa prima pietra dei lavori di potenziamento da parte di Hera del sistema fognario della Darsena di Ravenna

Hera avvia la costruzione del nuovo sistema fognario della Darsena di Ravenna

Hanno preso il via i lavori per la realizzazione del nuovo sistema fognario a servizio dell’area della Darsena di Ravenna. Un’opera avviata da Gruppo Hera per garantire la sicurezza idraulica dell’area e migliorare la situazione ambientale del canale Candiano, il canale navigabile che collega l’abitato con il mare e che ospita parte del porto commerciale e industriale, terminando, appunto, nella Darsena. Un progetto del valore di 8 milioni di euro, dei quali oltre 7 finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione del ministero dell’Economia, e la parte restante da Romagna Acque.

Dopo i lavori preliminari, conclusi a febbraio, che hanno visto la demolizione delle strutture esistenti interferenti con le nuove opere, è partito il primo stralcio dell’intervento, che dovrebbe essere concluso entro la fine del prossimo anno. Primo stralcio che comprende la realizzazione di nuovi tratti di rete e di diversi sollevamenti fognari, insieme ai quali verranno posati anche i portacavi che ospiteranno la fibra ottica per il cablaggio di tutta l’ampia zona a destra della Darsena.

Hera ha suddiviso l’intervento in tre aree, ciascuna caratterizzata da diverse lavorazioni: area sinistra Candiano, area destra Candiano-comparto Cmc e area destra Candiano-comparto Pirano.

 

Lavori sull’area sinistra Candiano

Più nello specifico, i lavori sull’area sinistra Candiano comprendono la posa di un tubo fognario in polietilene ad alta densità della lunghezza di 250 metri che attraverserà il canale. La posa della condotta verrà effettuata con la trivellazione orizzontale controllata (Toc), una tecnologia di posa senza scavo, per la quale il Gruppo Hera ha sviluppato grande esperienza. L’intervento sarà completato dalla posa, con scavo tradizionale a cielo aperto, di una condotta fognaria in Pvc della lunghezza di 1.500 metri. La condotta congiungerà l’attraversamento del Candiano alle tubazioni esistenti presso la linea ferroviaria nord che conferiscono i liquami all’impianto di depurazione a servizio della città.

 

Lavori sull’area destra Candiano-comparto Cmc

L’intervento sull’area destra Candiano-comparto Cmc, invece, comporterà la realizzazione di un sollevamento di acque meteoriche, con una portata di 1.800 litri/sec, del relativo collettore di 130 m e dell’opera di scarico a canale. Intervento che sarà completato con la posa di un nuovo collettore di fognatura bianca che recapiterà nell’impianto idrovoro e di una vasca di prima pioggia e di sollevamento dedicato.

 

Lavori sull’area destra Candiano-comparto Pirano

Il cantiere sull’area destra Candiano-comparto Pirano prevede infine la realizzazione di un collettore di fognatura bianca e di nuovi tratti di fognatura bianca e nera nella via Pirano. Saranno realizzati anche un impianto idrovoro, con una portata di 8.100 litri/sec, che andrà a sostituire, potenziandolo, l’attuale idrovora, con relativa condotta in uscita. Inoltre, uno scolmatore per dividere le acque bianche dalle nere, un impianto di sollevamento dei reflui neri e una condotta in Pvc di 200 metri fino al canale. Anche in questo caso a completare l’opera una vasca di prima pioggia che sarà realizzata nell’area “ex Ravenna Cementi”.


Leggi anche

Rete elettrica Terna Veneto

Avviato l’iter per la razionalizzazione della rete elettrica tra Malcontenta e Fusina, tra Venezia e Mira, intervento da 190 milioni di euro, che prevede la realizzazione di un nuovo collegamento a 380 kV, l’interramento di 24 km di linee elettriche, con l’eliminazione di oltre 21 km di elettrodotti, e il rinnovo di due stazioni elettriche. “Solo un assaggio” del programma di opere da 1,5 miliardi previsto nella regione…

Leggi tutto…

Approvazione bilancio 2019 acquevenete

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un valore della produzione di circa 88 milioni di euro e un margine operativo lordo del 29,8%. Importante anche il volume degli investimenti, pari a 30 milioni, dedicati all’efficientamento delle infrastrutture e al miglioramento del servizio, mentre è di 65 milioni di euro il valore economico distribuito agli stakeholder…

Leggi tutto…

Nuovo presidente Snam Nicola Bedin

Il neo presidente è stato nominato dall’ultima assemblea dei soci su proposta di Cdp Reti. Laurea in Economia aziendale e docente a contratto di Economia applicata presso l’Università degli Studi di Pavia, Bedin è stato amministratore delegato di importanti realtà nel campo ospedaliero e dell’assistenza sanitaria. Ha anche avuto un’esperienza nel settore gas, come amministratore non esecutivo di Italgas…

Leggi tutto…

RS Ravetti Service Dn 350 rete gas Gruppo Hera

Ancora una volta RS Ravetti Service supporta con le sue attrezzature e la sua esperienza in campo le utility e le imprese di tutta Italia in interventi su tubazioni gas Dn 350 a media pressione…

Leggi tutto…

Energia da fonti rinnovabili per Water Alliance

Edison Energia e A2A Energia si sono aggiudicati la gara congiunta indetta da 10 delle 13 aziende di Water Alliance – Acque di Lombardia e 11 delle 14 società di Utility Alliance del Piemonte e da Asmia, gestore idrico del comune di Mortara, per la fornitura di energia da fonti rinnovabili per il prossimo anno. Gara, suddivisa in 3 lotti, che prevedeva in totale la fornitura di 1.000 GWh per un importo di circa 139 milioni di euro…

Leggi tutto…