Hera completa la dorsale anti-siccità dell’Appennino modenese

Il piano delle dorsali plano-appenniniche del modenese di Hera si arricchisce di un nuovo tassello. La multiutility ha completato la posa di una condotta nel territorio del comune di Prignano. La condotta è stata realizzata tra la località San Michele dei Mucchietti e la frazione di Pigneto, che costituisce una parte della dorsale Secchia. Questa si aggiunge alle condotte già operative nella via Giardini dello stesso comune e nella valle del Panaro, andando così a potenziare le interconnessioni strutturali tra le reti acquedottistiche di pianura e di montagna.

Il grande piano anti-siccità di Hera

L’intervento fa infatti parte del più grande piano anti-siccità a favore delle aree montane dell’Appennino modenese messo a punto da Hera. In queste aree, a garantire l’approvvigionamento idrico che alimenta gli acquedotti è prevalentemente risorsa a carattere sorgentizio. Ciò fa sì che la disponibilità di acqua vari sensibilmente nel corso dell’anno, diminuendo in modo proporzionale al calo della piovosità. Disponibilità di acqua che negli anni particolarmente siccitosi si può ridurre anche di due terzi rispetto al valore medio annuo. Inoltre, tali periodi si verificano tipicamente in estate, quando aumentano anche le temperature e la presenza di persone, con conseguente incremento dei consumi.

L’intervento per integrare l’approvvigionamento idrico

Un problema che Hera ha pensato di risolvere garantendo un’integrazione dell’approvvigionamento idrico attraverso la costruzione di grandi dorsali. Quest’ultime vanno ad alimentare gli acquedotti dei comuni di montagna con acqua prelevata dalle falde profonde presenti sotto la pianura. Le falde, infatti, a differenza delle sorgenti, hanno un regime asincrono rispetto alla pluviometria.

Il funzionamento di queste dorsali di interconnessione è anche reversibile, nel senso che sono progettate per trasportare l’acqua non solo dalla pianura alla montagna, ma anche da monte a valle, garantendo così un ulteriore apporto di risorsa idrica in pianura nei periodi duranti i quali vi è abbondanza in montagna.

I lavori

Un sistema di sussidiarietà che ora, grazie alla dorsale Secchia, è attivo anche tra Prignano e Sassuolo.

Più nel dettaglio, lo scorso anno Hera ha avviato la realizzazione della dorsale con la posa dei primi circa 1.400 metri di condotte nel territorio di Sassuolo e di altri 400 metri nel comune di Prignano. L’opera è poi proseguita tutta all’interno di questo territorio con la posa di altri 2 chilometri di tubazioni, ai quali si è aggiunto l’ultimo intervento, completato in questi giorni, del valore di un milione di euro, che ha portato alla realizzazione del tratto che si collega alla rete proveniente dal serbatoio di Guaitarola.
 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

80 milioni di investimenti per sostituire oltre 155 chilometri di condotte in 21 comuni. Sono i numeri del nuovo piano per il risanamento delle reti idriche messo in campo dal gestore idrico pugliese, che include anche interventi per la distrettualizzazione, il controllo e il monitoraggio delle pressioni delle infrastrutture. Suddiviso in 6 lotti, il programma, che ha appena preso il via, si concluderà per la fine del 2022. …

Leggi tutto…

Agenzia Regionale del Distretto Idrografico ed EGAS, l’ente di Governo d’Ambito della Sardegna, hanno siglato la convenzione che sblocca i finanziamenti da utilizzare per rendere più efficienti le reti di distribuzione che presentano alti livelli di dispersioni. Le risorse saranno utilizzate da Abbanoa nell’ambito di un piano di interventi quadriennale che interesserà i capoluoghi di provincia, le principali città e diversi piccoli comuni…

Leggi tutto…

AcegasApsAmga, Acquedotto del Carso, Acquedotto Poiana, CAFC, Hydrogea, Irisacqua e LTA – i sette gestori idrici della regione Friuli-Venezia Giulia – si sono costituiti in un raggruppamento temporaneo d’impresa per lavorare a un programma di opere funzionali a interconnettere le loro reti. L’obiettivo è di garantire la sicurezza nell’approvvigionamento idrico ai territori alla luce delle sfide generate dai cambiamenti climatici. …

Leggi tutto…

ecomondo

Oltre 5 mila opportunità di business generate nelle due settimane di attività sulla piattaforma digitale di Italian Exhibition Group. 73 mila le visualizzazioni ai profili delle 400 aziende che hanno utilizzato attivamente lo spazio digitale. In attesa del ritorno alla fiera in presenza a Rimini, i saloni della bioeconomia circolare e delle energie rinnovabili si confermano moltiplicatori di affari e di conoscenza.

Leggi tutto…

Articolo redatto da Empio Malara, Presidente dell’Associazione Amici dei Navigli, e pubblicato da IL GIORNO in data 4 dicembre 2020

Per mezzo del Recovery Fund sono stati richiesti all’Unione Europea i fondi necessari per la riapertura dei Navigli di Milano. In attesa di avere riscontro in merito ai progetti, si confida nella promessa elettorale del Sindaco di Milano Beppe Sala di riaprire un tratto significativo dei Navigli: quello che connette la Conca di Viarenna alla Darsena….

Leggi tutto…