Hera e Ascopiave: nasce il big dell’energia del Nord Est

Conclusa l’operazione tra Gruppo Hera e Ascopiave: una partnership che sancisce la nascita del maggiore operatore nel settore energy nel Nord Est, ovvero la nuova società EstEnergy, e il riassetto delle attività di distribuzione gas delle due realtà.

Avviata alla fine dello scorso luglio, l’operazione ha visto lo scambio tra Gruppo Hera e Ascopiave di asset di pari valore, scambio che ha interessato sia le attività commerciali nel comparto energia sia quelle nella distribuzione gas. Per quanto riguarda il primo fronte, la partnership ha dato vita a EstEnergy, nella quale sono confluite sia le attività commerciali del Gruppo Ascopiave (Ascotrade, Ascopiave Energie, Blue Meta e le joint venture Asm Set ed Etra Energia) e la partecipazione in Sinergie Italiane, valutate complessivamente 474,2 milioni di euro, sia quelle del Gruppo Hera (Hera Comm Nord-Est), valutate 159 milioni di euro. La nuova società, il cui capitale sociale è detenuto per il 52% da Gruppo Hera e per il 48% da Ascopiave (che ha acquisito la propria quota a un prezzo di 395,9 milioni di euro, sulla base di un equity value del 100% pari a 824,9 milioni di euro) si occuperà della vendita di energia in Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Lombardia, vantando oltre un milione di clienti, dei quali circa 795.000 gas e circa 265.000 elettrici.

Il suo Consiglio di amministrazione è composto da cinque membri, tre indicati da Hera, Stefano Venier (amministratore delegato di Gruppo Hera), Cristian Fabbri (direttore centrale mercato e amministratore delegato di Hera Comm), che assumerà il ruolo di amministratore delegato, e Isabella Malagoli (direttore generale di Hera Comm) e due da Ascopiave, Giovanni Zoppas (Ceo di Thelios), che assumerà il ruolo di presidente, e Nicola Cecconato (presidente e amministratore delegato di Gruppo Ascopiave).

Per quanto riguarda la riorganizzazione delle attività di distribuzione gas, Ascopiave ha acquisito dal Gruppo Hera, per un prezzo di 168 milioni di euro, un perimetro di concessioni che comprendente circa 188.000 utenti in Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Utenze confluite nella società di nuova costituzione denominata AP Reti Gas Nord-Est. Grazie a questa operazione, il Gruppo Ascopiave arriva a gestire circa 775.000 utenti e oltre 12.000 km di rete, consolidando la sua posizione nel ranking nazionale.

Come previsto nell’accordo di fine luglio, infine, Ascopiave ha anche acquisito il 3% del capitale di Hera Comm per 54 milioni di euro e il presidente e AD Nicola Cecconato è stato nominato nel Consiglio di amministrazione della società. A sua volta, Hera Comm ha acquisito per 42,5 milioni di euro il 100% del capitale di Amgas Blu, società interamente detenuta da Ascopiave e attiva nella provincia di Foggia con circa 50.000 clienti.

Un’operazione che rappresenta dunque un importante passaggio nell’evoluzione dei portafogli di attività dei due gruppi. Hera, infatti, anticipa il raggiungimento dell’obiettivo fissato nel Piano industriale al 2022, arrivando a circa 3,3 milioni di clienti nelle attività commerciali energy. Ascopiave, d’altro lato, dà corso al proprio piano di riposizionamento strategico, attraverso l’accordo commerciale con un primario attore e il consolidamento della propria posizione nel core business della distribuzione gas.


Leggi anche

Oltre 22 Km di nuova condotta Ponso-Montagnana-Pojana Maggiore e un serbatoio da 10.000 mc, per un investimento di 25 milioni di euro. Pubblicato il bando di gara per realizzare le opere che porranno fine all’emergenza PFAS per Montagnana e l’area berica …

Leggi tutto…

Avviato nel 2009, il servizio raggiunge oltre 260 immobili, garantendo energia termica per il riscaldamento e l’acqua sanitaria a 25.000 cittadini, pari a circa il 60% della popolazione. Notevoli i vantaggi anche sul piano ambientale, con la mancata emissione di 55.000 tonnellate di CO2. Intanto la società continua a sviluppare l’infrastruttura, puntando a collegare alla rete il 75% degli abitanti …

Leggi tutto…

I lavori, durati un anno e realizzati con un investimento di 600.0000 euro, hanno permesso di migliorare le prestazioni ambientali dell’impianto, incrementando l’efficienza e le performance del comparto biologico e della linea fanghi. Adesso il gestore si appresta a bandire la gara, da oltre 300.000 euro, per la realizzazione di un impianto di potabilizzazione per rimuovere arsenico e fluoruri dall’acqua proveniente da un campo pozzi utilizzata durante i mesi estivi…

Leggi tutto…

Con la firma del contratto di servizio giunge a conclusione definitiva l’iter per la prima gara per la concessione del servizio fatta con il metodo degli Atem. Servizio che interessa 49 comuni della prima e seconda cintura del capoluogo piemontese per 12 anni, che Italgas si era aggiudicato lo scorso aprile con un’offerta di 200 milioni e un programma di investimenti che prevede, tra l’altro, il rinnovo di 180 km di rete e la posa di altri 150 km di nuove condotte…

Leggi tutto…

Si è svolta martedì 10 dicembre 2019 la cerimonia di posa della prima pietra del nuovo headquarters di Gruppo CAP, in via Rimini 32 a Milano. A spiegare meglio le caratteristiche di questa nuova sede, le parole di Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, e Claudio Lucchin, architetto e titolare dello Studio CL&AA che ha progettato l’edificio…

Leggi tutto…