Hera estende il Teleriscaldamento di Ferrara

Ferrara sempre più green e sempre più teleriscaldata. Hera si appresta a dare il via ai lavori di estensione della rete che porteranno il servizio al quartiere Barco, nella zona Nord della città.

I lavori per l’estensione della rete sono suddivisi in tre lotti dei quali il primo partirà nella prima parte di questo mese. Il primo lotto prevede la posa di 1,5 di nuove condotte alle quali entro l’estate saranno collegate parte del quartiere, la palestra e alcuni immobili di edilizia residenziale dell’Acer, l’ente che si occupa della gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Una volta completati i tre lotti, la rete di teleriscaldamento sarà implementata in totale di 3 chilometri, che garantiranno una miglior efficienza energetica e un risparmio di emissioni in aria di circa 1850 tonnellate di CO2.

L’investimento per la nuova estensione è stato calcolato in 2,5 milioni di euro, finanziati per circa 400.000 euro da Comune e Acer, quest’ultima contribuirà con 224.000 euro, mentre la parte restante, quindi 2,1 milioni, sarà messa da Hera.

Particolarmente significativo l’impatto, sul piano economico, sociale e ambientale, dell’arrivo della rete negli immobili di edilizia residenziale pubblica. A Barco, infatti, Acer ha provveduto a un’importante opera di riqualificazione degli edifici, recuperando, o costruendo ex novo, 360 alloggi, dei quali 152 verranno raggiunti dal primo stralcio dei lavori. Insieme a un netto incremento dell’efficienza energetica, il teleriscaldamento garantirà un notevole risparmio agli utenti già fragili che abitano le case, con benefici anche per l’ente che non dovrà più acquistare caldaie: solo evitando la loro sostituzione Acer ha calcolato un risparmio di spesa di circa 500.000 euro. Risparmio che va a sommarsi all’incremento di valore del patrimonio edilizio.

I nuovi lavori si aggiungono a quelli, in fase di realizzazione avanzata, che Hera sta portando avanti per fornire il servizio allo studentato delle Corti di Medoro, altro notevole progetto di riqualificazione urbana che il Comune, tramite Acer sta portando avanti. Si tratta di un complesso residenziale frutto della riqualificazione di un intero quartiere, che ospiterà alloggi, il Cohousing, una biblioteca di quartiere e la nuova sede della polizia municipale.

La rete, nel suo complesso, una volta concluse tutte le sue estensioni, arriverà a servire circa 25.000 appartamenti.


Leggi anche

L’innovativa iniziativa di raccolta fondi è rivolta ai cittadini di Barge, comune in provincia di Cuneo, dove l’azienda lo scorso agosto ha avviato la costruzione dell’infrastruttura. Il sistema sarà costituito da una centrale a biomassa che produrrà 7,6 GWh all’anno di energia termica che sarà distribuita alle utenze attraverso una rete della lunghezza di 5 km. Nel 2021 la conclusione dei lavori…

Leggi tutto…

Approvato dal consiglio di amministrazione il Piano industriale al 2023 della multiutility del Nord della Lombardia. Gli investimenti, pari a 568 milioni, saranno concentrati nella business unit Reti, per puntare soprattutto alle prossime gare sulla distribuzione del gas. Il documento prevede ricavi intorno al mezzo miliardo alla fine del periodo …

Leggi tutto…

La multiutility ha destinato 70 milioni di euro al progetto per la sostituzione del calore prodotto con combustibili fossili con energia termica da fonti green. Il piano si svilupperà nel corso di 4 anni e prevede la realizzazione di 3 nuovi sistemi di accumulo per stoccare l’energia, di un impianto fotovoltaico per alimentare le pompe del teleriscaldamento, e l’integrazione nella rete di fonti rinnovabili, a partire dal calore di recupero da processi industriali …

Leggi tutto…

Avviato nel giugno dello scorso anno, l’intervento ha visto la posa di 400 metri di condotte con la tecnologia no dig per collegare la nuova rete del centro storico con la centrale di trigenerazione Green Energy House. L’opera rientra nel più vasto piano di sviluppo del servizio in citta, sostenuto da un investimento complessivo di 11 milioni di euro, che una volta a regime, nel 2020, porterà a un drastico abbattimento delle emissioni climalteranti…

Leggi tutto…

Varese Risorse, la società del gruppo Acsm Agam che gestisce il teleriscaldamento nella città lombarda, è stata premiata per il suo impianto solare integrato nella rete di distribuzione del calore. Prima realizzazione del genere del Sud Europa, l’impianto è entrato in funzione nel 2015 e produce 450 MWh di energia termica all’anno, evitando l’emissione di 108 tonnellate di CO2…

Leggi tutto…