Hera Luce procede al restyling dell’illuminazione a Trieste

Prosegue l’intervento di efficientamento dell’illuminazione pubblica di Trieste. A occuparsene è Hera Luce, che dalla fine dello scorso anno ha già sostituito oltre 1200 impianti luminosi obsoleti con nuove luci a led in tutta l’area cittadina, su 23.000 totali.

Questa prima parte dei lavori, che entro l’estate vedranno la sostituzione di altri 300 punti luce, ha già cominciato a dare i suoi frutti. Oltre 380.000 kWh di energia elettrica sono stati risparmiati e l’emissione di CO2 in atmosfera è stata ridotta di più di 200 tonnellate.

Ma, appunto, si tratta solo del tratto iniziale del progetto di riqualificazione energetica che alla sua conclusione garantirà ai cittadini un’illuminazione pubblica di nuova tecnologia, più efficiente, amica dell’ambiente e con una maggiore sostenibilità anche economica.  

Nel primo semestre del 2020 saranno sostituiti, infatti, un altro migliaio di apparecchi, garantendo un ulteriore risparmio sui consumi di elettricità di 320.000 kWh, corrispondenti a più di 170 tonnellate di CO2 risparmiate in atmosfera.

Nel complesso, per il quadriennio 2016-2019, grazie a un investimento di circa 11 milioni di euro, si eviterà ogni anno il consumo di oltre 700.000 kWh, nonostante gli interventi comportino non solo la sostituzione di punti luce esistenti, ma l’integrazione di ulteriori impianti luminosi in zone finora sprovviste o meno illuminate. Gli interventi di sostituzione e integrazione dei corpi illuminanti, ai quali si aggiungono diversi impianti semaforici, prevedono l’utilizzo di luci a led di ultima generazione, opportunamente dimensionate per soddisfare le diverse esigenze illuminotecniche imposte dalle normative vigenti.


Leggi anche

Con la realizzazione del terzo lotto dei lavori nell’area di Osmannoro, e l’eliminazione degli scarichi diretti nell’omonimo Fosso, tutti i reflui del comune fiorentino sono ora collettati al depuratore di San Colombano. L’ultimo intervento, appena concluso, è stato realizzato con un investimento di 3 milioni di euro e ha visto la posa di 6 chilometri di nuove condotte …

Leggi tutto…

L’assemblea dei soci dell’azienda che gestisce il servizio idrico nei comuni della provincia di Grosseto e in 27 di quella di Siena ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione. La carica di presidente è andata a Renai, mentre nel ruolo di amministratore delegato è stato confermato Piero Ferrari. Intanto la società è in attesa dell’ok di Arera per il prolungamento della convenzione di affidamento del servizio dal 2026 al 2031…

Leggi tutto…

Stefano Donnarumma, AD della multiutility capitolina, e Federico Testa, presidente dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, hanno siglato il protocollo d’intesa che dà il via alla collaborazione tra le due realtà. Obiettivo della partnership lo sviluppo di progetti sostenibili nel settore idrico e nei servizi ambientali, per i quali Enea fornirà know how e soluzioni innovative che Acea metterà in campo …

Leggi tutto…

Aggiudicato all’impresa cagliaritana InCo il maxi appalto per l’efficientamento delle reti di distribuzione a servizio dei comuni di Sorso, Sennori, Valledoria, Santa Maria Coghinas, Tergu e Viddalba. L’opera del valore di 3,6 milioni di euro prevede la sostituzione di oltre 15 chilometri delle vecchie condotte di distribuzione, ormai ammalorate, e il rifacimento degli allacci d’utenza…

Leggi tutto…

In base all’accordo con l’amministrazione comunale, la società estenderà la rete di distribuzione del metano al quartiere Farina, un’area densamente popolata che sorge nella zona Sud della città. I lavori prevedono la posa di 5 chilometri di nuove condotte, in aggiunta agli 1,5 già esistenti, che permetteranno di fornire il servizio a circa l’80% dei residenti…

Leggi tutto…