Hera Luce rinnova l’illuminazione di Trieste

Va avanti il piano di efficientamento dell’illuminazione pubblica di Trieste portato avanti da Hera Luce. La società del Gruppo Hera, nel corso di quest’anno, ha già sostituito oltre 810 punti luce con lampade di vecchia generazione con nuove lampade a LED. Entro la fine dell’anno sono previste ulteriori 460 sostituzioni. In pratica a fine 2020 oltre 1300 punti luce saranno a LED, garantendo un risparmio sui consumi di energia, rispetto alla tecnologia precedente del 50%.

Il progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica

Il progetto è sostenuto da un investimento di ben 4 milioni di euro, da parte del Comune di Trieste. Il comune ha consentito anche di potenziare il servizio in zone della città dove risultava scarso o addirittura assente. La tecnologia LED garantisce: 

  • una migliore qualità dell’illuminazione
  • tempi più lunghi dei corpi illuminanti 
  • meno guasti
  • riduzione degli interventi di manutenzione e sostituzione
  • benefici dell’arredo urbano (grazie all’interramento della rete)

Ma il piano, oltre che a criteri di funzionalità, mira a ottenere anche importanti risultati sul piano della sostenibilità. A partire dall’abbattimento dei consumi di energia necessari per alimentare il sistema di illuminazione, stimati in circa il 50% rispetto a prima, che si tradurranno in una notevole riduzione delle emissioni di CO2. Tutti i nuovi punti luce, inoltre, sono stati realizzati con un’alta percentuale di materiali riciclabili che permetteranno così il recupero della maggior parte delle materie prime al termine della vita utile degli impianti.


Leggi anche

In linea con la sua strategia incentrata su innovazione e sviluppo sostenibile, la multiutility fa ora parte dell’Alleanza per l’Economia Circolare, organizzazione nata nel 2017 che riunisce 17 realtà del made in Italy impegnate su questo tema. Il Gruppo è presente nel Position Paper 2020 dell’Alleanza con l’esperienza di Hera Luce, che ha messo a punto un sistema di misurazione della circolarità per l’illuminazione pubblica…

Leggi tutto…

Entra nel vivo il progetto pilota nel campo della mobilità elettrica Vehicle-to-Grid, portato avanti da FCA, Engie e Terna. È stato inaugurato l’impianto con tecnologia V2G che, oltre a ricaricare le vetture elettriche, permette a queste di scambiare in modo intelligente elettricità con la rete, rendendole una preziosa risorsa per il sistema elettrico. Al momento l’impianto è dotato di 32 colonnine di ricarica per 64 mezzi, ma entro il 2021 permetterà l’interconnessione di 700 veicoli….

Leggi tutto…

Prenderà il via il prossimo ottobre il grande piano di Acea per la sostituzione a Roma dei contatori dell’energia elettrica con i misuratori smart di seconda generazione. Un piano imponente, sia nei numeri sia nell’investimento: saranno 2 milioni i misuratori che verranno installati nella Capitale, con un investimento che si aggira sui 300 milioni di euro. …

Leggi tutto…

La realizzazione di un progetto territoriale smart a partire dall’acquisizione della rete di pubblica illuminazione dei 30 Comuni


In questi anni il settore delle reti pubbliche dei servizi energetici e di pubblica illuminazione ha conquistato una rilevanza strategica sia dal punto di vista economico, sia per le potenzialità espresse in relazione alla diffusione di servizi a valore aggiunto…

Leggi tutto…

e-distribuzione centro satellite Milazzo2 tecnologia EasySat

Completato ed entrato in funzione il nuovo centro satellite nel comune in provincia di Messina. Snodo importante per la distribuzione elettrica, l’infrastruttura è tra le prime in Italia a utilizzare la tecnologia EasySat, ovvero
componenti già predisposti per essere collegati, grazie a un pre-cablaggio e completamente blindati con isolamento in esafluoruro di zolfo per una maggiore immunità ai fattori ambientali esterni…

Leggi tutto…