Hydrantech: gli idranti diventano intelligenti

Va da sé che, più è capillare il sistema di monitoraggio migliore è la conoscenza e la gestione sia delle perdite che delle Non Revenue Water.
 

Il monitoraggio delle reti idriche deve tenere conto di tutte le componenti di una rete.

PIPECARE è impegnata ad implementare diverse soluzioni di monitoraggio, dall’andamento idraulico di interi distretti al monitoraggio delle singole tubazioni e recentemente con la soluzione Hydrantech è possibile monitorare anche gli idranti presenti nelle reti urbane o sulle reti antincendio.

Infatti, è proprio sugli idranti che spesso bisogna concentrarsi per tenere alla massima efficienza un sistema necessario in caso di emergenza e, allo stesso tempo, evitare che diventi una fonte di perdita di acqua piuttosto che di prelievi illeciti o non autorizzati che sono, in ogni caso, una perdita di fatturato per le aziende.

Esempio di sensore Hydrantech montato su idrante fuori terra

 

La soluzione Hydrantech, fornita in esclusiva da PIPECARE, assolve alle seguenti funzioni specifiche:
  • monitoraggio acustico e del rumore di ogni bocca di idrante
  • monitoraggio ambientale delle temperature di esercizio della rete e della pressione
  • livello di apertura delle valvole di idrante

È sostanzialmente un sistema avanzato di sensori IoT multi-parametrici, che dialogano con una piattaforma on-line fornita in SaaS e su qualunque sistema mobile, dove si può valutare stato degli idranti, allarmi, prelievi non autorizzati di acqua, impostare soglie di utilizzo e di allarme e mappare sul sistema GIS tutti gli idranti in rete per una facile localizzazione in caso di necessità, per gestire la manutenzione ordinaria e anche gestire eventi straordinari.

Suite completa in SaaS su PC e mobile, per il monitoraggio degli idranti

 
Hydrantech è un sistema che sfrutta l’intelligenza artificiale per meglio interpretare i dati provenienti dalla rete di sensori, conserva i dati ed i log registrati anche per una successiva analisi ed è facilmente programmabile dai tecnici della manutenzione in campo.

Se per un gestore idrico il monitoraggio degli idranti antincendio, sotto suolo o sopra suolo, è un tema di efficienza complessiva della rete e di gestione delle NRW, non è così per un operatore industriale.

Per un operatore industriale, infatti, diventa ancora più critico conoscere in tempo reale lo stato dell’impianto antincendio. Da esso infatti ne deriva la facoltà di continuare ad operare in sicurezza il proprio impianto produttivo e ridurre i costi di acqua, di energia elettrica e manutenzione complessiva.

Scarica qui il PDF dell’articolo pubblicato sulla rivista Servizi a Rete edizione n. 6 novembre-dicembre 2020

 


Leggi anche

L’operazione, che ha coinvolto 6 gestori consorziati, contribuirà a finanziare investimenti per 700 milioni di euro nei prossimi 4 anni nelle infrastrutture del Servizio Idrico Veneto. A sottoscrivere le nuove obbligazioni la BEI con 124 milioni di euro, Cassa Depositi e Prestiti con 30 milioni, Kommunalkredit Austria con 74 milioni, e altri investitori di mercato per i restanti 20 milioni. …

Leggi tutto…

I lavori, finanziati da Regione Puglia e dall’Autorità Idrica Pugliese, con un investimento di ben 35 milioni di euro, hanno riguardato il rifacimento e il potenziamento della linea acque, della linea fanghi e della combustione del biogas e il miglioramento del trattamento dell’aria, portando la capacità di trattamento dell’impianto da 241.000 a 360.000 abitanti equivalenti…

Leggi tutto…

L’attività di ricerca videoispettiva in ambito archeologico, che si svolgerà il prossimo 12 settembre a Vasto, riguarda alcuni dei nostri argomenti: videoispezioni e acquedotti. Per questo motivo ne diamo notizia nella speranza che questa iniziativa possa essere di “spunto” per un utilizzo sempre maggiore di questa attività in ogni campo, soprattutto per ciò che riguarda il sottosuolo …

Leggi tutto…

L’azienda ha provveduto allo spostamento di un tratto di 450 m dell’adduttrice che approvvigiona Pisa. Un’operazione estremamente complessa, propedeutica ai lavori di rafforzamento degli argini del fiume Serchio, che ha avuto il suo passaggio più delicato nel collegamento tra la nuova e la vecchia condotta: in una notta posati due pezzi speciali in ghisa dal peso complessivo di 100 quintali per ciascun lato…

Leggi tutto…

Simeone Di Cagno Abbrescia commenta il bilancio di Acquedotto Pugliese

Il valore della produzione che ha superato i 563 milioni di euro, gli utili saliti a 29,5 milioni, in crescita di quasi un terzo sull’anno precedente, gli investimenti che hanno toccato i 160 milioni e gare bandite per 650 milioni di euro. Sono i principali numeri del Bilancio integrato relativo allo scorso anno del gestore idrico della Puglia, che sottolineano lo stato di salute di una società che cresce e genera ricchezza per il territorio …

Leggi tutto…