I gestori elettrici insieme per la decarbonizzazione del sistema energetico

C’è anche Terna nel gruppo degli otto principali gestori di reti di trasmissione elettrica che hanno scelto di lavorare insieme mettendo in campo iniziative per la sostenibilità e la decarbonizzazione del sistema energetico.

L’iniziativa congiunta ha come protagonisti, oltre a Terna, i gestori di:

  • Austria
  • Belgio
  • Francia
  • Germania
  • Paesi Bassi
  • Spagna
  • Svizzera

Nasce con uno scopo preciso: analizzare e valutare come le loro attività possano contribuire alla decarbonizzazione e al raggiungimento della neutralità carbonica del sistema elettrico. Valutazioni e analisi che le società tradurranno in azioni reali. Attraverso una serie di iniziative di sviluppo rete, i gestori puntano a ridurre le emissioni globali di gas serra, rendendo il settore elettrico sempre più green ed efficiente.
 

Neutralità carbonica al 2050

In linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi del 2015, il Green Deal Europeo e il relativo pacchetto legislativo “Fit for 55”, l’Unione Europea e la Svizzera si sono impegnate a raggiungere la neutralità carbonica al 2050. In questo contesto i gestori possono dare il loro contributo garantendo una fornitura elettrica sicura, affidabile e con elevati standard qualitativi attraverso le reti di trasmissione nazionali e interconnesse.
 

Il ruolo centrale dell’elettricità

Negli scenari energetici a lungo termine, l’elettricità ricoprirà un ruolo chiave nella decarbonizzazione del sistema energetico e dell’economia. Ciò grazie alla maggiore efficienza degli usi finali e all’integrazione delle fonti rinnovabili nel sistema energetico. La rete elettrica diventerà l’infrastruttura portante di un sistema energetico più sostenibile, affidabile e resiliente: l’attività e le iniziative dei gestori saranno cruciali per raggiungere gli obiettivi climatici fissati dall’Europa.
 

Gli impegni

Da qui una serie di impegni che le società hanno assunto per favorire e realizzare questo processo. Tra questi:

  1. il monitoraggio e l’adozione di misure per limitare le emissioni “dirette” e “indirette” di gas serra in linea con gli standard internazionali
  2. lo sviluppo efficiente delle infrastrutture per limitare le perdite di rete
  3. l’impiego di misure di efficienza energetica
  4. l’attuazione di procedure green procurement
  5. l’adozione di approcci per l’economia circolare

Altrettanto cruciale poi è lo sviluppo delle reti per l’integrazione delle rinnovabili, la cui quota nel mix energetico è destinata a crescere ancora nei prossimi anni. Il tutto accompagnato da una forte digitalizzazione dell’infrastruttura per renderla sempre più flessibile e resiliente.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche