iF Design Awards 2021, premiati Esybox Max ed Esybox Diver

Esybox Max ed Esybox Diver non sono solo efficienti e sostenibili, ma sono anche esteticamente accattivanti.

È infatti grazie anche al loro design unico che questi due gioielli di casa DAB Pumps – l’azienda con sede a Mestrino, Padova, specializzata nel campo delle tecnologie per la movimentazione e la gestione dell’acqua – sono stati premiati agli iF Design Awards 2021, uno dei più rinomati premi nel campo della progettazione e del design a livello mondiale.
 

Esybox Max ed Esybox Diver si sono aggiudicati il premio per il design di prodotto.

Per DAB, in collaborazione con lo studio MacDesign, questa è la terza assegnazione dopo quella del 2013, andata a Esybox. L’autorevole premio conta la partecipazione di migliaia di architetti, designer o aziende da tutto il mondo: 10.000 quest’anno gli iscritti da 52 paesi diversi.

«Non è solo una questione di estetica o di funzionalità – spiega Matteo Novi, Head of Group Digital Marketing & Communication di DAB Pumps –: per DAB il design è parte di un’idea che comunica identità di marca. Nel 2013 appena lanciato, Esybox ha vinto il prestigioso premio IF Design Award, diventando un riferimento per essere di fatto la prima autoclave tutta integrata in una scatola. Oggi siamo fieri di celebrare ancora questo doppio successo di Esybox Max e Esybox Diver come segno tangibile di continuità e a conferma della nostra capacità di essere sempre un passo avanti».

Oltre che per l’estetica, i due prodotti sono stati apprezzati anche per le loro qualità intrinseche. Nelle motivazioni della giuria si legge infatti che «Esybox Max è il sistema di pompaggio più intelligente e affidabile del mercato, è ergonomico, facile da installare e contribuisce al risparmio energetico» e che «Esybox Diver merita il premio non solo per la sua forma accattivante ma anche per il suo approccio rivoluzionario alla pressurizzazione domestica».
 

Esybox Max

Esybox Max è un sistema di pompaggio integrato per la pressurizzazione dell’acqua sia in ambito residenziale sia del CBS, Commercial Building Service, ed è progettato pensando a tutte le possibili destinazioni d’uso.

L’idea ispiratrice di fondo è quella dell’O.S.A. – On Site Assembly – cioè dell’assemblaggio dei gruppi di pompaggio nel sito di installazione, anziché presso l’impianto di fabbricazione.  Assemblaggio in loco significa moduli facilmente trasportabili,  movimentazione più leggera e una mobilità più sostenibile; vantaggi che risultano ancora più evidenti nel caso di locali tecnici con accessi difficili. 

Esybox Max è nato per fare risparmiare tempo e spazio anche in magazzino offrire sempre al cliente la soluzione migliore. Il settaggio è rapido, grazie a un sistema di montaggio a incastro, al Wi-Fi integrato e alla connettività nativa. Non solo, in caso di sistema multiplo, una volta completata l’attivazione della prima pompa, gli altri Esybox Max si sincronizzano tra loro automaticamente.

 

Esybox Diver

Esybox Diver è una pompa sommersa multigirante elettronica da 7 pollici con inverter integrato per acqua pulita progettata per l’impiego in pozzetti, cisterne o vasche. Utilizzabile sommersa, parzialmente sommersa o in superficie con un set di accessori. Si presta a ogni tipo di applicazione, in ambiti domestici e residenziali per aumentare la pressione dell’acqua o per il riutilizzo dell’acqua piovana. Esybox Diver ha l’inverter integrato per ottimizzare i consumi in base al fabbisogno.
 

Per DAB Pumps il premio ottenuto dai due prodotti rappresenta il giusto riconoscimento di una strategia le cui coordinate sono:
  • gli elevati standard nelle prestazioni
  • il dichiarato orientamento alla sostenibilità e alla trasparenza
  • l’approccio flessibile e focalizzato sul cliente
  • la valorizzazione delle risorse umane
  • la visione imprenditoriale lungimirante ma concreta che abbraccia le nuove sfide del digitale e che offre ai suoi clienti soluzioni semplici ed efficaci.

Sono questi i tratti distintivi della filosofia aziendale che hanno reso DAB Pumps uno dei big player di riferimento del settore a livello internazionale. Oggi DAB è una multinazionale che conta 6 siti produttivi – quattro in Italia (l’headquarter di Mestrino, Bientina, Castello di Godego e Val Liona), uno in Ungheria (Nagykanizsa) e uno in Cina (Qingdao) – 14 uffici di vendita in tutto il mondo e una rappresentanza commerciale negli Emirati Arabi (Dubai), con un volume di affari che nel 2020 ha superato i 338 milioni di euro. Per saperne di più: esyboxline.com/it/


Leggi anche

Il nuovo collettore del Garda rappresenta la più importante infrastruttura a difesa della salute del lago, della sua economia e del suo territorio. Un’opera fondamentale a livello regionale e nazionale, visto che il lago è il più importante bacino di acqua potabile d’Italia. …

Leggi tutto…

Far uscire il comune della provincia di Pistoia dalla procedura di inazione europea è l’obiettivo del progetto, da 5 milioni di euro, messo in campo dal gestore. La prima parte ha visto la sistemazione della rete fognaria nella frazione di Valenzatico e nella parte sud del capoluogo, per eliminare gli scarichi in ambiente e collettare i reflui a depurazione. La seconda parte, al via il prossimo anno, prevede il potenziamento del depuratore…

Leggi tutto…

calcestruzzo

Conosciamo tutti le cause del degrado delle strutture idrauliche in calcestruzzo, aspetti di cui occorrerebbe tener conto sin dalla progettazione. Capita infatti, che durante la progettazione di opere, non venga dato sufficiente “peso” all’aspetto ambientale in cui l’opera si inserirà, così come quali lavori dovrà svolgere e a quali condizioni….

Leggi tutto…

satellitari

Progettare, realizzare e manutenere grandi opere ed infrastrutture, garantendo nel tempo efficienza operativa e sicurezza, richiede una conoscenza continua e accurata sullo stato del progetto, del cantiere, dello stato di salute delle infrastrutture e, non ultimo, sul territorio in cui esse sono inserite….

Leggi tutto…

La netta differenza della qualità del servizio tra le due aree del Paese, con le situazioni di maggiore criticità nel Sud e nelle isole, continua a caratterizzare il servizio idrico, come si evince dalla nuova relazione annuale dell’Autorità. Un dato su tutti è quello delle perdite idriche, passate da oltre il 43% nel 2018 al 41,2% nel 2019. In Meridione – comprese Sicilia e Sardegna – si sfiora il 50%…

Leggi tutto…