Il bio-olio dai rifiuti organici


Produrre un bio-olio utilizzando scarti, rifiuti organici e fanghi derivanti dalla depurazione delle acque reflue. È l’obiettivo che si prefigge Hera, che ha deciso di utilizzare nei propri impianti questa tecnologia sviluppata da Eni.

La multiservizi, ha pianificato di valutare le prospettive tecniche ed economiche della produzione, attraverso l’integrazione dei suoi impianti con questa tecnologia che valorizza i rifiuti derivanti dalla depurazione delle acque reflue negli impianti di depurazione. Il processo di liquefazione sviluppato e brevettato da Eni è un trattamento ad elevata temperatura e pressione che trasforma i rifiuti organici in un prodotto subito utilizzabile come bio combustibile o da cui è possibile ricavare un bio carburante.

Attualmente la tecnologia si trova nella fase di sviluppo pilota presso il Centro ricerche Eni dedicato alle energie rinnovabili e l’ambiente dell’Istituto Eni Donegani di Novara, dove sono già stati programmati test con campioni di rifiuti e fanghi forniti da Hera.

Noi confidiamo– spiega Salvatore Molè, direttore centrale Innovazione del gruppo emiliani-romagnolo – che la tecnologia di Eni possa dare un significativo contributo al percorso che Hera sta facendo da tempo per valorizzare dei rifiuti prodotti nei territori serviti e per diminuire costantemente la quantità di materiale da avviare allo smaltimento finale. Questa attività si sviluppa attraverso una grande attenzione all’utilizzo delle tecnologie impiegate, privilegiando quelle più innovative e di ultima generazione“.


Leggi anche

Il nuovo collettore del Garda rappresenta la più importante infrastruttura a difesa della salute del lago, della sua economia e del suo territorio. Un’opera fondamentale a livello regionale e nazionale, visto che il lago è il più importante bacino di acqua potabile d’Italia. …

Leggi tutto…

Far uscire il comune della provincia di Pistoia dalla procedura di inazione europea è l’obiettivo del progetto, da 5 milioni di euro, messo in campo dal gestore. La prima parte ha visto la sistemazione della rete fognaria nella frazione di Valenzatico e nella parte sud del capoluogo, per eliminare gli scarichi in ambiente e collettare i reflui a depurazione. La seconda parte, al via il prossimo anno, prevede il potenziamento del depuratore…

Leggi tutto…

calcestruzzo

Conosciamo tutti le cause del degrado delle strutture idrauliche in calcestruzzo, aspetti di cui occorrerebbe tener conto sin dalla progettazione. Capita infatti, che durante la progettazione di opere, non venga dato sufficiente “peso” all’aspetto ambientale in cui l’opera si inserirà, così come quali lavori dovrà svolgere e a quali condizioni….

Leggi tutto…

satellitari

Progettare, realizzare e manutenere grandi opere ed infrastrutture, garantendo nel tempo efficienza operativa e sicurezza, richiede una conoscenza continua e accurata sullo stato del progetto, del cantiere, dello stato di salute delle infrastrutture e, non ultimo, sul territorio in cui esse sono inserite….

Leggi tutto…

La giuria internazionale ha considerato i due prodotti di casa DAB Pumps – l’azienda specializzata nel campo delle tecnologie per la movimentazione e la gestione dell’acqua – non solo esteticamente accattivanti ma anche affidabili e dotati di una tecnologia dirompente e focalizzata sul risparmio energetico. Matteo Novi (DAB Pumps): «Per noi il design è parte di un’idea che comunica identità di marca».

Leggi tutto…