Il calore di scarto dell’acciaieria per il teleriscaldamento di Aosta

Il recupero di calore di scarto di attività industriali rappresenta una fonte preziosa per alimentare in modo più sostenibile ed efficiente le reti di teleriscaldamento. A questa fonte guarda con interesse Telcha la società che gestisce il sistema di distribuzione del calore ad Aosta. La società ha appena siglato un accordo con Cogne Acciai Speciali che le permetterà di beneficiare del calore recuperato dai circuiti di raffreddamento dell’acciaieria da immettere nella rete.

 

Una sinergia virtuosa

Un accordo in ottica di economia circolare che nasce da una virtuosa sinergia tra due realtà impegnate per il territorio e che ha trasformato la visione condivisa in un progetto concreto, sostenibile e a beneficio dell’intera comunità. Lo sfruttamento del calore di scarto permetterà di ridurre di oltre 3.000 tonnellate le emissioni di CO2 ogni anno, una quantità corrispondente a circa 66.000 alberi piantumati.

Per rendere operativo l’accordo, Cogne Acciai Speciali:

  1. adatterà il suo sistema di convogliamento dei fumi del forno fusorio dell’acciaieria
  2. installerà un sistema a circuito chiuso idoneo a recuperare il calore in eccesso e cederlo all’impianto di Telcha.

 

Il sistema di Aosta

Quest’ultima intanto prosegue nello sviluppo del suo sistema, portando avanti nuovi lotti di lavori per potenziare l’infrastruttura in città. Infrastruttura che nella sua configurazione finale, avrà un’estensione totale di 47 chilometri. Ad alimentare la rete è una centrale di cogenerazione, situata a Sud della città, nell’area bonificata “Espace Aosta”, dalla potenza termica di 92 MW.

La centrale, a gas metano, è dotata di:

  • motori endotermici a gas
  • caldaie a gas
  • sistema di accumulo termico di 23,2 MW di potenza
  • pompa di calore per l’utilizzo proprio del calore di scarto dell’acciaieria, alla quale la centrale è direttamente connessa.

A regime la centrale genererà ogni anno oltre 154.000 MWh di energia termica. Si risparmierà annualmente circa 10.000 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio), evitando l’emissione in atmosfera di oltre 30.000 tonnellate di CO2.

 


Leggi anche

Grazie al suo forte know-how nelle tecnologie degli smart meter, Bitron S.p.A. è stata selezionata da Italgas Reti S.p.A. per la progettazione e la prototipazione di un nuovo smart meter per il gas. La collaborazione prevede anche la produzione di contatori intelligenti con l’obiettivo di una sperimentazione sul campo in tutta Italia….

Leggi tutto…

Si stima che solo l’1% dei dati provenienti dalle reti idriche venga utilizzato in modo efficace. Software specifici permettono di sbloccare le potenzialità del flusso di dati dall’impianto di distribuzione idrica ed effettuare l’analisi in modo da ottenere una panoramica complessiva dell’intera infrastruttura della rete….

Leggi tutto…

È un bilancio importante quello dei progetti presentati nel semestre maggio-ottobre dal gestore idrico per beneficiare dei fondi PNRR e FSC finalizzati a migliorare l’intero ciclo idrico in tutta la città. 13 i progetti proposti, che comprendono opere per la riduzione delle perdite, il completamento della distrettualizzazione delle reti, l’ammodernamento dei serbatoi, il potenziamento del sistema fognario e la risoluzione dei problemi di inquinamento dei torrenti…

Leggi tutto…

Digitalizzare per superare l’emergenza idrica. Onyax propone le soluzioni IoT adatte ai gestori del servizio idrico integrato utili a ridurre gli sprechi, migliorare la gestione ed efficientare i processi. Piattaforma e dispositivi low-power dedicati al monitoraggio remoto e all’analisi dei parametri in tempo reale. …

Leggi tutto…

Nell’ambito dei lavori di Acque per il cosiddetto Tubone (il collettore fognario che convoglierà i reflui di tutta la Valdinievole, di Cerreto Guidi e di parte di Fucecchio verso il depuratore industriale di Santa Croce sull’Arno) si è tenuto un intervento senza precedenti. Posati infatti 300 metri di condotte fognarie mediante “trivellazione orizzontale controllata”, con numeri che rappresentano un’eccezionalità per i servizi pubblici a livello europeo. …

Leggi tutto…