Il Comune di Fidenza mette in vendita la rete gas


L’atto di cessione era stato firmato alla fine dello scorso giungo. Ora è stato compiuto il passaggio successivo: la pubblicazione del bando di gara con la quale sarà individuato il partner industriale che acquisirà la proprietà di Rete Gas Fidenza, la società controllata dal Comune di Fidenza che si occupa della distribuzione del gas nella cittadina in provincia di Parma.
Arriva dunque a compimento il percorso della cessione della rete gas, percorso avviato nel 2012, a seguito delle disposizioni di legge che hanno imposto ai Comuni di vendere la rete in quanto non più un servizio pubblico essenziale. In vista di questo obiettivo, e per valorizzare un bene pubblico, nel 2016 il Comune dette vita a Rete Gas Fidenza, società alla quale fu conferita la proprietà della rete e la concessione del servizio di distribuzione, che ora viene messa sul mercato.
Società che arriva sul mercato in perfetta salute, con un bilancio 2017 chiuso con un utile di circa 110.000 euro, frutto di un percorso virtuoso che ha ottenuto anche l’approvazione della Corte dei conti, la magistratura contabile che ne ha apprezzato gli obiettivi.
Il bando, pubblicato nella sezione “Amministrazione trasparente” del sito del Comune, fissa in 10,5 milioni di euro la base d’asta e come termine ultimo per la presentazione dell’offerta le ore 12 del prossimo 24 ottobre. Una gara che si attende combattuta, considerando che in una precedente ricognizione ben tre soggetti avevano presentato una manifestazione d’interesse.
Se la gara andrà a buon fine, intenzione del Comune di Fidenza è investire parte dei proventi, un milione di euro, entro il 2020 per rafforzare il capitale di San Donnino Multiservizi, la società che organizza e gestisce i servizi pubblici nel territorio cittadino.


Leggi anche

Al centro dell’accordo la realizzazione di progetti pilota che prevedono l’impiego della tecnologia Power to Gas (P2G), un processo innovativo messo a punto da ENEA, che consente di produrre gas alternativi, come il metano sintetico e idrogeno, con l’energia elettrica generata in surplus da fonti rinnovabili. Gas che possono essere stoccati e distribuiti nelle reti gas esistenti…

Leggi tutto…

La società gestirà il servizio per i prossimi 12 anni nei 48 comuni dell’Ambito, per un totale di 190.000 utenze finali. Italgas si è aggiudicata la gara con un’offerta che prevede 200 milioni di investimenti destinati all’estensione delle reti nelle aree non ancora raggiunte dal servizio, al potenziamento e digitalizzazione delle infrastrutture e al miglioramento della qualità e sicurezza …

Leggi tutto…

Dopo aver acquisito, lo scorso dicembre, il 60% del capitale azionario della società da CPL Concordia, Italgas ne completa l’acquisizione rilevando anche il restante 40% per circa 21 milioni di euro. Un’operazione strategica per rafforzarsi ulteriormente nel Sud Italia dove Egn conta complessivamente 37 concessioni per la distribuzione gas tra Sicilia, Calabria e Campania…

Leggi tutto…

La società di distribuzione gas del Gruppo Ascopiave avvierà a breve i nuovi cantieri per la posa di oltre 8 chilometri di condotte nel territorio del comune della provincia di Treviso. I lavori, per un costo di un milione di euro, verranno portati avanti da più squadre in contemporanea in modo da avere il nuovo tratto di infrastruttura pronto entro sette mesi. …

Leggi tutto…

La società ha stretto una partnership con l’americana Picarro per l’utilizzo in Europa di Picarro Surveyor, tra le soluzioni più evolute nel monitoraggio delle reti. Denominata CRDS (Cavity Ring-Down Spectroscopy) è una sofisticata sensing technology che, rispetto alle tradizionali, garantisce un controllo più rapido, approfondito e una maggiore sensibilità di rilevazione della presenza di gas…

Leggi tutto…