Il piano di Acam Acque per le reti di La Spezia

È un impegno milionario quello in campo da Acam Acque per migliorare la qualità delle acque del Golfo di La Spezia. La società del gruppo Iren, che gestisce il servizio idrico nella città toscana e nei comuni della sua provincia, ha presentato il piano di interventi che, entro il 2020, permetterà di sistemare il sistema di raccolta e depurazione dei reflui e di risolvere diverse problematiche che interessano anche la rete di distribuzione dell’acqua potabile Piano che prevede un investimento complessivo di circa 13 milioni di euro.

Interventi che vanno a sanare situazioni nelle quali in passato non era stato possibile intervenire per mancanza di finanziamenti e che interessano in particolare l’area collinare di La Spezia, dalla frazione Canaletto a Campiglia.

Un’opera suddivisa in due parti, una dedicata al risanamento della rete idrica e l’altra all’allaccio delle reti fognarie, in modo da tutelare, rispettivamente, le zone di prelievo dell’acqua potabile e la qualità dell’acqua del golfo.

Più nello specifico, gli impegni dell’azienda prevedono 3,5 milioni di euro per la manutenzione degli impianti e 1,6 milioni per le derivazioni d’utenza. Oltre 3,6 milioni andranno poi alla realizzazione e al rinnovo di reti e impianti per le acque potabili, e circa 1,5 milioni per l’installazione di nuovi gruppi di misura.

Per quanto riguarda la raccolta e trattamento dei reflui, 760.000 euro sono destinati alla manutenzione degli impianti di depurazione, mentre 3,2 milioni alla costruzione di nuovi sistemi di trattamento o per importanti interventi di rinnovo dei sistemi già esistenti. Alla manutenzione delle reti fognarie vanno oltre 1,7 milioni e ben 3,7 serviranno per la costruzione e il rinnovo delle reti.

Tra gli impegni non è stata trascurata l’attività di ricerca delle perdite di rete per la quale l’azienda ha stanziato 600.000 euro, mentre oltre 800.000 euro sono stati destinati all’acquisto di nuove attrezzature, automezzi e altre tecnologie.


Leggi anche

La società ha avviato le procedure di gara per gli interventi in programma nei comuni di Leverano e Veglie, in provincia di Lecce, per un valore complessivo di 13 milioni di euro. Nel primo comune il programma prevede la realizzazione di 3,5 km di nuove condotte idriche e 18 km di condotte fognarie, nel secondo di 7 km di reti idriche e di altrettante per la raccolta dei reflui…

Leggi tutto…

Esempio di best practice quanto sta avvenendo nel piccolo comune in provincia di Varese, dove l’amministrazione ha riscoperto e sta riqualificando un vecchio bacino idrico, e il suo sistema di reti, abbandonato almeno dagli anni Cinquanta, che con le sue sorgenti può fornire acqua di qualità per integrare quella ora disponibile. Il tutto con una spesa di soli 90.000 euro. …

Leggi tutto…

Conclusi i lavori, per un valore di 2,2 milioni di euro, del secondo lotto del progetto La Vettola-San Piero, avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno per dotare le due frazioni di una rete fognaria e garantire il collettamento di tutti i reflui fognari provenienti dalla zona sud-est della città verso il sistema depurativo…

Leggi tutto…

Prenderà via a metà febbraio l’intervento di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura che si estende per 2,5 km e convoglia i reflui al depuratore di Monza. L’opera, resasi necessaria per il deterioramento delle condotte, in esercizio da oltre 90 anni, sarà effettuata con la tecnica del relining interno, con una spesa di 3 milioni di euro…

Leggi tutto…

Tra gli investimenti strategici si annoverano anche quelli finalizzati all’adozione di sistemi tecnologici aderenti alla filosofia della Industry 4.0 e alla realizzazione dell’efficienza idraulica ed energetica del sistema isolano, molto complesso, articolato nei 24.000 kmq dell’intera regione. Costituisce linea prioritaria di intervento anche la realizzazione di alcuni interventi sperimentali in materia di trattamento di rifiuti urbani (umido domestico) nel processo di depurazione per la produzione di biogas e la gestione dei fanghi con riuso in agricoltura….

Leggi tutto…