Il “pipe line HDPE” made in Italy sbarca in Perù


L’interesse dimostrato ultimamente dal Governo italiano e da numerose utility nostrane per i mercati dell’America Latina è ampiamente condiviso dall’azienda veneta Deriplast, specializzata nella produzione di tubazioni in HDPE. L’azienda, in partecipazione con la Kiasma srl di Treviso, specialista mondiale nel settore del dredging e dewatering, ha contribuito alla realizzazione di una fondamentale opera infrastrutturale per l’aeroporto di Lima (Perù) che necessitava, appunto, di una soluzione tecnologica per l’aggottamento delle acque del sottosuolo.

Le due aziende italiane hanno partecipato come partner tecnologico, oltre che come produttore e fornitore, nei lavori di dewatering affidati dal Governo Peruviano ad uno dei più importanti general contractor del Paese, la AG ANDRADE GUTIERREZ.

L’impianto di circa 4000 metri realizzato da C.T.C. (CONSORCIO TUNEL CALLAU), la cui capolista è la AG ANDRADE GUTIERREZ, ha previsto l’utilizzo dei tubi spiralati in polietilene rinforzato con acciaio (Paladex) con diametri interni mm. 800 e mm.1000. La resistenza strutturale richiesta è stata pari a SN 16.

Importanti il contributo e l’esperienza della spagnola FERRER s.l. che si è occupata sia dell’installazione dei pozzi drenanti sia delle verifiche sul campo.

La particolarità del lavoro è la sua natura: la condotta verrà utilizzata solo per il periodo necessario a svolgere la sua funzione (circa 7 mesi).

Successivamente la tubazione temporanea sarà riutilizzata infatti per un impianto di desalinizzazione in Medio Oriente e servirà alla potabilizzazione di acque marine. Questa ottimizzazione sancisce in maniera inequivocabile l’ottima versatilità del manufatto e anche la sua grande resistenza. Molti sono stati gli ostacoli tecnici che il Team di professionisti ha dovuto superare.

Innanzi tutto l’assenza di pendenza di posa per la condotta. Grazie alla scarsa scabrezza del polietilene questo handicap è stato superato più facilmente, accontentandosi di pendenze minime prodotte artificialmente attraverso una posa pilotata.

Un altro problema brillantemente superato era costituito dall’attraversamento della condotta nella parte superiore del tunnel che ne determinavano la quota di posa in opera che era pari al piano campagna. Questo ha previsto la posa della rete anche su tratti aerei, con appoggio su speciali selle create in opera.

Anche in questo caso, interviene la natura in sé del manufatto: la sua leggerezza oltre all’alta resistenza alla flessione del tubo in appoggio aereo, hanno dato la possibilità all’azienda di procedere con soluzioni che non sarebbero state possibili con un altro tipo di materiale.


Leggi anche

Il nuovo presidio fa parte dell’Unità operativa Foligno-Spoleto e gestisce gli impianti elettrici di media e bassa tensione nei territori comunali di Norcia, Cascia, Preci, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo e Sellano. Rappresenta anche un nuovo tassello nella ricostruzione della città di San Benedetto dopo il sisma del 2016, città nella quale la società vuole realizzare una delle smart grid più innovative della Penisola…

Leggi tutto…

Il gestore idrico ha messo a punto un programma di opere per abbattere le emissioni odorigene e migliorare l’efficienza dell’impianto nel comune costiero di Pietrasanta, in provincia di Lucca. Il progetto, del valore di 1,5 milioni di euro, prevede interventi che, oltre a risolvere, il problema incrementeranno la performance depurativa e consentiranno anche un importante risparmio energetico….

Leggi tutto…

La società italiana si è aggiudicata la gara internazionale per l’acquisizione di Deda Infrastructure, una holding greca che controlla i tre principali operatori della distribuzione gas in Grecia. Gara nella quale Italgas ha superato la concorrenza di grandi fondi infrastrutturali da tutto il mondo. L’operazione del valore di 730 milioni di euro sarà conclusa entro fine anno …

Leggi tutto…

Coinvolti nello scorso anno scolastico oltre 1700 ragazzi e ragazze: così il progetto – ancora in versione “on line” per le restrizioni Covid-19 – eguaglia e supera in termini di partecipazione l’ultima edizione in presenza. Successo di gradimento tra gli insegnanti interessati: la proposta didattica è “ottima” per il 76% e “buona” per il restante 24%….

Leggi tutto…

Con l’acquisizione della società veneta, il Gruppo Hera consolida ulteriormente la propria leadership nel settore ambiente. Da questa e le altre due operazioni analoghe effettuate nel primo semestre 2021 nell’ambito del trattamento rifiuti industriali, si stima un contributo consolidato al margine operativo lordo della multiutility per circa 20 milioni di euro….

Leggi tutto…