Il teleriscaldamento di Saluzzo compie 15 anni

Da quindici anni gli abitanti di Saluzzo, comune di quasi 17.500 persone in provincia di Cuneo, beneficiano del servizio di teleriscaldamento. ENGIE, gruppo che ha realizzato l’infrastruttura e tuttora la gestisce, ha ampliato il servizio per raggiungere un numero sempre maggiore di residenti. Grazie ai benefici ambientali della tecnologia, viene garantita una miglior qualità dell’aria, e quindi della vita, rendendo la cittadina sempre più sostenibile

La rete di distribuzione del calore

La rete si estende nel complesso per 13,5 km, raggiungendo 164 immobili comunali. Tra questi, diversi sono i luoghi simbolo della città:

  • il Palazzo Comunale
  • le scuole
  • l’Ospedale Civile 
  • la Casa di Riposo “Tapparelli”
  • il Tribunale
  • il Cinema Italia
  • le sedi dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco 
  • la Cassa di Risparmio di Saluzzo

La rete serve 12.400 abitanti, equivalenti a ben il 70% della popolazione cittadina. Ad alimentare la rete una centrale a cogenerazione, situata nella parte sud-est della città, dalla potenza termica di 28 MW e dalla potenza elettrica di 7,2 MW. Un insieme di soluzioni che hanno permesso di abbattere del 30% le emissioni di CO2 rispetto al riscaldamento tradizionale.

Un’infrastruttura nella quale la società non ha mai smesso di investire: solo negli ultimi anni ENGIE ha infatti speso 2 milioni di euro per incrementare le performance ambientali del sistema, portando così a un ulteriore incremento del 60% nel risparmio di emissioni di CO2.

Il commento di Matthieu Bonvoisin, direttore della Business Line District Heating & Power di ENGIE Italia

«Insieme per Decarbonizzare riassume il rapporto fra ENGIE e il Comune di Saluzzo, che ormai da 15 anni ci accorda la sua fiducia . Con il nostro piano di investimenti, in questi anni, abbiamo ottenuto benefici concreti per l’ambiente e per la qualità dell’aria di Saluzzo, arrivando ad abbattere oltre 4.800 tonnellate annue di emissioni di CO2. Un risultato paragonabile alla piantumazione di una foresta di 1.700 ettari».


Leggi anche

Dopo una fase pilota, limitata lo scorso anno ad alcune strade, il progetto Aquarius per la ricerca delle dispersioni si estende a tutta la città. Già installati 170 sensori che monitorano le reti rilevando il rumore di eventuali fuoriuscite di acqua, così da individuare le tubazioni ammalorate. Un’attività che nel prossimo quinquennio toccherà 1700 km di tubazioni di Brescia e di alcuni comuni della sua provincia….

Leggi tutto…

Messo a punto da Rivieracqua con il commissario all’ATO idrico del Ponente, il piano prevede otto lotti di lavori e sarà realizzato con un finanziamento di 29 milioni di euro. Obiettivo è risolvere la crisi idrica che da anni attanaglia il Golfo del Dianese, dovuta alla vetustà dell’acquedotto del Roia. I primi due lotti, da 6,8 milioni, con la posa delle nuove condotte del Roia 1 tra Imperia e Cervo, potrebbero partire all’inizio del prossimo anno….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…

Suddiviso in 4 lotti, il piano prevede la posa di 1,7 chilometri di condotte che costituiranno il nuovo collettore fognario che permetterà di convogliare i reflui di 400 utenze, non ancora collegate alla rete, all’impianto di depurazione. Nelle stesse aree il gestore procederà anche con il rinnovo della rete idrica, circa 1,5 km di condotte interessate, e la posa di 700 metri di tubazioni in zona Nazzaro. L’investimento complessivo è di oltre un milione di euro….

Leggi tutto…

Nasce il RAB, organo autonomo e indipendente che garantirà la condivisione delle informazioni, il dialogo e il confronto sulle attività della Biopiattaforma, la struttura carbon neutral dedicata all’economia circolare che riunirà il termovalorizzatore e il depuratore di Sesto San Giovanni….

Leggi tutto…