Impresa SIcura: il bando di Invitalia rimborsa le aziende per le spese di acquisto dei DPI

In un momento di difficoltà per le imprese italiane come quello attuale, il decreto Cura Italia (DL 18/2020, articolo 43, comma 1) ha previsto la misura Impresa SIcura, un bando pubblicato da Invitalia per sostenere la continuità dei processi produttivi e la loro ripresa in piena sicurezza. Tutte le aziende che operano sul territorio nazionale, indipendentemente dalla loro dimensione, potranno ottenere il rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi e altri strumenti di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza sanitaria Covid-19, fino al 100% delle spese ammissibili e fino a esaurimento della dotazione finanziaria disponibile.

In base al bando, l’importo massimo rimborsabile è di 500 euro per ciascun addetto dell’impresa a cui sono destinati i DPI, con un rimborso massimo di 150mila euro per ciascuna azienda. Mentre l’importo minimo non può essere inferiore a 500 euro. Il bando mette a disposizione risorse per 50 milioni di euro.

DPIRiguardo al periodo di rimborso coperto, le imprese hanno diritto a richiedere il rimborso delle spese sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda. Il bando rimborsa l’acquisto di:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • dispositivi per protezione oculare;
  • indumenti di protezione quali tute e/o camici;
  • calzari e/o sovrascarpe;
  • cuffie e/o copricapi;
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

Tutte le imprese possono presentare domanda di rimborso, indipendentemente da dimensione, forma giuridica e settore economico in cui operano. Unica condizione è che alla data di presentazione della domanda non siano in liquidazione.

 

Come funziona

Impresa SIcura prevede tre fasi:

1 – Prenotazione del rimborso

Le imprese possono inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, attraverso uno sportello informatico dedicato.

2 – Pubblicazione dell’elenco delle prenotazioni

Invitalia pubblicherà l’elenco di tutte le imprese che hanno inoltrato la prenotazione, in ordine cronologico, comunicando le prenotazioni ammesse a presentare domanda di rimborso e quelle risultate non ammissibili.

3 – Presentazione della domanda di rimborso

Le imprese ammesse avranno tempo per compilare la domanda dalle ore 10.00 del 26 maggio 2020 alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 attraverso la procedura informatica che sarà attivata sul sito web dell’Agenzia.

Erogazione rimborsi

Subito dopo la conclusione della fase di compilazione, Invitalia avvierà le attività per l’erogazione dei rimborsi. I versamenti avverranno entro il mese di giugno 2020.

 

Per maggiori informazioni visita il sito di Invitalia.

Leggi qui il bando completo.


Leggi anche

Acque Bresciane Bilancio sostenibilità

Il gestore idrico di 93 comuni della provincia di Brescia ha presentato il Bilancio di sostenibilità relativo allo scorso anno, che riassume l’attività dell’azienda e il suo impegno in favore della tutela dell’ambiente. Azienda che lo scorso anno ha fatto investimento per 24 milioni di euro, rispetto ai 18 dell’anno precedente, riducendo le perdite di rete, azzerando quasi la quota di fanghi smaltiti in discarica, inferiore all’1%, e abbattendo i consumi della sua flotta del 27%…

Leggi tutto…

Acquedotto Pugliese tubazioni in gres

Il Consiglio di amministrazione del gestore idrico pugliese ha approvato una nuova serie di bandi che interessano la conduzione e manutenzione delle reti idriche e fognarie, per un valore di 240 milioni di euro. A questi si aggiungono i bandi per l’adeguamento dei depuratori delle province di Bari e Barletta Andria Trani, di Brindisi, di Taranto e di Foggia per un importo di 47,5 milioni, e la fornitura di un gruppo elettrogeno per il sistema di sollevamento idrico di Manfredonia…

Leggi tutto…

Posa prima pietra dei lavori di potenziamento da parte di Hera del sistema fognario della Darsena di Ravenna

L’opera del valore complessivo di 8 milioni di euro ha come obiettivo di garantire la sicurezza dell’area della Darsena e il miglioramento ambientale del Candiano, il canale navigabile che collega la città al mare. Suddiviso i tre stralci, prevede la realizzazione di un nuovo collettore, di diverse tratte di fognatura, di impianti di sollevamento e di due vasche di prima pioggia. Parte dei lavori saranno realizzati con la tecnologia senza scavo della trivellazione orizzontale controllata …

Leggi tutto…

Approvazione bilancio 2019 acquevenete

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un valore della produzione di circa 88 milioni di euro e un margine operativo lordo del 29,8%. Importante anche il volume degli investimenti, pari a 30 milioni, dedicati all’efficientamento delle infrastrutture e al miglioramento del servizio, mentre è di 65 milioni di euro il valore economico distribuito agli stakeholder…

Leggi tutto…

Segui i due appuntamenti della serie 25 giugno e 2 luglio: in entrambi una dimostrazione pratica dell’utilizzo e dell’efficacia dei sensori

 
In un contesto in cui i processi produttivi diventano sempre più complessi, è necessario che le tecniche di misura impiegate per il controllo e la sorveglianza dei processi, siano più semplici ed intuitive possibili….

Leggi tutto…