In concessione ad Alperia Ecoplus le linee di teleriscaldamento di Bolzano


Sarà Alperia Ecoplus a gestire le linee di collegamento della rete di teleriscaldamento di Bolzano per i prossimi 29 anni. La giunta della Provincia di Bolzano, ha dato il via libera alla stipula del contratto di concessione alla società del gruppo Alperia, l’utility dell’energia dell’Alto Adige, per l’utilizzo delle linee di collegamento tra la centrale Ecotherm, il termovalorizzatore e la zona industriale di Bolzano Sud.
Interessate dalla concessione sono tre linee. La prima tratta è il collegamento, che si sviluppa per 800 metri, tra la centrale Bolzano Sud e il nuovo termovalorizzatore. La seconda tratta si riferisce invece al futuro collegamento di 140 metri sempre tra la centrale Bolzano Sud e la zona industriale. La terza, infine, lunga 1.600 metri, è costituita dall’allaccio all’area di futura lottizzazione nella zona industriale Sud.
Il contratto prevede un indennizzo annuo per la concessione da parte di Alperia che ammonta nel complesso a 59.880 euro, dei quali 43.880 euro per la prime a e seconda tratta, e 16.000 euro per la terza.
In sede di concessione, inoltre, è stata offerta ad Alperia Ecoplus un’eventuale opzione di formale acquisto delle linee di collegamento su apposita richiesta della società, per un prezzo di compravendita ancora da stabilire.
Alperia gestisce sei impianti di teleriscaldamento nella provincia di Bolzano, quello del capoluogo, di Merano, di Chiusa, di Lazfons, Sesto e Silandro. Proprio a Bolzano, dove la quota maggiore di energia termica è garantita dal calore prodotto dal termovalorizzatore dei rifiuti solidi urbani, l’azienda sta portando avanti un importante progetto di estensione della rete. Progetto che ha come obiettivo di portare la potenza allacciata dagli 80 MW termici a 300 MW nei prossimi 5 anni, collegando alla rete oltre 10.000 unità immobiliari, con un investimento di circa 80 milioni di euro.


Leggi anche

Terna ha qualificato la Uvap di Ego alla quale è collegata la centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore. Ora può operare sul mercato del servizio di dispacciamento: l’energia elettrica prodotta sarà utilizzata dal gestore della rete nazionale per il bilanciamento della rete, fornendo una flessibilità a salire e a scendere di 8 MW …

Leggi tutto…

Ancora pochi mesi di attesa e poi i lavori per la realizzazione dell’impianto di teleriscaldamento nel territorio comunale di Valdaone, in provincia di Trento, volgeranno al termine. L’opera, fortemente voluta dall’attuale amministrazione guidata da Ketty Pellizzari, è il passaggio concreto di un’idea nata nel 2010 dagli allora comuni di Bersone, Daone e Praso. A tal fine il comune di Valdaone ha stipulato una convezione di servizio con la società pubblica E.S.Co. B.I.M. e Comuni del Chiese S.p.A. che si occuperà della gestione futura…

Leggi tutto…

Ha preso il via nella centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore di Tirano (Sondrio) di Tcvvv, la sperimentazione del nuovo sistema messo a punto da Rse per il trattamento dei fumi di combustione delle biomasse. Un’unica soluzione che consente l’abbattimento del particolato di combustione e la riduzione degli NOx…

Leggi tutto…

È stata inaugurata ufficialmente la centrale di cogenerazione che alimenta il sistema di teleriscaldamento a servizio dell’area dell’Altipiano, progetto realizzato da Wedge Power, con un investimento di 40 milioni di euro. La rete si estende attualmente per 27 km, che saranno portati a 45 entro la fine del prossimo anno, e a questa sono state collegate, a partire dall’inizio di ottobre, già 77 utenze…

Leggi tutto…

La multiutility compie 10 anni e nell’ultimo report di sostenibilità traccia un bilancio di questa esperienza. Oltre 14,3 miliardi di euro la ricchezza distribuita dal 2008 e circa 6000 i nuovi assunti per una forza lavoro che ha superato le 11400 unità. Costante l’attenzione all’ambiente, grazie agli investimenti in energia rinnovabile e nell’efficienza e allo sviluppo del teleriscaldamento che hanno evitato l’emissione di 20 milioni di tonnellate di CO2 …

Leggi tutto…