In esercizio il cogeneratore di A2a presso il depuratore di Verziano


È entrato in funzione l’impianto di cogenerazione realizzato da A2a Ciclo Idrico presso il depuratore di Verziano, a Brescia, il maggiore gestito dall’azienda, con una capacità equivalente a 250.000 abitanti equivalenti, nel quale vengono trattati i reflui della città e di diversi comuni della sua provincia.
Costruito in meno di un anno, compresi i temi di progettazione, il sistema è inserito nel processo del depuratore delle acque reflue urbane ed è alimentato a biogas da digestione anaerobica, rappresentando così un perfetto esempio di economia circolare.
Il biogas, prodotto nella linea fanghi in condizioni controllate di temperatura e assenza di ossigeno, permette di generare energia elettrica, l’impianto ha una potenza elettrica di 330 kW, che viene sfruttata in completo regime di autoconsumo per coprire parte del fabbisogno del depuratore stesso. Inoltre, il sistema di cogenerazione permette di combinare alla produzione di elettricità il recupero di calore che, anche in questo caso, viene impiegato nello stesso processo depurativo, incrementando il grado di stabilizzazione del fango biologico da avviare a smaltimento.
Realizzato con un investimento di 700.000 euro, l’impianto, secondo le stime dell’azienda, a regime consentirà di ridurre le emissioni di CO2 di circa 850 tonnellate all’anno. Risultato notevole che va ad aggiungersi alla riduzione dei consumi di energia e che hanno spinto l’azienda a valutare la possibilità di implementare processi per incrementare la capacità di produzione di biogas e, quindi, la quantità di energia elettrica recuperabile nel suo sito.


Leggi anche

Rete Ronsas è la rete di impresa costituita dal gestore idrico pugliese con Green Ecol e Agrosistemi per sperimentare nuove tecniche per trasformare i fanghi di depurazione dei reflui urbani in fertilizzante correttivo dei suoli agrari. Finanziata da Regione Puglia con un milione di euro, la sperimentazione sarà effettuata negli impianti di depurazione di Foggia e Barletta …

Leggi tutto…

Il grande piano di interventi prevede la realizzazione dell’acquedotto, con la posa di 45 chilometri di condotte, delle reti fognarie, dell’estensione di 38 chilometri, e di due depuratori a servizio del comune bresciano e delle sue frazioni. I lavori, suddivisi in sei lotti, prenderanno il via a fine novembre e proseguiranno per 5 anni…

Leggi tutto…

Anche quest’anno Gruppo CAP sarà presente a Ecomondo, per presentare i progetti e le sperimentazioni più recenti e per rendere trasparenti e tangibili i risultati che si possono raggiungere in termini di innovazione per la tutela dell’ambiente. Alla fiera leader della circular e green economy, lo stand di Gruppo CAP è nel padiglione D1 – Global Water Expo – corsia 2, stand 34

Leggi tutto…

Il gestore idrico delle province di Massa-Carrara, Lucca e Pistoia ha chiuso il contratto di finanziamento che porterà nelle sue casse le risorse necessarie per realizzare il Piano di interventi al 2022, che comprende lavori per 112 milioni sulle reti acquedottistiche e fognarie e sui depuratori. All’operazione, oltre alle 7 banche che si sono aggiudicate il bando, partecipano anche la Bei e Cassa depositi e prestiti…

Leggi tutto…

Un’opera imponente che prevede la realizzazione di oltre 600 km di fognature per raccogliere e convogliare al depuratore i reflui della cittadina Misterbianco e di altri 10 comuni del catanese. Fondamentale per porre fine alla procedura di infrazione europea, la progettazione dell’infrastruttura ha un costo di 4 milioni di euro, mentre la realizzazione della rete e l’adeguamento del depuratore richiederà un investimento complessivo di 200 milioni …

Leggi tutto…