Inaugurato il depuratore di Acea Ato 5 a Sant’Apollinare

Taglio del nastro per il depuratore realizzato in località Rivozzolo da Acea Ato 5 per il comune di Sant’Apollinare, in provincia di Frosinone.

Il nuovo impianto ha una capacità depurativa pari a 1500 abitanti equivalenti e risolverà il problema del trattamento dei reflui civili dell’area urbana, che finora ne era sprovvista. Gli interventi di realizzazione dell’opera, per un investimento superiore al mezzo milione di euro, erano partiti lo scorso novembre per concludersi a giugno.

Insieme all’opera appena terminata, la società, che gestisce il ciclo idrico in 86 comuni della provincia di Frosinone, ha appaltato anche i lavori di sistemazione dell’ultimo tratto del collettore fognario che raggiunge l’impianto.

«Il nuovo depuratore rappresenta un intervento di sicura tutela ambientale e della stessa risorsa idrica – ha commentato Stefano Magini, presidente di Acea Ato 5, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto insieme al sindaco di Sant’Apollinare, Enzo Scittarelli. La strada, fatta di confronto e di storica collaborazione, intrapresa da subito con il Comune di Sant’Apollinare, è il corretto percorso che Acea Ato 5 vuole tracciare con ogni amministrazione comunale, un percorso capace di individuare i problemi del territorio, selezionare le priorità, dare risposte concrete. Acea Ato 5 è solo un gestore del servizio idrico integrato. Gli impianti che realizza resteranno nel patrimonio comunale. Con il vantaggio di vedere ora concretizzata un’opera che il Comune da solo non avrebbe avuto la possibilità di costruire. Un’opera realizzata grazie alla sussidiarietà che deriva dal far parte di una realtà molto più grande come l’Ato 5 Lazio».


Leggi anche

Mancano gli ultimi dettagli al progetto esecutivo per la realizzazione della rete idrica e fognaria, rispettivamente, per un’estensione di 7 e 8 chilometri, a servizio del quartiere che sorge nell’estrema periferia Ovest della Capitale. Un’opera del valore complessivo di 8,5 milioni di euro, attesa da tempo e della quale beneficeranno circa 120 utenze, che sarà messa a gara il prossimo settembre. …

Leggi tutto…

Gli impianti sono stati realizzati nei comuni di San Martino Buon Albergo e di Sorgà, in provincia di Verona. Entrambi dotati di tecnologie all’avanguardia, il primo ha una capacità di trattamento pari a 1500 abitanti equivalenti ed è stato costruito con un investimento di oltre 1,6 milioni di euro, il secondo ha una capacità doppia per un costo di 1,1 milioni …

Leggi tutto…

La conferenza dei servizi ha approvato il progetto esecutivo presentato dal gestore del servizio idrico della provincia di Caltanissetta per ammodernare il sistema fognario della contrada Noce di Marianopoli. Progetto che prevede la sostituzione di circa 400 metri del collettore esterno e il potenziamento della rete fognaria con il rifacimento di tutti gli allacci …

Leggi tutto…

È il progetto di Alto Trevigiano Servizi e Comune di Treviso. Il centro sarà realizzato in 18 mesi, nell’area del depuratore, di recente sottoposto dal gestore a un’importante opera di efficientamento energetico. Si estenderà su 300 metri quadri e sarà a disposizione degli atenei del territorio per lo studio degli impatti ambientali, del miglioramento dell’ecosistema e dei fattori di inquinamento e della loro riduzione …

Leggi tutto…

Il Comune beneventano ha avviato la procedura aperta per l’aggiudicazione dei lavori di adeguamento di un tratto di collettore fognario, degli allacci degli scarichi delle utenze e per la costruzione di un impianto di depurazione in contrada Curso. Il bando, formulato secondo l’offerta economicamente più vantaggiosa, ha un valore di 2,1 milioni di euro…

Leggi tutto…