Innovazione, economia circolare e sostenibilità: Gruppo CAP a Ecomondo 2018

I visitatori potranno sperimentare il viaggio nel mondo dell’acqua a 360°, grazie ai visori per la realtà virtuale. Lo stand sarà anche il punto di riferimento per incontrare i nostri progetti nel campo dell’economia circolare, dalla valorizzazione dei fanghi di depurazione al recupero di prodotti ed energia da quello che un tempo era considerato scarto, dall’invarianza idraulica alla mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici, dalla produzione di biometano alle tecnologie no-dig. Un insieme di progetti e sperimentazioni raccolte sotto l’hashtag #waterevolution, che ci parla di come l’acqua cambierà le nostre vite.

Da non perdere, mercoledì 7 novembre alle 13.30 in piazza delle Utilities: lunch conference sull’innovazione al servizio dell’ambiente, esperienze di simbiosi industriale, sinergie e incubazione. Incontro organizzato in collaborazione con +Community per raccontare come nascono e crescono esempi concreti di sinergia alla ricerca di modelli di business che incrocino le attività di soggetti diversi valorizzando spazi, competenze, prodotti e scarti che, nella simbiosi fra settori diversi un tempo non comunicanti, acquistano invece nuova vita e recuperano valore da restituire al territorio, per condividere know-how e buone pratiche contando sul ruolo delle aziende del settore idrico e ambientale come poli per connettere persone, idee e soluzioni verso un sistema di produzione più sostenibile.

Giovedì 8 novembre, stand Gruppo CAP: “Tecnologie no-dig per la sostenibilità economica, ambientale, sociale: confronto fra aziende ed enti gestori“, workshop organizzato in collaborazione con Servizi a Rete.

Clicca qui per i dettagli del programma di Gruppo CAP a Ecomondo 2018.

Se vuoi partecipare a uno degli eventi di Gruppo CAP a Ecomondo scrivi a comunicazione@gruppocap.it specificando a quale incontro vuoi partecipare


Leggi anche

La multiutility ha presentato il Bilancio di sostenibilità relativo alla città e alla sua provincia nel 2016. In calo le emissioni di CO2 del 5%, grazie in particolare al termovalorizzatore che alimenta la rete del calore. Della stessa percentuale cresce la ricchezza distribuita sul territorio, che ha toccato i 263 milioni di euro, mentre ammontano a 161 milioni gli investimenti nel ciclo idrico previsti al 2020…

Leggi tutto…

L’azienda poserà circa 620 metri di condotte per allacciare due tratti di infrastruttura già esistente. L’intervento riguarda la zona industriale del comune barese, dove negli scorsi mesi era stata realizzata la rete di distribuzione, non ancora entrata in servizio per problemi legati alle pressioni di esercizio che le nuove opere risolveranno definitivamente …

Leggi tutto…

L’azienda ha ottenuto il via libera da regione Valle d’Aosta al progetto per la realizzazione del metanodotto a servizio di quattro comuni della valle d’Ayas. L’opera, costituita da condotte dal diametro di 200 mm, si estenderà per una lunghezza complessiva di 27 km e sarà conclusa entro il 2021, con un investimento di 9 milioni di euro…

Leggi tutto…

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’ impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, con un importante impatto migliorativo sulla gestione dei rifiuti e l’integrazione di tecnologie a idrogeno, clean-up, sistemi di depurazione….

Leggi tutto…

La società rafforza la sua presenza nel Sud Italia, grazie a un accordo con Amalfitana Gas per l’acquisizione di un ramo di azienda relativo alla distribuzione gas in tre Atem nelle due regioni. Comprese nell’ intesa la cessione delle concessioni e delle infrastrutture, sia reti sia impianti, per un valore di 18,5 milioni di euro …

Leggi tutto…