Innovazione sociale e sviluppo dei territori al Partners’ Day di Snam


Transizione energetica, innovazione e sviluppo dei territori i temi al centro dello Snam Partners’ Day 2018, l’evento svoltosi recentemente a Milano nel quale il gestore della rete gas nazionale ha incontrato i suoi stakeholder. All’iniziativa, alla quale hanno preso parte circa 500 persone, tra fornitori, clienti, dipendenti dell’azienda e istituzioni ha partecipato anche il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, accolto dal presidente di Snam Carlo Malacarne e dall’amministratore delegato Marco Alverà.
Il gruppo ha presentato tre nuove iniziative sui temi dell’innovazione e transizione energetica e dell’impresa sociale. La prima è il progetto Snamtec, nell’ambito del quale la società investirà 850 milioni di euro entro il 2022 per costruire l’azienda energetica del futuro, sempre più rinnovabile, tecnologica, digitale e aperta a legami e connessioni con imprese e territori. La seconda è la Social Supply Chain, una politica che agevola il coinvolgimento diretto delle imprese sociali nella catena di fornitura e ne favorisce l’inserimento anche in qualità di subappaltatori, attraverso dei meccanismi premianti nella valutazione delle offerte. Inoltre, nell’ambito dell’innovazione tecnologica, Snam ha presentato la nuova piattaforma di Open Innovation “Snam Up” che consentirà a ognuno di proporre nuovi progetti e sviluppare imprenditorialità e avvicinerà ancora di più l’azienda all’ecosistema delle startup.
A caratterizzare la giornata, inoltre i dibattiti intorno a due temi cardine: le politiche di sviluppo sociale dei territori, che vedono un ruolo sempre più centrale delle fondazioni e del sistema di imprese, al fianco delle istituzioni nazionali e locali, e il ruolo delle aziende come motore di crescita sostenibile delle città, grazie a iniziative di efficienza energetica e alle tecnologie per la riduzione delle emissioni.
Un ulteriore approfondimento è stato dedicato all’energia: dalle prospettive di crescita del gas naturale nel mix energetico globale alla progressiva affermazione di nuove fonti rinnovabili, come il biometano e, in prospettiva, l’idrogeno.
«Il Partners’ Day è un importante momento di dialogo e condivisione tra l’azienda e tutti i suoi stakeholder, in particolare la rete di grandi e soprattutto piccole e medie imprese italiane con le quali lavoriamo quotidianamente per dare un contributo alla crescita e allo sviluppo sostenibile del Paese – ha dichiarato l’ad di Snam, Marco Alverà -. La capacità delle imprese di fare sistema è un enorme valore aggiunto per la società e i territori. Il futuro sarà sempre più basato sulle reti. Snam ha circa 1.700 fornitori accreditati, il 90% dei quali sono pmi nazionali, gestiamo circa mille cantieri in Italia con un impatto di circa 3 miliardi l’anno sul Pil e generiamo lavoro, direttamente e indirettamente, per oltre 17.000 persone».


Leggi anche

Avviata alla fine dello scorso anno, l’operazione, attiva dall’inizio di marzo, prevede l’integrazione delle attività di distribuzione gas di A Tutta Rete all’interno di Inrete e di quelle legate alla vendita di energia in Hera Comm. L’integrazione interessa circa 30.000 punti di riconsegna, per quanto riguarda il servizio di distribuzione gas, e oltre 25.000 clienti per la vendita di energia…

Leggi tutto…

I cinque CEO delle principali realtà della distribuzione in Europa che hanno costituito l’associazione GD4S, che oltre Italgas comprende Distrigaz Sud Rețele (Romania), Galp Gás Natural Distribuição (Portogallo), GRDF (Francia) e Nedgia (Spagna), hanno incontrato il direttore generale per l’Energia della Commissione Europea. Al centro del vertice il ruolo delle infrastrutture di distribuzione nel percorso di decarbonizzazione del continente …

Leggi tutto…

Via libera dal CdA del gruppo al progetto finalizzato a valorizzare le attività di vendita del gas e dell’energia elettrica e al rafforzamento della sua presenza nel comparto della distribuzione. La prima parte del percorso servirà a raccogliere le manifestazioni di interesse e le offerte non vincolanti che verranno presentate, entro il prossimo 15 aprile, dagli operatori interessati …

Leggi tutto…

Il gestore della rete di trasporto gas ha lanciato un progetto per la conversione dei suoi impianti di compressione in centrali “ibride”, ovvero in grado di effettuare la compressione del gas, oltre che con turbine a gas, anche attraverso motori elettrici. Una soluzione che permetterà di garantire maggiore flessibilità al sistema energetico e ridurre le emissioni di CO2 …

Leggi tutto…

Un combustibile interamente sostenibile e anche certificato. È il biogas prodotto nell’impianto di Sant’Agata Bolognese di HERAmbiente Spa per il quale l’azienda ha ottenuto la certificazione da Bureau Veritas secondo lo Schema nazionale di certificazione dei biocarburanti e dei bioliquidi, che garantisce la tracciabilità dell’intero processo. Inaugurato lo scorso ottobre, l’impianto può produrre fino a 7,5 milioni di tonnellate annue di biogas dal trattamento dei rifiuti …

Leggi tutto…