Innovazione sociale e sviluppo dei territori al Partners’ Day di Snam


Transizione energetica, innovazione e sviluppo dei territori i temi al centro dello Snam Partners’ Day 2018, l’evento svoltosi recentemente a Milano nel quale il gestore della rete gas nazionale ha incontrato i suoi stakeholder. All’iniziativa, alla quale hanno preso parte circa 500 persone, tra fornitori, clienti, dipendenti dell’azienda e istituzioni ha partecipato anche il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, accolto dal presidente di Snam Carlo Malacarne e dall’amministratore delegato Marco Alverà.
Il gruppo ha presentato tre nuove iniziative sui temi dell’innovazione e transizione energetica e dell’impresa sociale. La prima è il progetto Snamtec, nell’ambito del quale la società investirà 850 milioni di euro entro il 2022 per costruire l’azienda energetica del futuro, sempre più rinnovabile, tecnologica, digitale e aperta a legami e connessioni con imprese e territori. La seconda è la Social Supply Chain, una politica che agevola il coinvolgimento diretto delle imprese sociali nella catena di fornitura e ne favorisce l’inserimento anche in qualità di subappaltatori, attraverso dei meccanismi premianti nella valutazione delle offerte. Inoltre, nell’ambito dell’innovazione tecnologica, Snam ha presentato la nuova piattaforma di Open Innovation “Snam Up” che consentirà a ognuno di proporre nuovi progetti e sviluppare imprenditorialità e avvicinerà ancora di più l’azienda all’ecosistema delle startup.
A caratterizzare la giornata, inoltre i dibattiti intorno a due temi cardine: le politiche di sviluppo sociale dei territori, che vedono un ruolo sempre più centrale delle fondazioni e del sistema di imprese, al fianco delle istituzioni nazionali e locali, e il ruolo delle aziende come motore di crescita sostenibile delle città, grazie a iniziative di efficienza energetica e alle tecnologie per la riduzione delle emissioni.
Un ulteriore approfondimento è stato dedicato all’energia: dalle prospettive di crescita del gas naturale nel mix energetico globale alla progressiva affermazione di nuove fonti rinnovabili, come il biometano e, in prospettiva, l’idrogeno.
«Il Partners’ Day è un importante momento di dialogo e condivisione tra l’azienda e tutti i suoi stakeholder, in particolare la rete di grandi e soprattutto piccole e medie imprese italiane con le quali lavoriamo quotidianamente per dare un contributo alla crescita e allo sviluppo sostenibile del Paese – ha dichiarato l’ad di Snam, Marco Alverà -. La capacità delle imprese di fare sistema è un enorme valore aggiunto per la società e i territori. Il futuro sarà sempre più basato sulle reti. Snam ha circa 1.700 fornitori accreditati, il 90% dei quali sono pmi nazionali, gestiamo circa mille cantieri in Italia con un impatto di circa 3 miliardi l’anno sul Pil e generiamo lavoro, direttamente e indirettamente, per oltre 17.000 persone».


Leggi anche

Annunciata a giugno, l’operazione riguarda l’acquisizione da Cpl Concordia del 60% European Gas Network, alla quale fanno capo indirettamente 37 concessioni in Sicilia, Calabria e Campania, e del 100% di Fontenergia, concessionaria della distribuzione nel Bacino 22 della regione Sardegna, e di Naturgas, attiva a San Giuseppe Vesuviano (Napoli)…

Leggi tutto…

La società del gruppo Gas Plus, quarto produttore nazionale di gas, si è aggiudicata la gara bandita dal Comune per la vendita di Rete Gas Fidenza, la municipalizzata che si occupa della distribuzione gas nella cittadina e proprietaria della rete. Gp Infrastrutture ha vinto il bando con un’offerta di 14 milioni di euro, accompagnata da un programma di espansione dell’infrastruttura …

Leggi tutto…

I risultati consolidati al 30 settembre vedono l’utile netto crescere del 6,1% a 226,4 milioni, e di quasi il 9% l’utile operativo. Sui ricavi, che ammontano a 880,7 milioni, generati soprattutto dalle attività di distribuzione gas. Nello stesso periodo sono stati investiti 349 milioni di euro, dei quali la quota maggiore per l’installazione degli smart meter: 1.386 milioni quelli posati nei 9 mesi, portando il totale a 4.283 milioni, pari al 53,2% dell’intero parco contatori …

Leggi tutto…

La multiutility, attiva nella distribuzione gas in 90 comuni veneti, sta valutando l’ipotesi di uscire dalla vendita di energia e gas per concentrarsi sul servizio di distribuzione gas. In tale strategia entrerebbe l’alleanza con Italgas, una delle possibili soluzioni allo studio, che porterebbe alla nascita di una nuova realtà locale del valore di un miliardo di euro …

Leggi tutto…

È arrivato il via libera di Bruxelles alla creazione della joint-venture tra Snam e Società gasdotti Italia, che si occuperà della costruzione e gestione della Dorsale sarda, il grande gasdotto che garantirà l’approvvigionamento di metano a tutta l’isola. L’operazione, è il giudizio dei tecnici europei, non pone problemi sotto il profilo della concorrenza…

Leggi tutto…