Inrete prosegue con la sostituzione della rete gas di Forlì

Proseguono i lavori di rinnovo della rete gas di Forlì di Inrete distribuzione gas, la società del Gruppo Hera che gestisce la distribuzione del metano in città. Dopo l’apertura dei primi due cantieri, la società ha annunciato l’avvio nelle prossime settimane di un nuovo intervento. I lavori interesseranno ben sette strade della città e porteranno alla sostituzione di un totale di 1,9 chilometri di vecchie condotte con nuove tubazioni.

Anche i nuovi lavori fanno parte dell’importante accordo che Inrete e Unica Reti

Inrete e la società dei Comuni proprietaria delle reti gas e idriche dei 30 Comuni della Provincia di Forlì-Cesena hanno firmato per un piano pluriennale straordinario di sostituzione delle condotte obsolete o di materiale non conforme, in linea con quanto stabilito dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera).

Solo a Forlì il piano, i cui dettagli operativi sono in corso di definizione con l’amministrazione comunale, interesserà circa 120 km di condotte gas. Il programma pluriennale di rinnovo delle reti gas comporterà investimenti complessivi stimati per oltre 50 milioni di euro pianificati da Inrete. Unica Reti contribuirà a questi investimenti con un finanziamento iniziale di 8 milioni di euro.


Leggi anche

Raggiunta l’intesa con l’amministrazione del Comune per portare la rete del metano nelle aree della cittadina in provincia di Arezzo che ancora ne sono prive. Le opere, sostenute da un investimento di circa 5,3 milioni di euro, prenderanno il via il prossimo anno e si svilupperanno in un arco temporale di cinque anni. La prima ad essere metanizzata sarà la frazione di Pietraia….

Leggi tutto…

Risultati molto positivi emergono dal bilancio relativo al 2019 appena approvato dal consiglio di amministrazione della società che gestisce la distribuzione gas nella città siciliana. Gli utili salgono a 2,5 milioni di euro, in crescita del 32% rispetto al 2018, mentre il fatturato supera i 9 milioni di euro. In su anche gli investimenti, pari a oltre 9 milioni negli ultimi tre anni….

Leggi tutto…

Sarà completato nel 2022 l’impianto di biodigestione che consentirà ad Alia Servizi Ambientali, che gestisce i servizi di igiene ambientale nell’ATO Toscana Centro, di produrre biometano dalla frazione organica dei rifiuti. L’impianto, che sarà il più grande d’Italia con questa tecnologia, sarà realizzato con un investimento di 30 milioni e permetterà di ottenere 11 milioni di metri cubi di gas green all’anno, attraverso il trattamento di 160.000 tonnellate di rifiuti organici….

Leggi tutto…

Il TAP è pronto. Ad annunciarlo ufficialmente la stessa società, Trans Adriatic Pipeline, che ha comunicato che il gasdotto è stato riempito di gas naturale e che ora si sta apprestando ad avviare le operazioni commerciali con gli operatori di settore. Un’opera strategica che permetterà di portare in Italia il combustibile estratto in Azerbaijan, liberando il continente dalla dipendenza dal gas russo….

Leggi tutto…

Con questo accordo, Snam potrà acquisire competenze tecniche dalla società britannica, tra i maggiori produttori di elettrolizzatori, fondamentali per ricavare idrogeno da fonti rinnovabili tramite elettrolisi dell’acqua, e quindi per lo sviluppo dell’idrogeno verde. L’intesa include anche l’ingresso della società italiana nel capitale azionario di ITM Power con un investimento di 33 milioni di euro….

Leggi tutto…