Interventi finalizzati alla sostituzione delle fonti idropotabili contaminate da sostanze PFAS. Approccio progettuale e modalità costruttive

 

 

 

Francesco Trevisan – Veneto Acque spa
Alessandro Giusto – Saint-Gobain PAM Italia

 
Veneto Acque S.p.a. – forte dell’esperienza del proprio ufficio tecnico nella progettazione e direzione lavori di condotte di grande diametro – ha sviluppato un approccio metodologico per la scelta del materiale delle tubazioni in relazione alle caratteristiche geologiche, geofisiche e chimiche dei terreni che caratterizzano il sedime di posa.

Le condotte che compongono il Modello strutturale degli acquedotti del Veneto interessano diverse aree del territorio interferendo con:

  • le principali infrastrutture viarie e ferroviarie
  • la rete idrografica primaria e secondaria
La variabilità della pianura Veneta

In questo contesto le scelte progettuali si confrontano con la variabilità delle caratteristiche geologiche e geotecniche del sottosuolo tipica della pianura Veneta. Essa dai depositi alluvionali più fini tipici della medio bassa pianura (torbe, argille, limi) ai depositi più grossolani (sabbia e ghiaia) caratteristici della fascia pedemontana.

Lo sforzo progettuale prosegue nell’effettuazione di indagini chimico-fisiche sui terreni oggetto di posa con l’obiettivo di ottimizzare la risposta della condotta ai fenomeni corrosivi. Questi possono derivare da condizioni proprie degli stessi terreni o dalla presenza di correnti vaganti.

L’attività di sviluppo si completa considerando doverosamente le prestazioni idrauliche da garantire e la capacità di rispondere nel corso della vita utile dell’opera a sollecitazioni esterne.

 

 


Leggi anche

Servizi a Rete TOUR 2021, 22-23 settembre 2021 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Monitoraggio in continuo delle perdite della rete acquedottistica di Trento”
Per saperne di più… …

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2021, 22-23 settembre 2021 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Monitoraggio delle acque reflue con SMART Technologies”
Per saperne di più… …

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2021, 22-23 settembre 2021 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Smart Water Metering a Gavi: telelettura e ricerca efficace delle perdite per una rete idrica efficiente”
Per saperne di più… …

Leggi tutto…

L’acqua è da sempre la risorsa più preziosa e, in particolar modo negli ultimi anni – visto l’aumento rapido ed esponenziale del suo consumo globale – l’obiettivo è quello di dirigersi sempre più verso una maggiore sensibilizzazione all’utilizzo consapevole e alla riduzione degli sprechi. Oltre ad essere un bene vitale, è allo stesso tempo anche una delle sfide più grandi. Infatti, la gestione delle infrastrutture di approvvigionamento e trattamento acque assume un’importanza e una criticità sempre maggiore. Come intervenire per efficientare tali impianti?…

Leggi tutto…

Nel giugno 2011, 26 milioni di cittadini italiani si recarono alle urne per sancire che sull’acqua non si sarebbe dovuto più fare profitto. Con quel loro “Sì” decisero di abrogare una norma relativa alla tariffa dell’acqua, con la quale veniva prevista l’“adeguata remunerazione del capitale investito”. …

Leggi tutto…