Iren completa l’acquisizione di Nove e cresce ancora nel teleriscaldamento

Iren continua a crescere nel teleriscaldamento. La multiutility si è infatti aggiudicata la gara indetta dal Comune di Grugliasco per la cessione del 51% delle quote societarie di Nove SpA, che gestisce il servizio nel comune della provincia di Torino. A vincere la gara, per la precisione, è stata Iren Energia, la società del gruppo attiva nel teleriscaldamento, produzione di energia elettrica e termica, illuminazione pubblica e servizi tecnologici.

La società si è aggiudicata la gara con un’offerta di circa 5,4 milioni di euro, ottenendo così il controllo totale di Nova, della quale era già partner industriale e ne controllava il 49% del capitale societario.
 

Incrementare le volumetrie allacciate

Grazie a questa operazione ora Iren Energia serve più di 700.000 cittadini nell’area metropolitana torinese, gestendo circa 70 Mmc di rete teleriscaldata. Rete che vedrà un ulteriore sviluppo futuro con l’obiettivo di saturare la capacità produttiva degli impianti esistenti.

Il prossimo passo sarà infatti di dare avvio all’attuazione del piano industriale di Nove, società che nel 2020 ha conseguito un Ebitda pari a 1,6 milioni di euro con un indebitamento finanziario pari a 13 milioni di euro, dei quali circa 8 milioni di euro verso Iren Energia. Piano di recente approvato e che prevede un incremento delle volumetrie allacciate alla rete dalle attuali 2,3 Mmc a circa 3,8 Mmc nei prossimi anni.
 

Il progetto del Sistema di Teleriscaldamento Metropolitano Torinese

«L’acquisizione di Nove rientra in un progetto strategico di ampio respiro consistente nella realizzazione del Sistema di Teleriscaldamento Metropolitano Torinese, che integrando le diverse reti di Torino e dei comuni limitrofi, utilizza il calore prodotto dagli impianti cogenerativi e dal termovalorizzatore», ha spiegato Renato Boero, presidente del Gruppo Iren.

Lo sviluppo della rete di teleriscaldamento torinese rientra infatti tra i progetti sostenibili inseriti nel piano volti a contrastare i cambiamenti climatici e gli elevati livelli di inquinamento della città. «L’estensione della rete connessa agli impianti del Gruppo consente un incremento dell’efficienza e della qualità del servizio che si ripercuoterà positivamente sui cittadini serviti», ha commentato Gianni Vittorio Armani, amministratore delegato e direttore generale della multiutility.
 

Iren big del settore

Con questa operazione, inoltre, la multiutility consolida lo stato di primo operatore italiano del teleriscaldamento per energia termica commercializzata, con 95 milioni di m³ riscaldati a Torino e nella sua cintura:

  • Reggio Emilia
  • Parma
  • Genova
  • Piacenza

Il gruppo gestisce oltre 1000 km di rete di distribuzione, alla quale sono allacciati circa 9.000 edifici per un totale di 879.000 abitanti serviti e quasi 3.000 GWh di energia termica (calore) prodotta.

 


Leggi anche

Grazie all’intesa tra le due realtà, nella rete di teleriscaldamento a servizio del capoluogo lombardo verranno immessi 54 GWh termici generati dal sito di Enipower a San Donato Milanese per 20 anni. Una quantità di calore a basso impatto ambientale in grado di soddisfare il fabbisogno medio annuo di oltre 6.000 famiglie. …

Leggi tutto…

La società sta concludendo la prima parte delle opere finalizzate a dotare la cittadina bergamasca di un nuovo sistema di teleriscaldamento. Il progetto, da 5 milioni di euro, prevede la costruzione di una nuova centrale di cogenerazione ad alta efficienza, il rifacimento della rete di distribuzione del calore esistente e la sua estensione per almeno altri 6 chilometri per servire nuove zone….

Leggi tutto…

Uponor ha creato un concept rivoluzionario: l’isolante VIP (Vacuum Insulation Panel) abbinato alle tubazioni preisolate Ecoflex offre riduzione delle perdite di calore fino al 60%, eccezionale flessibilità, diametri ridotti e risparmio dei tempi di installazione fino al 20%. Ecoflex Thermo VIP per reti di teleriscaldamento, riscaldamento e raffrescamento. Ecoflex Aqua VIP per distribuzione di acqua calda sanitaria e di ricircolo….

Leggi tutto…

La società ha acquisito la rete a servizio della cittadina alle porte di Milano, portando a 15 le infrastrutture di teleriscaldamento gestite in Italia. La rete di Corsico si estende per 6 chilometri ed è alimentata da una centrale a metano e fornisce calore al quartiere Burgo e ad alcuni stabili del centro. ENGIE ne ha previsto la sua estensione, per sfruttarne tutto il potenziale di distribuzione del calore….

Leggi tutto…

La multiutility ha approvato il piano industriale 2021-2024, che ha nella sostenibilità e nel miglioramento e nell’evoluzione dei servizi i suoi focus. Tra i principali target l’incremento della generazione di energia rinnovabile, l’ulteriore sviluppo del teleriscaldamento a Verona e Vicenza, la digitalizzazione delle reti gas ed elettriche. Senza dimenticare lo sviluppo dei servizi ambientali in un’ottica di energia circolare….

Leggi tutto…