Iren: finanziamento dalla CEB per il teleriscaldamento di Torino

Ammonta a 80 milioni di euro il finanziamento sottoscritto da Gruppo Iren con la Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa (CEB). Le nuove risorse in arrivo saranno utilizzate dalla multiutility per lo sviluppo della rete di teleriscaldamento nell’area metropolitana di Torino. La nuova operazione rinnova la collaborazione già in atto tra la CEB e Iren nel settore della sostenibilità ambientale. Già due anni fa, infatti, la multiutility aveva ottenuto un prestito dello stesso importo per efficientare le infrastrutture idriche a Genova e Parma.
 

Il piano per l’area metropolitana torinese

Il prestito erogato da CEB andrà a coprire il 40% degli investimenti previsti dalla multiutility nel periodo 2021-2025 sul sistema di teleriscaldamento di Torino. Una somma pari in totale a 198 milioni di euro.

Iren ha infatti in programma di completare ed estendere il servizio in nuove zone dell’area della città metropolitana di Torino, con l’allacciamento di nuove utenze. Inoltre, punta a migliorare l’efficienza operativa e la flessibilità della rete torinese attraverso la completa integrazione degli asset gestiti nell’area metropolitana e ad aumentarne la resilienza rinnovando le parti più datate.

Il programma di opere prevede anche la realizzazione di nuovi sistemi di accumulo, come quello realizzato ed entrato in esercizio nel quartiere Mirafiori Nord.
 

13 milioni di nuove volumetrie teleriscaldate

Questi giocano un ruolo strategico per consentire di massimizzare lo sfruttamento del calore prodotto in cogenerazione:

  • riducendo le emissioni di CO2
  • migliorando la qualità dell’aria
  • incrementando il risparmio di energia primaria utilizzata

Interventi che, secondo la multiutility, permettono di aumentare di circa 13 milioni di metri cubi le volumetrie teleriscaldate, sviluppare 156 km di nuova rete e rinnovarne circa 13 km di quella esistente.

Opere che nel complesso contribuiranno alla riduzione dell’inquinamento atmosferico delle aree urbane interessate e al raggiungimento del target fissato da Iren di ridurre le emissioni di CO2 del 40% entro il 2030.
 

Investire nella sostenibilità

«Questo prestito rafforzerà la struttura finanziaria di Iren per quanto riguarda la finanza sostenibile, che oggi rappresenta circa il 64% del nostro debito totale ha spiegato l’amministratore delegato e direttore generale di Iren Gianni Vittorio ArmaniGli investimenti dedicati all’estensione della rete di teleriscaldamento massimizzeranno l’utilizzo del calore prodotto in cogenerazione, riducendo le emissioni di CO2, aumentando il risparmio energetico e migliorando la qualità dell’aria nell’area metropolitana di Torino».

 


Leggi anche

È alimentata con fonti rinnovabili, ovvero con gli scarti della filiera vitivinicola di gruppo Caviro e con gli sfalci e le potature del verde pubblico forniti da Herambiente, la centrale di cogenerazione cuore del sistema di teleriscaldamento di Enomondo. L’energia termica viene distribuita attraverso una rete, dell’estensione di 1,2 chilometri, alla quale sono allacciate diverse utenze industriali, artigianali e domestiche…

Leggi tutto…

Realizzato nel quartiere Mirafiori Nord, il sistema è composto da 3 serbatoi dell’altezza di 25 metri in grado di contenere complessivamente 2500 metri cubi di acqua e da una stazione di pompaggio. Realizzato con un investimento di 46 milioni di euro, l’impianto è integrato con un sistema solare termico, che fornisce parte del calore per tenere l’acqua in temperatura, e un impianto fotovoltaico per l’alimentazione elettrica del sito …

Leggi tutto…

Concluso il primo lotto che ha dotato il borgo dell’Amiata Senese dell’infrastruttura di distribuzione del calore. Un sistema green, gestito da GES, alimentato dal cascame di calore delle centrali geotermoelettriche di Enel Green Power, che si aggiunge ai tre già esistenti nel territorio comunale che servivano però aree periferiche produttive e altre attività economiche. Già partiti i lavori per il secondo lotto che porterà il servizio a tutti i cittadini …

Leggi tutto…

Il fondo infrastrutturale ha rilevato il 45% della società del gruppo Gruppo Fratelli Visconti, attivo nella realizzazione e gestione del teleriscaldamento per comuni di medie dimensioni. L’azienda è proprietaria di cinque sistemi situati in Piemonte e Lombardia e, grazie alla partnership con Whitehelm, ora punta a consolidarsi sul mercato ampliando il suo raggio d’azione ad altre regioni…

Leggi tutto…

Fondamentale momento di confronto e di ascolto con gli stakeholder, le consultazioni permetteranno a tutti gli interessati di esprimere le proprie osservazioni sul documento che orienterà l’azione dell’Autorità nei prossimi 4 anni. Tutela ed empowerment del consumatore, transizione energetica giusta e digitalizzazione i temi al centro del nuovo Quadro …

Leggi tutto…