Italgas completa l’acquisizione di Depa Infrastructure

Il principale operatore greco della distribuzione gas è tutta e interamente di Italgas. Il gruppo italiano ha infatti completato l’acquisto di Depa Infrastructure, acquisendo dai due soci proprietari il 100% del capitale azionario. Si tratta di:

È giunta così a conclusione la vendita di Depa, oggetto di una gara internazionale volta a valorizzare gli asset statali e a creare valore aggiunto attraverso il loro sviluppo. Gara che Italgas si era aggiudicata, ottenendo l’esclusiva per l’acquisto della società lo scorso autunno, presentando un’offerta di 733 milioni di euro.

 

Una ricca dote

Un colpo importante per Italgas, che espande le sue attività all’estero. A rendere l’operazione ancora più strategica per il colosso italiano le realtà che Depa Infrastructure porta in dote. La società controlla infatti i tre principali player della distribuzione gas in Grecia:

  • Thessaloniki – Thessalia Gas Distribution (Eda Thess), controllata al 51%;
  • Attiki Natural Gas Distribution Single Member Company (Eda Attikis), controllata al 100%;
  • Public Gas Distribution Networks (Deda).

Le tre società insieme gestiscono complessivamente circa 7.500 chilometri di rete e 600.000 punti di riconsegna attivi.

 

Una nuova pagina nella storia di Italgas

«Cominciamo a scrivere una nuova importante pagina della storia di Italgas. L’azienda dopo circa vent’anni torna a varcare i confini nazionali e si arricchisce di nuovi colleghi, una nuova lingua e nuove comunità da servire – ha commentato l’amministratore delegato, Paolo Gallo –. È stata una lunga maratona, ma adesso inizia una nuova fase fatta di intenso lavoro e sviluppo che affronteremo con l’entusiasmo di sempre». Obiettivo di Italgas è ora quello di sviluppare e ammodernare la rete greca per renderla protagonista, insieme a quella della nostra Penisola, della transizione energetica.

 

I piani di sviluppo

«Metteremo la nostra esperienza e il know-how tecnologico a disposizione del Paese per realizzare un’infrastruttura di eccellenza e con essa contribuire a cogliere gli obiettivi di phase-out da carbone e lignite fissati dal governo in coerenza con quelli dell’UE», ha infatti aggiunto Gallo. Nel panorama europeo, secondo il numero uno di Italgas, «Italia e Grecia possono ambire a diventare il benchmark del ruolo strategico delle reti del gas intelligenti, digitali e flessibili al servizio della transizione energetica».

 

1,8 miliardi di investimenti in Grecia

Obiettivi ai quali si era già dato il necessario spazio nel Piano Strategico 2022-2028, presentato al mercato lo scorso giugno. Questo prevede nell’arco di piano investimenti per 1,8 miliardi di euro destinati all’acquisizione di Depa Infrastructure, al suo consolidamento e all’esecuzione dei programmi di sviluppo. Programmi di sviluppo dove un focus speciale è stato dedicato alla digitalizzazione delle reti, ai gas rinnovabili come biometano e idrogeno e, più in generale, e ad azioni in linea con i target di decarbonizzazione fissati dal governo greco e dall’UE.

 


Leggi anche

Grazie al suo forte know-how nelle tecnologie degli smart meter, Bitron S.p.A. è stata selezionata da Italgas Reti S.p.A. per la progettazione e la prototipazione di un nuovo smart meter per il gas. La collaborazione prevede anche la produzione di contatori intelligenti con l’obiettivo di una sperimentazione sul campo in tutta Italia….

Leggi tutto…

Sono 11 le infrastrutture di distribuzione gas dell’isola già telecontrollate e telegestite con l’innovativo software sviluppato dalla Digital Factory del Gruppo Italgas. Una soluzione estremamente evoluta che fornisce una visione d’insieme in tempo reale del sistema distributivo e dotato di avanzati algoritmi di analytics e predictive maintenance, sempre di sviluppo interno, che il Gruppo prevede di applicare a tutti i 75.000 km di rete gestiti in Italia entro il 2023…

Leggi tutto…

Partecipa al webinar “Lo smart metering nelle reti multigas per la transizione energetica” che si terrà il prossimo 9 novembre dalle ore 10:30 alle 12:00. Durante l’evento parleremo di: miscele idrogeno/gas naturale; tecnologia statica termomassica abilitatore alla decarbonizzazione; il sistema multigas – prospettive e sviluppi della normazione tecnica…

Leggi tutto…

Abrdn ha varato un prestito da 60 milioni di euro per conto del partner Phoenix Group al secondo operatore italiano del trasporto del gas naturale. Le risorse, oltre che per rifinanziare un debito esistente, saranno utilizzate per sostenere nuovi investimenti. Tra questi: il rinnovo dell’infrastruttura esistente per preparare la rete al trasporto dell’idrogeno, la sua estensione e la costruzione di una nuova stazione di compressione …

Leggi tutto…

Il Gruppo ha acquisito le concessioni di altri 12 comuni dell’isola, grazie a un accordo con Gruppo Fiamma 2000 per rilevare 430 chilometri di reti a GPL gestite da Sarda Reti Gas. Le infrastrutture saranno convertite nei prossimi anni a gas naturale e servono in totale 12.000 utenze. L’operazione da 31,7 milioni porta in dote anche la distribuzione a Olbia che si aggiunge alle altre grandi città dell’isola gestite da Medea …

Leggi tutto…