Italgas app WorkOnSite

Italgas controlla i cantieri con un’app

Da anni ormai le utility hanno compreso l’enorme potenziale offerto dalle tecnologie digitali per gestire le più diverse operazioni che riguardano le loro attività. Uno degli esempi più avanzati in tal senso è offerto dall’innovativa app utilizzata da Italgas per gestire i controlli sui cantieri della rete di distribuzione del gas e rendere più efficienti e veloci le verifiche di conformità delle lavorazioni che vengono effettuate. Sviluppata dalla Digital Factory di Italgas, il laboratorio permanente creato per favorire l’innovazione tecnologica e culturale della stessa società, WorkOnSite, questo il nome dell’app, è stata resa disponibile sui dispositivi elettronici delle ditte che eseguono i lavori sulla rete e permette di effettuare controlli automatizzati sui lavori, controlli che possono essere condivisi in tempo reale.

Ciò grazie a un algoritmo di intelligenza artificiale che utilizza il riconoscimento delle immagini scattate sul campo per verificare in tempo reale la conformità delle lavorazioni a quanto previsto dalle specifiche di progetto. In pratica, l’impresa che lavora sul campo invia le immagini scattate in tempo reale per mostrare la corretta esecuzione dell’intervento in ogni sua fase e il sistema ne verifica la conformità.

Una soluzione fondamentale per garantire un’efficiente supervisione dei vari cantieri, soprattutto durante il periodo cruciale dell’emergenza sanitaria. Ma, più in generale, una soluzione fondamentale anche per ottenere una maggiore qualità degli interventi, in quanto i tecnici di Italgas possono monitorare da remoto e in tempo reale tutti i lavori che vengono eseguiti e in ogni momento.

Non a caso, dopo i primi test condotti alla fine di luglio dello scorso anno e il progetto pilota avviato all’inizio di questo, Italgas ha accelerato i tempi proprio durante il periodo di lockdown per dotare le sue aziende appaltatrici dell’app e per formarne il personale, in modo da essere pronti con la ripresa delle attività. E così è stato. Facendo il punto sull’impatto dell’emergenza, l’amministratore delegato di Italgas, Paolo Gallo, ha fornito anche alcuni dati sul WorkOnSite, utilizzata da 238 utilizzatori esterni, con 16.200 immagini inviate ai sistemi di Italgas.


Leggi anche

Raggiunta l’intesa con l’amministrazione del Comune per portare la rete del metano nelle aree della cittadina in provincia di Arezzo che ancora ne sono prive. Le opere, sostenute da un investimento di circa 5,3 milioni di euro, prenderanno il via il prossimo anno e si svilupperanno in un arco temporale di cinque anni. La prima ad essere metanizzata sarà la frazione di Pietraia….

Leggi tutto…

Risultati molto positivi emergono dal bilancio relativo al 2019 appena approvato dal consiglio di amministrazione della società che gestisce la distribuzione gas nella città siciliana. Gli utili salgono a 2,5 milioni di euro, in crescita del 32% rispetto al 2018, mentre il fatturato supera i 9 milioni di euro. In su anche gli investimenti, pari a oltre 9 milioni negli ultimi tre anni….

Leggi tutto…

Sarà completato nel 2022 l’impianto di biodigestione che consentirà ad Alia Servizi Ambientali, che gestisce i servizi di igiene ambientale nell’ATO Toscana Centro, di produrre biometano dalla frazione organica dei rifiuti. L’impianto, che sarà il più grande d’Italia con questa tecnologia, sarà realizzato con un investimento di 30 milioni e permetterà di ottenere 11 milioni di metri cubi di gas green all’anno, attraverso il trattamento di 160.000 tonnellate di rifiuti organici….

Leggi tutto…

Il TAP è pronto. Ad annunciarlo ufficialmente la stessa società, Trans Adriatic Pipeline, che ha comunicato che il gasdotto è stato riempito di gas naturale e che ora si sta apprestando ad avviare le operazioni commerciali con gli operatori di settore. Un’opera strategica che permetterà di portare in Italia il combustibile estratto in Azerbaijan, liberando il continente dalla dipendenza dal gas russo….

Leggi tutto…

Con questo accordo, Snam potrà acquisire competenze tecniche dalla società britannica, tra i maggiori produttori di elettrolizzatori, fondamentali per ricavare idrogeno da fonti rinnovabili tramite elettrolisi dell’acqua, e quindi per lo sviluppo dell’idrogeno verde. L’intesa include anche l’ingresso della società italiana nel capitale azionario di ITM Power con un investimento di 33 milioni di euro….

Leggi tutto…