Italgas estende la rete del quartiere Farina a Crotone

Prosegue l’attività di metanizzazione a Crotone da parte di Italgas, principale operatore italiano della distribuzione gas. L’azienda e l’amministrazione comunale della città calabrese hanno siglato l’accordo per realizzare la rete gas a servizio di Farina, quartiere ad alta densità abitativa che sorge nella zona Sud della città.

Le due realtà hanno interamente condiviso il progetto e la realizzazione dell’opera, che prevede la posa di ulteriori 5.000 metri di rete di distribuzione di gas naturale, che si aggiungono ai 1.500 metri già realizzati. In questo modo la copertura del servizio di distribuzione sarà garantita all’80% delle unità abitative presenti nel rione: l’obiettivo è di estendere al più presto la rete a tutto l’abitato. Ma il progetto non si ferma qui. Comune e Italgas stanno già ragionando anche su altre estensioni del servizio in città. In particolare, l’estensione dell’infrastruttura interesserebbe quartieri come Poggio Pudano, Margherita, Capocolonna, Gabella. Zone dove ci sono nuovi insediamenti abitativi e dove sarà importante per le famiglie avere la disponibilità di accesso al servizio.

Oltre a fornire al quartiere la rete per usufruire del metano, i lavori di Italgas renderanno Farina già pronta ad accogliere le nuove tecnologie di telecomunicazione. In base all’accordo con il Comune, infatti, insieme alla posa delle condotte, i tecnici della società realizzeranno anche le predisposizioni per gli operatori che vorranno installare la fibra ottica, un ulteriore servizio offerto alla cittadinanza.


Leggi anche

L’aggiudicazione dell’Atem Torino 1 permette alla società di dare continuità al servizio di distribuzione gas nel territorio nel quale è nata e dove opera da quasi due secoli. Soprattutto, di attivare un piano di investimenti per 330 milioni di euro, per ammodernare 340 km di rete, estendere l’infrastruttura alle aree non ancora raggiunte dal servizio, installare 250.000 smart meter di nuova generazione e dare un contributo alla decarbonizzazione del trasporto locale….

Leggi tutto…

Con l’ok da parte dell’amministrazione comunale al progetto del valore di 12,6 milioni di euro messo a punto dal gestore BA.SE si sblocca il processo per arrivare alla completa metanizzazione di Bagheria. Un iter partito nel 2006 e poi interrottosi. Un’opera attesa da anni per la quale ora il gestore potrà partecipare a bandi e ricercare finanziamenti o cofinanziamenti pubblici indispensabili per la sua realizzazione. …

Leggi tutto…

La società del Gruppo Italgas ha completato la conversione della rete a servizio del comune sassarese, prima alimentata a GPL, e messo in esercizio un deposito criogenico di gas naturale liquefatto che la alimenta. L’operazione segue a quelle già realizzate a Putifigari, Berchidda e Ittireddu. A breve saranno completate anche le conversioni delle reti di Urzulei e, entro fine aprile, di Perdasdefogu, Usini, Uri e Ozieri…

Leggi tutto…

È quanto prevede il nuovo piano industriale 2021-2030 Life is our Duty, focalizzato sull’economia circolare e sulla transizione energetica, con investimenti, rispettivamente, per 6 e 10 miliardi di euro, per contribuire al conseguimento degli obiettivi di sostenibilità dell’ONU e al rilancio economico del Paese. Tra i target, ridurre del 20% delle perdite idriche, portare la capacità installata di rinnovabili a 5,7 GW, e recuperare ulteriori 4,4 milioni di tonnellate di rifiuti …

Leggi tutto…

Sperimentare e realizzare soluzioni in diversi ambiti d’azione per la decarbonizzazione del territorio emiliano-romagnolo è l’obiettivo della collaborazione, incentrata sull’idrogeno, annunciata dalle due realtà. Tra i progetti in cantiere: l’applicazione della tecnologia power-to gas al depuratore di Bologna e ai termovalorizzatori di Hera e l’immissione di una miscela di gas naturale e idrogeno in una porzione della rete di Modena…

Leggi tutto…