Italgas estende la rete gas di Cuneo

Cresce la rete di distribuzione gas di Cuneo. Grazie all’accordo con l’amministrazione cittadina, Italgas, la società che si occupa della gestione della rete cittadina e primo operatore italiano della distribuzione gas. Ha esteso la sua infrastruttura fino alla frazione di San Benigno. In questo modo, presto, circa 250 utenze residenti nella razione potranno godere del servizio.

I lavori, che hanno proceduto come da cronoprogramma, hanno visto la posa di 3 chilometri di condotte. L’attraversamento della linea ferroviaria Cuneo-Saluzzo insisteva sul tracciato dell’infrastruttura. Lungo le nuove tubazioni, Italgas ha anche provveduto a posare i cavidotti per la fibra ottica per gli operatori del settore che vorranno installarla.

L’allacciamento alla rete di distribuzione cittadina, tanto attesa dagli abitanti della frazione, permetterà loro di essere stabilmente approvvigionati da una fonte energetica sicura, economica e sostenibile come il metano. Le utenze saranno poi dotate di contatori intelligenti di ultima generazione. Saranno in grado di consentire la trasmissione “in tempo reale” dei consumi. Un vantaggio per il cliente finale, che vede la sua bolletta sempre più aderente ai consumi reali, e un importante beneficio anche per l’ambiente in virtù dei minori spostamenti necessari per svolgere la tradizionale attività di rilevazione manuale.

L’impegno per la metanizzazione di San Benigno è parte della strategia di investimento territoriale e di innovazione tecnologica portata avanti da Italgas per incrementare ulteriormente la qualità del servizio e rendere sempre più sicure le reti.


Leggi anche

Le relazioni che ascolteremo al Servizi a Rete TOUR apriranno un focus sulla situazione territoriale del nord-est, ad oggi definita una fucina di attività e progetti. Come i gestori del servizio affronteranno i cambiamenti? Ma soprattutto come verranno sostenuti dalle istituzioni? Tutti coloro che rappresentano le istituzioni ci esporranno le indicazioni e le linee guida da seguire. Di questi tempi non è importante sentire quel che si DOVREBBE fare, ma crediamo sia fondamentale sapere quello che c’è e quel che SI PUÒ FARE… perché il domani è già iniziato!…

Leggi tutto…

Le relazioni che ascolteremo al Servizi a Rete TOUR apriranno un focus sulla situazione territoriale del nord-est, ad oggi definita una fucina di attività e progetti. Come i gestori del servizio affronteranno i cambiamenti? Ma soprattutto come verranno sostenuti dalle istituzioni? Tutti coloro che rappresentano le istituzioni ci esporranno le indicazioni e le linee guida da seguire. Di questi tempi non è importante sentire quel che si DOVREBBE fare, ma crediamo sia fondamentale sapere quello che c’è e quel che SI PUÒ FARE… perché il domani è già iniziato!…

Leggi tutto…

15 chilometri di condotte, tra fognature, rete idrica e gas, quattro anni di lavoro e un investimento complessivo di 8 milioni di euro. Sono i numeri del grande intervento di risanamento ambientale realizzato dalla multiutility nella frazione di Cesena. I lavori hanno visto la realizzazione di un collettore fognario, che recapiterà i reflui al depuratore centrale della città, e la costruzione di una dorsale idrica e una gas a servizio della zona industriale….

Leggi tutto…

Numerose criticità hanno interessato i sistemi idrologici del Veneto negli ultimi decenni. Studiare a fondo questi fenomeni, conoscere gli ulteriori rischi potenziali, le vulnerabilità e le dinamiche degli acquiferi sotterranei è essenziale per preservare la ricchezza delle risorse idriche del nostro territorio per le generazioni future….

Leggi tutto…

Il nuovo collettore del Garda rappresenta la più importante infrastruttura a difesa della salute del lago, della sua economia e del suo territorio. Un’opera fondamentale a livello regionale e nazionale, visto che il lago è il più importante bacino di acqua potabile d’Italia. …

Leggi tutto…