Italia sul podio europeo per la fibra ottica

L’Italia corre veloce nello sviluppo della banda ultralarga. A dirlo il nuovo rapporto che fotografa la situazione delle reti in fibra in Europa e illustra le previsioni sullo sviluppo del mercato, realizzato da IDATE per FTTH Council, l’organizzazione di imprese europee, che oggi conta 150 membri, fondata con l’obiettivo di:

  • accelerare la diffusione di connettività in fibra ottica
  • sviluppare una società digitale nel Continente
I dati del ranking europeo

Il rapporto pone il nostro Paese al terzo posto, su 28 Stati, nel ranking europeo di copertura della fibra, dietro Francia e Spagna. Ma non è tutto, perché l’Italia, con 3,8 milioni di unità immobiliari cablate nel corso di quest’anno con tecnologia FTTH (Fiber to the Home) è anche al secondo posto come tasso di crescita annuale, ponendosi solo dietro alla Francia, (+4,7 milioni), ma davanti a Germania (+1,9 milioni) e al Regno Unito (+1,8 milioni). Un’accelerazione certo dovuta al ritardo che il Paese aveva rispetto agli altri partner del Continente, ma che rappresenta un risultato notevole.

L’opera di Open Fiber

Buona parte, circa l’80%, del contributo alla crescita registrato nel 2019-2020 della copertura della fibra ottica è ascrivibile, si legge poi nel report, all’opera di Open Fiber. Con circa 10 milioni di unità immobiliari ai servizi a banda ultralarga si conferma il principale operatore italiano di tali reti. Lo studio prevede inoltre che l’Italia registri il terzo maggior aumento in termini di copertura FTTH entro il 2026.

Non a caso, Open Fiber è anche il terzo operatore FTTH europeo, proprio dopo la spagnola Telefonica e la francese Orange, e il primo tra gli operatori wholesale only, un modello di business che l’Unione Europea ha scelto di evidenziare per la sua capacità di favorire gli investimenti nel Codice europeo delle comunicazioni elettroniche.

I vantaggi della fibra ottica 

FTTH Council Europe ha inoltre presentato uno studio elaborato da WIK Consult, che dimostra come l’abbandono del rame e la rapida migrazione verso la fibra ottica porterebbe benefici all’economia e alla società. Vantaggi che vanno dalla riduzione di emissioni CO2 a una maggiore efficienza energetica, dall’aumento dell’occupazione a una maggiore affidabilità delle reti fino a prezzi più bassi per i clienti. A tale proposito lo studio evidenzia una certa riluttanza tra gli operatori a investire sulla fibra. Infatti invita gli Stati dell’Unione e i regolatori nazionali ad agevolare la migrazione dalla vecchia tecnologia in rame alla fibra.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 


Leggi anche

In base al nuovo accordo, la società che gestisce la rete di trasmissione fornirà 675 dispositivi ai reparti dell’Arma coinvolti nel monitoraggio delle infrastrutture elettriche strategiche. Tra le azioni per la tutela del sistema elettrico è prevista la sistematica geolocalizzazione delle stazioni di Terna, la comunicazione in tempo reale tra Terna e le unità dei Carabinieri e la trasmissione di immagini dei siti sorvegliati….

Leggi tutto…

Quasi un miliardo di euro in più rispetto al precedente documento. È quanto prevede il Piano Industriale 2020-2024 del gestore della rete del gas nazionale per centrare il target della neutralità carbonica al 2040 e accelerare lo sviluppo di nuovi business, a partire dall’idrogeno con circa la metà delle risorse destinate a rendere l’infrastruttura hydrogen ready….

Leggi tutto…

Gruppo CAP vi invita al workshop gratuito online del 16 dicembre dedicato a tecnici e operatori del servizio idrico integrato, sulle possibili soluzioni innovative per superare i problemi legati alla gestione delle acque di pioggia nei contesti urbani. Saranno presentati gli approcci per adeguare i sistemi di drenaggio urbano in attuazione del regolamento Regionale (Lombardia) 23 novembre 2017 n. 7….

Leggi tutto…

misurazione

Un vecchio detto recita: “nella botte piccola c’è il vino buono” e le tecnologie Ijinus ne sono la dimostrazione. Nell’ambito di gestione del ciclo idrico integrato, è infatti utile avere logger di piccole dimensioni ma con grandi potenzialità di collegamenti a sensori e strumenti, una trasmissione ottimale dei dati e una buona durata delle batterie….

Leggi tutto…

Nel corso di una tavola rotonda organizzata da LivePerson, tra le maggiori società al mondo nell’offerta di soluzioni di conversational commerce, le due realtà, tra i principali player del mercato italiano dell’energia, hanno illustrato i vantaggi generati dall’utilizzo di messaggistica basata sull’intelligenza artificiale per incrementare le vendite online e la customer satisfaction….

Leggi tutto…