La Commissione europea dà l’ok a Sardinia Newco


Bruxelles dice sì a Sardinia Newco. La Commissione europea ha dato il via libera alla creazione della joint venture tra Snam rete gas e Società gasdotti Italia per la gestione e la distribuzione del gas su suolo sardo. Secondo l’Antitrust comunitario l’operazione proposta «non pone problemi sotto il profilo della concorrenza», dato che le attività delle due società «non si sovrappongono».
Snam è attiva nello sviluppo e nella gestione delle infrastrutture del gas in Italia e in altri paesi europei. Società gasdotti Italia, controllata insieme dal gruppo australiano Macquarie e dal gruppo svizzero Swiss Life, è attiva nella distribuzione di gas naturale in Italia.
I due gruppi avevano notificato alla Commissione europea l’intenzione di creare la joint-venture Sardinia Newco lo scorso primo ottobre e l’esecutivo comunitario ha chiuso il dossier in anticipo sul tempo a sua disposizione, dando parere positivo.
Sardinia Newco, come si legge nella proposta di fusione, offrirà servizi di trasporto di gas fisico regolamentato ai fornitori all’ingrosso di gas che intendono rivendere il proprio gas ad altri operatori. In particolare, Sardinia Newco svilupperà, deterrà, gestirà la grande Dorsale sarda, il metanodotto che da Nord a Sud garantirà l’approvvigionamento di metano a tutta l’isola, occupandosi anche della manutenzione, ed effettuerà spedizioni fisiche e commerciali e qualsiasi altra attività necessaria a garantire la continuità e la continuità della trasmissione del gas naturale in tutta la Sardegna.


Leggi anche

Avviata alla fine dello scorso anno, l’operazione, attiva dall’inizio di marzo, prevede l’integrazione delle attività di distribuzione gas di A Tutta Rete all’interno di Inrete e di quelle legate alla vendita di energia in Hera Comm. L’integrazione interessa circa 30.000 punti di riconsegna, per quanto riguarda il servizio di distribuzione gas, e oltre 25.000 clienti per la vendita di energia…

Leggi tutto…

I cinque CEO delle principali realtà della distribuzione in Europa che hanno costituito l’associazione GD4S, che oltre Italgas comprende Distrigaz Sud Rețele (Romania), Galp Gás Natural Distribuição (Portogallo), GRDF (Francia) e Nedgia (Spagna), hanno incontrato il direttore generale per l’Energia della Commissione Europea. Al centro del vertice il ruolo delle infrastrutture di distribuzione nel percorso di decarbonizzazione del continente …

Leggi tutto…

Via libera dal CdA del gruppo al progetto finalizzato a valorizzare le attività di vendita del gas e dell’energia elettrica e al rafforzamento della sua presenza nel comparto della distribuzione. La prima parte del percorso servirà a raccogliere le manifestazioni di interesse e le offerte non vincolanti che verranno presentate, entro il prossimo 15 aprile, dagli operatori interessati …

Leggi tutto…

Il gestore della rete di trasporto gas ha lanciato un progetto per la conversione dei suoi impianti di compressione in centrali “ibride”, ovvero in grado di effettuare la compressione del gas, oltre che con turbine a gas, anche attraverso motori elettrici. Una soluzione che permetterà di garantire maggiore flessibilità al sistema energetico e ridurre le emissioni di CO2 …

Leggi tutto…

Un combustibile interamente sostenibile e anche certificato. È il biogas prodotto nell’impianto di Sant’Agata Bolognese di HERAmbiente Spa per il quale l’azienda ha ottenuto la certificazione da Bureau Veritas secondo lo Schema nazionale di certificazione dei biocarburanti e dei bioliquidi, che garantisce la tracciabilità dell’intero processo. Inaugurato lo scorso ottobre, l’impianto può produrre fino a 7,5 milioni di tonnellate annue di biogas dal trattamento dei rifiuti …

Leggi tutto…