La distribuzione gas centrale per la decarbonizzazione dell’Europa

Il contributo della distribuzione gas alla decarbonizzazione dell’economia europea. È questo il tema che è stato al centro dell’incontro, svoltosi a Bruxelles, tra Dominique Ristori, direttore generale per l’Energia della Commissione Europea e gli amministratori delegati delle cinque società che hanno costituito all’associazione GD4S (Gas Distributors for Sustainability), la rete europea dei distributori gas: Paolo Gallo di Italgas, Dan Pantilie di Distrigaz Sud Rețele (Romania), Gabriel Sousa di Galp Gás Natural Distribuição (Portogallo), Edouard Sauvage di GRDF (Francia) e Nuria Rodriguez Peinado di Nedgia (Spagna).

Un incontro positivo, nel quale i 5 CEO hanno manifestato il loro apprezzamento per la strategia di riduzione delle emissioni a lungo termine stabilita dall’UE, sottolineando come per garantire equilibrio e resilienza il mix energetico del futuro dovrà basarsi su diverse alternative, tra le quali il gas. In questa prospettiva, le infrastrutture e le reti di distribuzione presentano diversi fondamentali vantaggi. Tra questi la capacità di immagazzinare un’enorme quantità di energia rinnovabile e riconsegnarla in occasione dei picchi di domanda giornalieri o stagionali, e un’infrastruttura che complessivamente si estende per 2 milioni di chilometri, altamente efficiente e già pronta per mettere in collegamento i produttori locali di energia rinnovabile e i clienti di tutta Europa.

Le reti di distribuzione del gas sono dunque un patrimonio unico già pienamente disponibile che, grazie al progressivo aumento della disponibilità di gas rinnovabile (biometano e P2G), possono essere impiegate per favorire il processo di decarbonizzazione. In questo contesto, il GD4S ha invitato la Commissione a porre anche il gas al centro della sua strategia, insieme all’energia elettrica, per combinarne efficacemente i vantaggi.

Altro tema discusso la revisione della Direttiva sul mercato interno del gas, attesa per il prossimo anno. A riguardo, i CEO hanno posto l’accento su alcune richieste chiave per consentire ai gestori delle reti di partecipare alla costruzione di un network infrastrutturale sempre più sostenibile, diffuso e digitalizzato. In particolare, le richieste riguardano la creazione di uno specifico organismo UE in rappresentanza dei distributori del gas naturale per garantire un’equa considerazione dei settori elettrico e gas nella costruzione del sistema di regole europeo, che lavori a stretto contatto con l’analogo organismo dei distributori di energia elettrica su temi quali la sicurezza informatica e il Sector Coupling. A questo si aggiunge l’introduzione al 2030 di obiettivi, vincolanti per l’Unione Europea e indicativi per i singoli Stati membri, per l’immissione in consumo di gas rinnovabile, da associare a ulteriori obiettivi specifici per i settori del riscaldamento e condizionamento e dei trasporti, per accelerare lo sviluppo e il processo di trasformazione sostenibile della rete.


Leggi anche

La società ha stretto una partnership con l’americana Picarro per l’utilizzo in Europa di Picarro Surveyor, tra le soluzioni più evolute nel monitoraggio delle reti. Denominata CRDS (Cavity Ring-Down Spectroscopy) è una sofisticata sensing technology che, rispetto alle tradizionali, garantisce un controllo più rapido, approfondito e una maggiore sensibilità di rilevazione della presenza di gas…

Leggi tutto…

Lo ha dichiarato Paolo Gallo, fresco di riconferma nel ruolo di amministratore delegato della società, che ha anticipato che Italgas presenterà un’offerta non vincolante per il pacchetto della distribuzione gas dell’utility veneta. Ascopiave ha infatti avviato un riassetto dei suoi business puntando a cedere le attività di vendita di energia per focalizzarsi sulla distribuzione gas anche con partnership strategiche …

Leggi tutto…

La sperimentazione ha preso il via a Contursi Terme, in provincia di Salerno, con la fornitura a due realtà locali di una miscela di idrogeno al 5% e gas attraverso la rete di trasporto. Un passaggio cruciale verso gli obiettivi europei al 2050, in quanto l’idrogeno è una tecnologia chiave per la decarbonizzazione e lo stoccaggio delle fonti rinnovabili…

Leggi tutto…

Le tre società hanno siglato una lettera d’intenti non vincolante per l’avvio dello studio di un percorso congiunto per valutare la possibile acquisizione degli asset del gruppo Ascopiave nella vendita di elettricità e gas e la costituzione di un’alleanza nel settore della distribuzione gas. Un’operazione che nasce dalla volontà di Ascopiave di cedere le sue attività commerciali per focalizzarsi sulla distribuzione…

Leggi tutto…

I lavori, appena partiti, interessano le frazioni di Moltedo e Montegrazie, attualmente servite con GPL. Le opere comprendono la posa di nuove condotte per un totale di oltre 9,3 chilometri e la sostituzione dell’alimentazione da GPL a gas naturale della rete già esistente e garantiranno maggiore sicurezza e continuità del servizio…

Leggi tutto…