La nuova pompa CRN aumenta la sicurezza e l’efficienza operativa dell’azienda idrica tedesca

Approfondimenti da Servizi a Rete TOUR 2021

Nel sud-est della Germania, nella città di Albstadt, la Albstadtwerke GmbH, l’azienda idrica locale, è responsabile della fornitura di acqua alla popolazione. Tuttavia, le pompe esistenti erano obsolete e la fornitura d’acqua della città stava diventando problematica. Si sono rivolti a Grundfos per un supporto e, grazie alla pompa CRN, hanno raggiunto sicurezza operativa e notevoli risparmi energetici.

La situazione

La maggior parte del fabbisogno di acqua potabile della città si ottiene dalle sorgenti carsiche della zona, ma per garantire l’approvvigionamento idrico cittadino, il vicino acquedotto di Ehestetten utilizza anche cinque diversi pozzi. Tali pozzi vanno da una profondità di 2 a 80 metri con una portata massima di 210 l/s.

Qui, la tecnologia di trattamento dell’acqua è adattata alle condizioni speciali della zona carsica. Una delle sfide principali è che dopo le piogge, l’acqua diventa torbida e velata. Per questo motivo, l’acqua grezza ottenuta viene prima immessa in un bacino di circa 200 m3. In seguito, viene convogliata in un recipiente di reazione nel quale un agente ossidante (O3) permette di ossidare le sostanze organiche presenti nell’acqua, oltre a disinfettarla e rimuovere i sapori e gli odori indesiderati.

Tuttavia, i solidi sospesi nell’acqua grezza rendono necessario un secondo livello di pulizia che consiste in un filtro a sabbia e in un successivo filtro a carbone attivo. Per garantire la flocculazione, viene aggiunto un liquido (AI SO3) prima che raggiunga il filtro. Dopo aver passato il filtro, l’acqua potabile trattata viene convogliata in un serbatoio d’acqua di circa 2.000 m3, prima di essere inoltrata ad un serbatoio sopraelevato. Da lì, viene infine distribuita alla rete di approvvigionamento idrico della città. Il serbatoio sopraelevato si trova su una montagna a circa 852 m sopra il livello del mare. Consiste in due bacini di stoccaggio con un totale di 3.000 m3. Data la sua posizione particolare e la distanza dell’acquedotto dalla città, è fondamentale che la tecnologia della pompa sia di altissimo livello. Le pompe esistenti risalivano al 1975 e non erano più in grado di soddisfare le esigenze dell’impianto, causando sempre più problemi di affidabilità per l’approvvigionamento idrico della città.

Albstadt è in una posizione pittoresca tra le montagne del Giura Svevo. L’azienda idrica Albstadtwerke GmbH è responsabile della fornitura d’acqua alla popolazione

 

Caverna 2″ – uno dei serbatoi sopraelevati. La tubatura alimenta i due bacini di stoccaggio di 3.000 m3 che immettono l’acqua nel sistema di approvvigionamento della città

 

La soluzione

Nel 2016, il servizio idrico ha valutato la possibilità di sostituire le pompe con una tecnologia aggiornata. Albstadtwerke GmbH vanta un rapporto solido con Grundfos e aveva già lavorato con loro in precedenza, quindi affidare il lavoro a loro è stata una decisione facile. Dopo le discussioni iniziali e un controllo energetico dettagliato, una delle pompe esistenti è stata confrontata con una CRN 120-7, sulla base dei dati reali della pompa esistente.

Dati effettivi della pompa esistente:

Portata: 125 m3 /h
Testa di consegna: 170 m
Potenza: 160 kW/non regolamentata
Efficienza: 40%

Dati effettivi della pompa alternativa – CRN 120-7:

Tipo: Grundfos CRN 120-7
Portata: 120 m3 /h
Testa di consegna: 170 m
Potenza motore: 75 kW/non regolamentata
Efficienza: 71,3%

Grazie all’opzione alternativa, la minore potenza del motore avrebbe portato ad Albstadtwerke GmbH un significativo risparmio energetico. Tuttavia, con l’uscita della nuovissima CRN 125-6, era evidente che si poteva ottenere un’efficienza ancora maggiore.

Tipo: Grundfos CRN 125-6
Capacità di trasporto: 125 m3 /h
Testa di consegna: 170 m
Potenza del motore: 75 kW/incl. avviatore
graduale e motore Siemens IE 4
Efficienza: 81,3%

Nel 2018, hanno installato una pompa di prova sul campo per determinare se la CRN 125-6 fosse adatta al lavoro. Grazie alla natura intelligente della pompa, sono stati aggiunti dei sensori per monitorare, sorvegliare e filtrare 24 ore al giorno anche le più piccole deviazioni.

Prova sul campo della serie CR95 – CR 185 presso il dipartimento di ricerca e sviluppo di Grundfos

 

Il risultato

Non solo la CRN 125-6 ha migliorato la sicurezza operativa, ma ha anche abbassato significativamente il consumo di energia con un risparmio previsto di circa il 30-40%. Grazie alla sua tecnologia sofisticata e ai materiali di alta qualità e resistenti all’usura, la pompa CRN 125-6 ha anche ridotto il numero di guasti causati da un montaggio errato, mentre i livelli di efficienza sono aumentati all’81,3%.

La CRN 125–6 viene testata sul campo al momento dell’assemblaggio

 

La CRN 125-6 ha permesso alla Albstadtwerke GmbH di ottenere:

  1. un approvvigionamento idrico più sicuro
  2. un funzionamento della pompa efficiente dal punto di vista energetico
  3. una ridotta necessità di manutenzione e assistenza e un livello di rumore significativamente inferiore

Albstadtwerke ha da allora effettuato diverse altre installazioni di pompe Grundfos presso l’acquedotto, tra cui una CRN 95-5, due pompe NKG 200-150-315 con girante duplex e staffa di supporto per carichi pesanti per il filtro a sabbia, nonché due pompe CRN 215-3. Hanno inoltre aggiunto pompe Hydro MPC personalizzate al di fuori dell’acquedotto, assicurando una tecnologia di pompaggio aggiornata ben oltre la struttura dell’acquedotto.

“La nostra esperienza con la nuova pompa CRN è sistematicamente positiva. Per noi, la sicurezza operativa viene prima di tutto, e avere un partner forte come Grundfos al proprio fianco contribuisce al raggiungimento di questo obiettivo. Naturalmente siamo anche felici di risparmiare energia”.

Hans-Peter Fuß Direttore di progetto Albstadtwerke GmbH

 

Clicca qui per scaricare la doppia pagina di Grundfos


Sei curioso di sapere cosa è successo al TOUR 2021? 


Leggi anche

Fracta applica lo stato dell’arte delle tecniche di Machine Learning allo storico delle rotture, combinando i dati della rete con i dati ambientali e infrastrutturali dell’area, per individuare gli interventi prioritari, ridurre le perdite idriche e ottimizzare i costi di gestione. La collaborazione Kurita-Fracta è iniziata nel 2018, dal 2020 Fracta fa interamente parte del Gruppo Kurita….

Leggi tutto…

Stilata la prima graduatoria dei gestori del servizio idrico sulla base dei 6 macro-indicatori delle performance di qualità tecnica. La classifica è relativa agli anni 2018 e 2019, primo biennio di applicazione del meccanismo incentivante messo a punto dall’Autorità. Analizzati i dati di 203 gestioni, che coprono l’84% della popolazione: 26 gli operatori premiati, concentrati nel Nord della Penisola, a conferma del water divide del Paese…

Leggi tutto…

Torna la Conferenza Esri Italia 2022 con un format rinnovato: dopo la giornata di apertura in presenza, il 10 maggio all’Ambra Jovinelli di Roma, l’evento proseguirà in digitale e sarà trasmesso in streaming dal Teatro di Esri Italia, l’11 e 12 maggio. La giornata di chiusura sarà trasmessa il 13 maggio da Cagliari. Tra gli eventi speciali dedicati a Sanità, Trasporti, Difesa, Energie Rinnovabili, Agritech, Location Intelligence, BIM, on può mancare l’appuntamento con il settore Smart Water….

Leggi tutto…

Nel controllo delle perdite d’acqua è strategico comprendere le ragioni delle perdite e i fattori che le influenzano, nonché applicare tecniche e procedure efficienti ed efficaci per combatterle. DEYAP, impresa municipale di approvvigionamento idrico e fognario di Patrasso, la terza città più grande della Grecia, per far fronte all’alto livello di perdite nella rete gestita, si è posta l’obiettivo di sviluppare un sistema permanente di controllo delle perdite secondo la metodologia dell’International Water Association (IWA). Questo incontro racconta come è stato eseguito il progetto che ha portato all’implementazione di tale sistema….

Leggi tutto…

L’appuntamento di riferimento per il Settore Idrico, giunge alla sua sesta edizione. Organizzato da Terranova in collaborazione con Istituzioni, Utility e imprese, l’iniziativa si rivolge alla Filiera Idrica e rende protagonista l’acqua, per finalizzare strategie sostenibili rivolte a preservarne la sua natura….

Leggi tutto…