La progettazione della distrettualizzazione idrica: vantaggi e procedure

La distrettualizzazione idrica come risposta ai macro-indicatori M1-M2 della delibera 917/2017, realizzata a Padova, Piove di Sacco (PD) e Trieste nella rete gestita da AcegasApsAmga si può annoverare fra i casi di successo nel mercato della gestione delle risorse idriche. È estremamente interessante focalizzarci sui risultati e i benefici che ne sono conseguiti, nonché sull’integrazione operativa fra attività di ingegneria, attività in campo, software idraulici e telecontrollo ed efficienze raggiunte.

L’attività ha riguardato complessivamente una rete di 3.454 km che serve oltre 531.000 cittadini in 17 comuni gestiti, 5 impianti di potabilizzazione, 1915 km di rete fognaria e 14 impianti di depurazione.

L’approccio multidisciplinare alle perdite idriche, intrapreso da AcegasApsAmga nel 2013, è stato estremamente innovativo. La vision dell’azienda è stata infatti proiettata verso il futuro e verso le tecnologie all’avanguardia, con investimenti importanti che hanno incluso, tra gli altri, la modellazione matematica, la progettazione dei distretti idrici, la realizzazione dei distretti idrici, il pressure management, la ricerca perdite puntuale con sistemi acustici e la prelocalizzazione delle perdite idriche tramite analisi immagini satellitare.

All’interno di tale progetto sono state coinvolte 5 aziende della rete d’impresa IWS – Integrated Watercare Solutions. Oltre a B.M. Tecnologie Industriali, che ha provveduto alla fornitura dei misuratori autoalimentati di portata e pressione Kaptor, per l’attività di campo di installazione e  monitoraggio, il progetto ha coinvolto anche Idrostudi, per la modellazione matematica dell’area triestina e la fornitura e gestione del software idraulico Waterguard , Idea per il telecontrollo, 2f Water Venture per la prelocalizzazione delle perdite idriche da satellite e infine TAE, per la ricerca puntuale delle perdite.

La distrettualizzazione idrica, per la quale sono stati realizzati 250 distretti idrici serviti da oltre 300 misuratori di portata e pressione, è servita a conoscere il funzionamento della rete, a quantificare le perdite idriche in ogni distretto tramite il MNF. La modellazione ha inoltre permesso di gestire la pressione idrica in ogni distretto agevolando il corretto funzionamento della rete al livello di pressione ottimale.

I bilanci idrici in real time sono stati implementati attraverso il software Waterguard, ottimizzando così la fase di ricerca perdite idriche puntuale e la successiva riparazione.

La case history riguardante l’attività svolta sulla rete AcegasApsAmga è davvero esemplare perché sono state messe in campo tutte le competenze e attività necessarie per raggiungere il massimo risultato.

In conseguenza dell’attività svolta, infatti, nel 2017 AcegasApsAmga ha ottenuto un risparmio di 6 miliardi di litri d’acqua e 4700 MWh di energia elettrica risparmiata.


Leggi anche

Smart.Met

Il consorzio veneto Viveracqua è capofila del progetto europeo da oltre 4 milioni di euro per lo sviluppo di nuove tecnologie di raccolta e gestione intelligente dei dati relativi ai consumi idrici delle abitazioni. Il progetto è giunto adesso alla fase 3, che prevede la sperimentazione in campo…

Leggi tutto…

Smat Torino - Bilancio 2019

Ottimi numeri quelli del bilancio relativo all’esercizio 2019 della società che gestisce il ciclo idrico a Torino e nei comuni della sua provincia. Il fatturato è salito a 442,9 milioni di euro, con gli utili pari a 54,7 milioni di euro e l’indebitamento finanziario lordo ridottosi di oltre il 14% rispetto al dato del 2018. Notevole il dato sugli investimenti, pari a 121 milioni, cresciuti del 34% sul 2018…

Leggi tutto…

Acque Bresciane Bilancio sostenibilità

Il gestore idrico di 93 comuni della provincia di Brescia ha presentato il Bilancio di sostenibilità relativo allo scorso anno, che riassume l’attività dell’azienda e il suo impegno in favore della tutela dell’ambiente. Azienda che lo scorso anno ha fatto investimento per 24 milioni di euro, rispetto ai 18 dell’anno precedente, riducendo le perdite di rete, azzerando quasi la quota di fanghi smaltiti in discarica, inferiore all’1%, e abbattendo i consumi della sua flotta del 27%…

Leggi tutto…

Approvazione bilancio 2019 acquevenete

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un valore della produzione di circa 88 milioni di euro e un margine operativo lordo del 29,8%. Importante anche il volume degli investimenti, pari a 30 milioni, dedicati all’efficientamento delle infrastrutture e al miglioramento del servizio, mentre è di 65 milioni di euro il valore economico distribuito agli stakeholder…

Leggi tutto…

Camioncino Iren - Bilancio di Sostenibilità 2019

Lo studio certifica l’impegno della multiutility verso l’ambiente, pilastro sempre più strategico delle sue attività. A partire da una gestione sempre più efficiente dell’acqua, grazie alla distrettualizzazione delle reti e alla lotta alle perdite. Nello scorso anno è cresciuta anche la raccolta differenziata, arrivando al 67,3% del totale, la flotta elettrica e la volumetria teleriscaldata, arrivata a 95 mmc, mentre l’impronta carbonica del Gruppo si è ridotta dell’1,7%…

Leggi tutto…