La tecnologia del Deep Penetrating Capillary (DPC) per la riparazione di fessure e per la protezione del calcestruzzo dei manufatti dell’Impianto di Depurazione di Aprilia in Via del Campo

Andrea Saivano
Responsabile Servizio Ingegneria, Acqualatina Spa
Guido Cometto
Amministratore Delegato, Supershield Italia

 

L’appalto per i lavori di adeguamento al D.lgs 152/06 e potenziamento dell’ID di Aprilia in via del Campo contemplava una serie di interventi volti al ripristino delle funzionalità operative del depuratore, tra cui l’impermeabilizzazione di manufatti in c.a. (vasche del comparto biologico e disinfezione) interessati da fenomeni fessurativi.

Sebbene l’originaria progettazione prevedesse l’esecuzione delle opere mediante la posa di uno strato impermeabile costituito di resine poliuretaniche, epossidiche e plastiche, armate con teli di lana di vetro; in conseguenza del recepimento dell’offerta migliorativa proposta dall’impresa esecutrice, si è addivenuti all’utilizzo del prodotto MULTISEAL, che si basa sul sistema di impermeabilizzazione “Deep Penetrating Capillary” della Supershield Italia S.r.l.

L’innovativa tecnologia cristallizzante della Supershield consiste in un trattamento chimico delle superfici in c.a. (il prodotto viene spruzzato previa pulizia della parete) che penetra in profondità, le risana, le impermeabilizza e le protegge dalle aggressioni chimiche, sigillando i pori, i capillari e le microfratture, con una formazione aghiforme insolubile.

I componenti dell’innovativo prodotto impermeabilizzante reagiscono chimicamente con i coprodotti della idratazione del cemento formando all’interno dei pori una struttura cristallina aghiforme che diventa parte integrante della massa del calcestruzzo, rendendolo impermeabile.

Aspetti di particolare apprezzamento nell’utilizzo della tecnologia del Deep Penetrating Capillary (DPC) per la protezione del calcestruzzo e la riparazione di crepe superficiali su manufatti in c.a., sono:
  • la semplicità di applicazione
  • una notevole contrazione dei tempi di esecuzione delle impermeabilizzazioni rispetto alle normali tecnologie
  • il trattamento delle superfici anche se non perfettamente asciutte
  • l’incremento di durabilità dei manufatti trattati

Infine, le fessure di maggior dimensione sono state riparate con le malte cristallizzanti della Supershield Italia srl, mediante un ciclo di applicazione denominato “Supershield crack repair”.

 


 

 

 

 

 

 

 


Leggi anche

È rientrato in funzione al pieno delle sue potenzialità, ora accresciute, il depuratore, realizzato negli anni Novanta e sottoposto a un importante intervento di rinnovamento partito nel 2022. Le opere, del valore di 1,5 milioni di euro, hanno permesso di efficientare l’impianto sia sotto il piano energetico sia della capacità di trattamento. L’alta qualità delle acque depurate ne permetterà il riutilizzo in ottica di economia circolare….

Leggi tutto…

Due chilometri e mezzo di nuova rete fognaria, più di 250 nuovi allacci, l’eliminazione di uno scarico in ambiente e la costruzione di infrastrutture funzionali ad una gestione sempre più efficiente del servizio fognario e depurativo. Sono questi gli ultimi risultati raggiunti da Gori, con la messa in campo di nuovi interventi, nell’ambito del programma Energie per il Sarno, che hanno coinvolto otto comuni del territorio. …

Leggi tutto…

Il VEGAPULS C 21 si è affermato nelle applicazioni che richiedono un elevato grado di protezione. Il sensore radar compatto fornisce risultati esatti e non è influenzato da oscillazioni della temperatura, agenti atmosferici come pioggia, nebbia o vento, imbrattamento. La misura radar offre dunque numerosi vantaggi rispetto alla misura ultrasonora. L’ottima focalizzazione del segnale permette di distinguere meglio il segnale di misura vero e proprio dai segnali di disturbo….

Leggi tutto…

Con una capacità pari a circa 9000 abitanti equivalenti il nuovo impianto razionalizza e potenzia il sistema depurativo della cittadina, il centro maggiore dell’area Media Valle del Serchio, permettendo la dismissione di diversi piccoli impianti ormai obsoleti. Il progetto, realizzato con un investimento di oltre 6 milioni di euro, dei quali 5 coperti da fondi PNRR, ha visto anche la posa di nuove tratte fognarie….

Leggi tutto…

Sarà completato entro il mese di agosto del 2024 il nuovo impianto a servizio della cittadina della Barbagia, che sorgerà sulle ceneri di quello ormai obsoleto, realizzato negli anni Sessanta in località Istusile. Avrà un processo biologico a fanghi attivi del tipo a biomassa sospesa e si affiancherà al depuratore di moderna concezione già presente in località Chilisari, sul versante opposto di Tonara….

Leggi tutto…