Labirinto d’Acque 2018|EmiliAmbiente e Iren, convegno sul servizio idrico integrato: una sfida verso l’ottimizzazione


Il convegno si terrà giovedì 22 marzo 2018, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua. A partire dalle ore 9.30, presso la Sala Borges del prestigioso contesto del Labirinto di Franco Maria Ricci, si affronterà l’attuale tematica sulla ricerca perdite, la modellazione e distrettualizzazione della rete acquedottistica, sarà un importante momento di confronto e condivisione di competenze tra gestori, enti regolatori, Istituzioni e aziende di settore.

Ogni anno in Italia quasi il 40% dei volumi d’acqua immessi nelle reti di adduzione e distribuzione va sprecato. Se è vero che nel Nord del Paese questa percentuale si abbassa al 26% (Dati Utilitalia 2017), la severa crisi idrica che ha colpito anche il nostro territorio nell’estate 2017 ha contribuito a rendere più evidenti le dimensioni e l’improrogabilità del problema.

Al saluto di benvenuto del Direttore Generale di EmiliAmbiente, Andrea Peschiuta, seguirà il resoconto delle esperienze di alcune tra le principali aziende di gestione del Servizio Idrico Integrato del Nord Italia. Interverranno infatti Francesco Calza (Responsabile Servizio Ricerca Perdite idriche Ireti – Gruppo Iren SpA), Marco Lombardi (Direttore Generale Padania Acque SpA), Massimo Chignola (Responsabile Efficientamento Sistemi di Acquedotto Gruppo CAP SpA), Davide Bozzi (Responsabile Acquedotto Reti Distributive EmiliAmbiente SpA) e Franco Masenello (Socio Fondatore BM Tecnologie Industriali e Coordinatore IWS – Integrated Watercare Solutions). Alle ore 12.15 una tavola rotonda chiuderà il convegno, che il cui ingresso è ad invito e previa registrazione.

Per il programma clicca qui

Sul sito www.labirintodacque.it è possibile consultare l’intero programma del Summit Labirinto d’Acque.

 


Leggi anche

La società ha avviato le procedure di gara per gli interventi in programma nei comuni di Leverano e Veglie, in provincia di Lecce, per un valore complessivo di 13 milioni di euro. Nel primo comune il programma prevede la realizzazione di 3,5 km di nuove condotte idriche e 18 km di condotte fognarie, nel secondo di 7 km di reti idriche e di altrettante per la raccolta dei reflui…

Leggi tutto…

Esempio di best practice quanto sta avvenendo nel piccolo comune in provincia di Varese, dove l’amministrazione ha riscoperto e sta riqualificando un vecchio bacino idrico, e il suo sistema di reti, abbandonato almeno dagli anni Cinquanta, che con le sue sorgenti può fornire acqua di qualità per integrare quella ora disponibile. Il tutto con una spesa di soli 90.000 euro. …

Leggi tutto…

Conclusi i lavori, per un valore di 2,2 milioni di euro, del secondo lotto del progetto La Vettola-San Piero, avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno per dotare le due frazioni di una rete fognaria e garantire il collettamento di tutti i reflui fognari provenienti dalla zona sud-est della città verso il sistema depurativo…

Leggi tutto…

Prenderà via a metà febbraio l’intervento di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura che si estende per 2,5 km e convoglia i reflui al depuratore di Monza. L’opera, resasi necessaria per il deterioramento delle condotte, in esercizio da oltre 90 anni, sarà effettuata con la tecnica del relining interno, con una spesa di 3 milioni di euro…

Leggi tutto…

La società del gruppo Iren che gestisce il servizio idrico nella città ligure e nei comuni della sua provincia ha presentato il programma di interventi finalizzato a tutelare la qualità delle acque del golfo e le zone di prelievo dell’acqua potabile. L’investimento previsto è in totale di 13 milioni di euro, destinati in gran parte alla realizzazione delle reti fognari nelle aree collinari e al potenziamento dell’acquedotto…

Leggi tutto…