L’approccio del Gruppo CAP alle tecnologie dello Smart Metering

apertura-per-abstract_800x400

L’introduzione, ad inizio 2018, della delibera sulla qualità tecnica RQTI ed in particolare l’indicatore M1 – Perdite Idriche ed i conseguenti obbiettivi di miglioramento, rimarcano come la strada intrapresa fino ad oggi e gli investimenti pianificati dal Gruppo siano nella corretta direzione.

Il miglioramento dell’indicatore M1, che comprende le Non-Revenue water, si ottiene attraverso investimenti e azioni gestionali che riguardano la gestione delle pressioni, tecniche di ricerca perdite evolute, la sostituzione delle reti idriche e, ovviamente, l’ammodernamento del parco contatori.

Il piano sostituzione contatori del Gruppo CAP prevede un investimento nel periodo 18-22 pari a oltre 35 milioni di Euro e determinerà un ringiovanimento del parco contatori con la diminuzione dell’età media dagli attuali 11 anni ai circa 5 anni previsti a fine 2022. Questo ringiovanimento si stima possa determinare una progressiva riduzione delle perdite apparenti che si dovrebbe assestare ad un valore stabile pari al 2,5-3,0 % già a partire dal 2021.

Oltre alle stime di letteratura sul miglioramento dell’accuratezza delle misure, avendo CAP scelto di sperimentare anche sistemi di misura più evoluti che permettono di misurare anche piccolissime portate, si ritiene che, se le prestazioni dei contatori e gli effetti in campo saranno confermati, si produrranno ulteriori miglioramenti delle performance di gestione con i conseguenti benefici sul parametro M1- Perdite Idriche.


Leggi anche

La società, che gestisce le risorse idriche calabresi, ha completato i collegamenti idraulici che consentiranno di estendere la distribuzione dell’acqua di alta qualità custodita dall’invaso costruito sull’Aspromonte anche nel cuore della città dello Stretto. Ultimo tassello di un’opera che i reggini hanno atteso per 50 anni …

Leggi tutto…

Il comune della provincia di Cagliari, che ha un livello di perdite di rete del 50%, rientra tra i primi trenta interessati da progetto Reti intelligenti, che punta ad abbattere la dispersione dell’acqua distribuita attraverso l’ingegnerizzazione delle infrastrutture. La società ha già completato il monitoraggio della rete cittadina e ora si appresta a dividerla in distretti per procedere con l’analisi delle criticità rilevate e i conseguenti interventi …

Leggi tutto…

La multiutility capitolina ha aggiornato il piano 2018-2022: gli investimenti crescono di 900 milioni di euro rispetto al documento precedente salendo a 4 miliardi. Risorse che saranno destinate principalmente al miglioramento della qualità ed efficienza del servizio idrico, circa 250 milioni, al rafforzamento della resilienza delle reti elettriche (250 milioni) e alla crescita della generazione rinnovabile…

Leggi tutto…

L’impianto, che sorge in località Pantano e serve buona parte della città dei Sassi, è oggetto di una serie di interventi per incrementarne la capacità di trattamento a 34.000 abitanti equivalenti, dagli attuali 28.000, e migliorarne l’efficienza nel processo dei reflui. L’ammodernamento del depuratore sarà concluso entro luglio con un investimento complessivo di 4,8 milioni di euro …

Leggi tutto…

Avviato un nuovo tratto di rete appena posata nell’ambito dei lavori di sostituzione dell’intero anello primario di distribuzione a servizio della città. Un’opera, che la società sta realizzando con un investimento di 2,5 milioni di euro, indispensabile per porre fine al problema delle perdite idriche dell’infrastruttura che raggiungono anche livelli superiori al 60%. …

Leggi tutto…